,

Burn baby burn

ottobre 18, 2019

Qualche giorno fa pubblicavo questo post su Instagram.




Ormai credo sia chiaro anche ai muri che negli ultimi mesi ho pensato spesso a cosa sia davvero per me il lusso, a come voglio vivere il mio tempo al meglio possibile.

Dai vostri messaggi, mi sono accorta di aver toccato un punto sensibile: siamo accumulatrici seriali. Di candele, di rossetti, di cancelleria, di tisane- ognuna le sue passioni, qualcuna anche tutte. Compriamo oggetti che ci piacciono moltissimo e li teniamo chiusi nel cassetto per timore di rovinarli. Oppure li conserviamo per occasioni speciali talmente tanto a lungo che quando poi arrivano le benedette occasioni non ci ricordiamo di averli, e ne compriamo altri (mi è appena capitato, giuro).

So benissimo che non sono riflessioni originali. Però evidentemente non abbastanza, dato che continuiamo a non accendere le candele, a non usare i quadernini belli.

E quindi mi sono sfidata: ad accendere tutte le candele, usare tutta la cancelleria magnifica, indossare il vestito glitterato, usare quel rossetto. 

Almeno una volta a settimana, un gesto che mi faccia passare dalla sterile soddisfazione del possesso- che poi è pure brevissima*- al godimento dell'esperienza. Basta essere posseduta dalle cose, le cose adesso le voglio usare e fare mie

Sarà il gesto del venerdì, il mio personale modo di festeggiare il fine settimana che arriva. Lo troverete con l'originalissimo #cosecheuso
 e sì, un po' vi sfido: accendete le vostre candele.   




*salvo il collezionismo vero, ma quella è una cosa diversa 

8 commenti

  1. Non è un problema che mi appartiene, questo qui.
    Io sono molto minimal. Detesto avere tanti oggetti intorno, mi rendono inquieta.
    Quello che compro, che sia un rossetto o una candela o un quaderno, o lo uso o non lo compro proprio. Posso aver comprato più cosmetici di quelli che mi servivano, un tempo, ma sono anni che sono più oculata.
    In generale detesto l'accumulo e mi sento libera quando butto qualcosa.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece è un periodo in cui mi sento letteralmente assediata dalle cose: le brutte/vecchie/inutili le ho eliminate-con un senso di liberazione davvero potente- ma le belle è decisamente ora di usarle. Buon fine settimana Damina:*

      Elimina
  2. una volta anche io tendevo a conservare dicendo "no poi le rovino, le conservo per quell'occasione" e magari l'occasione non arrivava o qualunque altro quindi ora se compro uso sennò no! :)

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Io devo ammettere che già in passato mi ero riproposta di farlo ma la motivazione giusta credo sia arrivata solo ora :)

      Elimina
  3. Mi sono tolta lo sfizio di contare il numero di sample e minisize usate dal 31 ottobre 2018: 176 pezzi che non mi opprimono più strabordando nei cassetti in attesa di un'occasione utile. Questo é il mio contributo alla lotta all'accumulo, magari in futuro saprò far di meglio, ma si comincia da qualcosa. Un saluto caro profumato da una candela alla cannella 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..anche le grandi marce iniziano con un piccolo passo. E poi 176 pezzi in meno sono un numero più che impressionante: bravissima!!

      Elimina

Instagram