,

All I want for chistmas... 2018 Edition

Ora, io lo so che voi non ci credete. Ma questo post è richiesto, ogni anno e a gran voce, da Mister Hermoso in primis. Posso mai io deluderlo??

Ecco quindi un elenco dei miei desideri per questo Natale 2018




Foreo Luna Fofo


Il lancio del loro Ufo, strombazzato in pompa magna, mi ha lasciata abbastanza tiepida. Questo Fofo però, che mi pare sia passato un po' più sotto silenzio, mi incuriosisce non poco.  




Analizzando di volta in volta le esigenze della pelle, modula il programma di pulizia scegliendo quello più adatto. Si ricarica con le pile (400 utilizzi garantiti ad ogni cambio) ed ha un prezzo accettabile- 89€ . Se lo trovassi, in rosa, fucsia o viola, sotto il mio albero non mi dispiacerebbe.  

[ Comfort Zone ] Tranquillity e Davines  OI

Queste sono rispettivamente le mie due loro linee preferite, in assoluto. Profumazioni, ingredienti, texture che ad oggi, nella mia esperienza cosmetica, non hanno trovato paragoni.  

Della Tranquillity proverei volentieri il loro nuovo roll on e il balm  ...continuo sempre a sperare che mettano finalmente in produzione un profumo mentre mi "accontento" di usare il loro blend. Non che il Body Wash o la crema mani  mi dispiacerebbero eh.... 

Della OI vorrei decisamente ogni referenza ma più di tutto il Body Wash e l'Olio multifunzione


Olaplex n° 4 e 5

...ossia lo shampoo e il balsamo, novità degli ultimi tempi che si affiancano all' 1 e 2-disponibili solo in salone- e al 3 -trattamento casalingo che nemmeno mi dispiacerebbe avere. Non è un segreto che io abbia strapazzato i miei capelli e provare i prodotti miracolo del decennio potrebbe farmi gran bene no??

Harry Potter. Hogwarts. Il libro Pop Up 

I Pop Up sono una mia recente riscoperta. Sono libri magnifici, pezzi da collezione. Questo qui è semplicemente geniale: non solo le singole pagine sono pop-up, ma l'intero libro... si smonta e diventa una mappa 3D con castelli e foreste magiche. Ditemi voi se non è un perfetto regalo di Natale. 




Ad ogni modo, credo che qualsiasi libro pop-up, fosse anche sulle chiavi inglesi, mi piacerebbe... 

Chiudiamo questo elenco con un grande classico: un rossetto rosso. 

Come noto, non si possiedono mai abbastanza rossetti rossi. Quando poi promettono di essere unici e diversi come i True Velvet di Lisa Eldridge  è davvero impossibile non volerli. 


Sono super indecisa tra il Jazz e il Ribbon... ma dato che al momento sono sold out entrambi, posso continuare a pensarci su in attesa che la nostra Lisa riempa di nuovo i magazzini. 

Direi che con questo è tutto. Ma aggiungo, a beneficio di mio marito e come promemoria per me stessa, che chiedermi "cosa vuoi per cena stasera?" resta uno dei regali più belli in assoluto. 

Assieme a quei famosi "altri cinque minuti" di abbracci.   





Leggi Post

,

Quel che (non) resta del mese - dicembre 2018

Eccoci qui, alla consueta seduta di auto-aiuto per acquirenti compulsive di cosmetica... pronte a curiosare trai finiti del mese di Novembre??  



Devo dire che sono davvero soddisfatta: finalmente, quando ormai credevo non sarebbe più successo, inizio a finire prodotti di vero makeup.

Certo, ci sono come sempre gli Ultra Dolce Garnier all'Avena, il Badedas pompelmo e basilico, i deodoranti Dove in vari formati e l'acqua termale Avène. Tutti abitué di questa rubrica ormai. Capirai.



Dove invece entriamo nel campo dell'incredibilmente eccitante è quando iniziamo a parlare di primer viso e fondotinta. 

Ebbene sì, ho finito non un fondotinta ma ben due. Stupor mundi. 

Uno è il Soft Touch Mousse della Essence di cui vi ho già parlato. Economico, di perfetta resa su di me, facilmente reperibile. Il sacro graal dei fondotinta. Se non fossi una perenne inquieta cosmetica, potrei dire di aver trovato la pace. 

L'altro è il Total Control Drop Fondation della Nyx Cosmetics . Meno economico dell'Essence ma sicuramente ancora accessibile ha l'enorme pregio di essere modulabile come pochi altri passando da copertura leggera a totale semplicemente dosando le gocce. Ora che ho un negozio fisico nella mia città, non escludo di riprenderlo a breve, magari di una tonalità diversa. 

Ma non finisce qui! Ho anche finito il primer viso della Tonymoly, l'Egg Pore Silky Smooth Balm. Se cercate prodotti bio, saltate piè pari questo paragrafo. Altrimenti, se non l'avete mai provato, date una possibilità a quest'ovetto dorato: leviga, opacizza, fa durare il vostro trucco a lungo. Amore vero, insomma.

Peccato non possa dire lo stesso del primer occhi della P2 Cosmetics: alle mie palpebre piaceva talmente tanto che applicato alle 7 del mattino alle 10 l'avevano già mangiato tutto... La verità è che per i primer occhi vale lo stesso che per i fondi: a farmi acquistare brand sempre diversi è la mia smania perenne. Perchè il primer perfetto ce l'ho già, ed il Primer Potion della Urban Decay. A cui per ora sono tornata senza esitazioni.

E infine, un capitolo ad hoc per le maschere viso/impacchi e cure varie. La domenica, ogni volta che posso, è la mia "spa at home day".



Durante questo mese ho i patch labbra Balea e Kiko: entrambi soddisfacenti, nessuno in grado di cambiarmi la vita. Anzi, se avete consigli, fatevi avanti.

Per il viso invece ho scelto un grande classico-per me- ossia la Dark Panda della Skin79: se avete la tendenza a "spegnervi", un toccasana. E ho usato la Beauty & Fuity di Alverde per ben due volte: questa linea mi piace in ogni sua referenza, che posso farci??

Ed ecco, questo è quanto. Soprese? Io sì tanto. 


Raccontatemi di voi!   
    
Leggi Post

,

2018 Book on a shelf #3

Questo 2018 ho letto tanto, davvero. E' un po' come per i viaggi: sempre meno di quanto vorrei ma non perdo nessuna possibilità.



Un elenco di tutte le letture, tenendo conto del fatto che non ne parliamo da un po', sarebbe mortalmente noioso. Per questa volta quindi vi cito i 4 libri che ho amato di più*, con il fermo proposito di aggiornare questa rubrica mensilmente da oggi in poi...

Ragnarok di A.S. Byatt

ök sia un'invenzione del mondo Marvel, questo è assolutamente il libro che fa per voi. I miti norreni sono un incredibile, affascinante, meraviglioso universo. Un mondo molto più vasto e coinvolgente della pur appassionante serie di film/fumetti. Ma, credetemi, non è nemmeno un decimo di quanto c'è da raccontare. E questo libro ha il pregio di farlo in maniera accessibile, mescolando il racconto di una bimba a quello della mitologia nordica. 

Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman

Su quattro libri di questo post, due sono stati acquistati su consiglio di Tegamini, che è diventata ufficialmente la mia spacciatrice di nuove letture. Se amate i libri, decisamente da seguire. 

Tornando al libro, ho amato moltissimo Eleanor e la sua storia, buffa, dolorosa, amarissima e divertente. Forse a tratti prevedibile nella sua evoluzione ma mai nello stile e nei modi del racconto perchè - parafrasando liberamente non mi ricordo chi e non mi ricordo cosa - non ci sono più temi originali, ma modi nuovi di raccontarli. 

Attenzione però: non fidatevi della quarta di copertina. In questo caso è particolarmente valido, ma è un'avvertenza che ritengo valida in generale. 

Se una notte d'inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Non ho parole né alibi validi a giustificare il fatto che non avessi ancora mai letto questo capolavoro assoluto. Un romanzo che ogni lettore al mondo dovrebbe leggere. Una continua esplosione di storie, ritmi, emozioni, un gioco magnifico dal ritmo narrativo perfetto che a ogni pagina ti conquista di più lasciandoti alla fine senza fiato, rapita, entusiasta, emozionata.  

Se non l'avete mai letto, fatelo. Se l'avete letto anni fa, rileggetelo.  

Romanzo rosa di Stefania Bertola

Il secondo libro preso su consiglio di Tegamini. Un romanzo di quelli che ti fa sghignazzare dalla terza pagina-non dico dalla prima per puro pudore- fino all'ultima e che è allo stesso tempo un saggio sulla scrittura, a suo modo. Non vi cambierà la vita, ma vi garantirà un fine settimana di risate e buonumore. Che in questo mondo non è poco, anzi.

Eccole qui, le mie letture preferite di questi ultimi mesi. Raccontatemi le vostre, come sempre: sono curiosa e ormai lo sapete bene!




* se siete curiose di spiare tutte le mie letture, le trovate qui  

Leggi Post

, ,

Hello autumn (fall beauty routine 2018)

Ho faticato molto ad abbandonare la routine estiva, date le temperature strepitose che ci sono dalle mie parti, ma il mix regali di compleanno/prodotti finiti mi ha fatto capitolare. 


Partiamo con la detersione, dove in realtà è cambiato molto poco. In parte trovo sia meno soggetta ad esigenze di cambiamento stagionale e in parte avevo un prodotto da smaltire... e insomma eccola qui




Ho semplicemente sostituito il Gel di Mater Natura- che ho amato fino all'ultima goccia- con questo della Cien Nature mentre come tonico continuo ad usare l'acqua termale dell'Avène

Ho valutato non so quante volte l'introduzione di un essenza secondo i dettami coreani ma per ora ho sempre rinunciato per timore di incostanza (e di inutilità). Se qualcuna di voi le usa, ogni notizia è benvenuta. 

Restando in tema di dettami coreani e pucciosità, passiamo alla skincare.  



Il trio Cat's Purrfect di Tonymoly è un regalo di Mister Hermoso per il mio compleanno e la desideravo soprattutto per il loro packaging. E in effetti nella mia mensola in bagno fanno una porca figura e ogni volta che noto che la crema notte ha gli occhi chiusi è un momento di delizia.  

Ma hanno due grandi pecche per me. La prima è che non riesco a trovare differenze tra la crema giorno e quella notte. Sono entrambi piacevoli, dalla texture gelatinosa e dalla sensazione fresco/pulito ma uguali tra di loro. E questa è decisamente una pecca in assoluto. 

La seconda è che pur essendo gradevolissime nell'uso non le trovo particolarmente efficaci, almeno non per la pelle di una quarantaquattrenne. Ma qui è chiaramente colpa mia. 

Continuerò ad usarle fino ai freddi veri- che alle mie latitudini arrivano a Gennaio inoltrato- e il cambio alla routine invernale non sarà doloroso, ecco. 

Diverso invece il discorso per il contorno occhi: è leggerissimo e per nulla "curativo" ma ha uno splendido effetto illuminante. 

Per me che ho le occhiaie sempre, regalo del mio dna, un grande alleato al mattino per guadagnare uno sguardo più fresco. Di sera invece uso il contorno occhi all'Eufrasia dell 'Alverde: nè troppo leggero nè eccessivamente pesante, lo trovo perfetto per questo momento dell'anno. 

Per cui benvenuto autunno, la mia pelle è pronta (si spera).   


Leggi Post

Instagram