Purple hair, purple hair

colonna sonora obbligatoria. Premete play e andate avanti nella lettura (almeno avrete ascoltato una bella canzone... mi sa che stà cosa ve la faccio più spesso) . 



Poco più di un anno fa ho realizzato un sogno: avere i capelli viola.




L'ho fatto ben sapendo che era un trattamento estremamente aggressivo e che i miei capelli ne avrebbero sofferto. Nessuna illusione in merito. E se qualcuno vi dice che invece si può fare- e non avete i capelli bianchi di partenza- sappiate che vi sta mentendo senza alcun dubbio. 

Potete usare tutte le creme e i balsami e intrugli riparatori dei questo mondo, potete pregare Sant'Agnese* e invocare Siva Késava**: se decolorate i vostri capelli e poi li tingete si rovineranno.  Quindi se per voi un capello estremamente sano è più importante di un capello viola, questa è una pratica cosmetica che non fa per voi. 

Sia chiaro: tinture di questo genere non faranno mai del gran bene ai vostri capelli ma nemmeno vi renderanno calve, soprattutto con qualche accorgimento. E io ne sono la prova provata (e non solo li tingo. Li piastro. Più volte a settimana). 

Ecco quindi i mie alleati tricologici più fidati + uno universale.  

Creme, impacchi e nutrimento: i miei capelli bramano nutrimento e coccole molto più di prima. Ho usato spesso la maschera Yves Rocher Trattamento Notte al Karitè durante la settimana e l'olio  Alverde Mandorla e Argan come trattamento d'urto nel fine settimana. Per dire: non vi salveranno, ma vi aiuteranno moltissimo quindi sì, servono eccome.  

Shampoo, Balsamo e maschere: inizialmente credevo che i prodotti per capelli tinti fossero i più adatti. Su di me, e tenendo conto che i pigmenti sono diversi dalle colorazioni tradizionali, ho scoperto di no. Infinitamente meglio la resa con prodotti per lavaggi frequenti e/0 per capelli disidratati: sono diventati i miei fidi alleati. Per potenziarne l'effetto ho  inserito nella routine quotidiana di lavaggio anche la maschera

I miei preferiti sono due linee Ultra Dolce Garnier: la mai abbastanza osannata Delicatezza all'Avena e quella quasi introvabile-ahimè- all'Acqua di Cocco e Aloe Vera. Ancora meno facile da trovare- santo Amazon- la Aussie Miracle Moist e Miracle Winter.  

Un altro alleato formidabile è il co-washing (ossia usare solo il balsamo per il lavaggio). E' un trucchetto che stressa molto meno i capelli e aiuta a far durare di più la tonalizzazione. Ho da sempre dei capelli incapaci di reggere la piega. Una lavata veloce con del solo balsamo è una soluzione perfetta. 

Last but not least il mio trucchetto universale... pronte per la rivelazione bomba??


Buonsenso 

Se strapazzate i capelli, si rovineranno. E non state lì a pretendere che siano sempre come uscite dal salone. Io ho imparato ad amare le mille sfumature diverse che prendono man a mano che il pigmento scarica. I primi tempi tonalizzavo anche una volta a settimana (i pigmenti sono vegani e senza ammoniaca quindi fattibilissimo) ma poi mi sono accorta che anche le mille sfumature che prendo strada facendo sono belle. 



E se il Viola è la mia meta, anche tutto quello che mi succede durante il viaggio non è niente ma niente male. 
          

8 commenti:

  1. Adoro il viola ma portarlo sui capelli non potrei mai. Troppo lavoro, io oramai sono al cortissimo, per la serie una spazzolata e via... Cmq il colore della prima e dell'ultima foto è il mio favorito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..che è il colore che ho quando tutta la tonalizzazione è sparita, a riprova che si possono ottenere risultati piacevoli anche se diversi da quanto inizialmente previsto:)

      Elimina
  2. Wow, che meraviglia! A me piacerebbero turchesi o verdi. Ho sempre fatto le punte ma prima o poi mi deciderò a farlo su tutta la testa. Purtroppo ho i capelli nerissima quindi dovrei chiudermi due giorni in salone con il party gregge prima o poi lo farò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i miei sono castano scurissimi. Ho decolorato prima e, grazie alle capacità del mio parrucchiere, non sono diventata calva ;)

      Elimina
  3. Per un paio d'anni ho avuto i capelli rosa pastello e poi lilla. Avendo una base naturale sufficientemente chiara, non ho dovuto decolorarli. Mi sono divertita tanto con quei colori, mi facevano impazzire soprattutto gli sguardi incantati che ricevevo dai bambini per strada. Una volta, una bambina (polacca :D ) in tram mi ha chiesto se fossi una fatina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bambini effettivamente mi adorano. Quando sono in giro con mia madre- che ce li ha blu pavone- abbiamo un successo strepitoso!

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero