Solo le stupide non cambiano idea

Questo post è una prima volta assoluta per me e questo blog. Non mi è  mai capitato di cambiare idea così profondamente circa un prodotto di cui vi avevo già parlato. Questo perchè aspetto sempre a lungo prima di parlarvene: li uso in tutti i modi che mi vengono in mente e li vivo davvero, prima. Solo quando mi sento davvero sicura di conoscerli bene, ne scrivo qui. 

In questi oltre tre anni non mi era mai capitato di cambiare idea sulla qualità del prodotto: a volte sono cambiati i miei gusti  e in quel caso ho "solo" aggiornato il post già pubblicato. Ma questa volta la mia idea è così tanto cambiata che mi parebbe fare troppo poco. Questa volta io devo a voi - e alla palette Charming Ombres Matelassées de Chanel , ingiustamente bistrattata all'epoca- un nuovo post.



Cosa mi ha fatto cambiare idea? Cosa ha reso questa palette una dei miei  prodotti preferiti di tutto il mio stash cosmetico? Averne parlato con una MUA brava e capace come Laura Portomeo (che non potrò mai ringraziare abbastanza).

In una giornata di sushi e shopping che periodicamente ci regaliamo, le accennai di quanto stranamente mi avesse deluso questa palette dai colori potenzialmente così belli e dal packaging strepitoso. E' stata lei a consigliarmi di provare ad usare un pennello a setole strette (simile a quello che vedete nella foto e inserito da Chanel.... niente niente avevo la soluzione già tra le mie mani da sempre??) e a picchiettare l'ombretto nell'applicazione e sfumarlo solo dopo. 

Perchè io, abituata come sono agli ombretti super sfumabili delle ultime generazioni, non avevo fatto la "tara" sulla formulazione classica di questi ombretti Chanel. Vecchia scuola, non per questo cattiva. Anzi: un grande classico a suo modo. Io picchiett(av)o solo ed esclusivamente per ottenere un determinato effetto.

E' bastato questo accorgimento perchè mi si aprisse un mondo nuovo: i colori rendono al loro meglio, resistono a lungo e risultano più lavorabili (sullo sfumarli un po' ancora fatico, ma credo dipenda soprattutto dalla mia scarsa manualità). Queste piccole cialde sono diventate il mio passepartout quotidiano, uno di quei prodotti a cui attingo quando faccio tardi e che ho poi portato con grande soddisfazione in viaggio con me.

In fondo, a pensarci bene, una parte di me aveva già capito all'epoca, senza nemmeno averla avuta ancora, cosa questa palette davvero è: "in chic e in meglio, un mix delle millemila versioni della Naked, con tanto di colori opachi e illuminante. Un gioiello tutto fare."

Mi vedo quindi con mio enorme piacere costretta a cambiare le mie classiche risposte (certo, se Chanel poi inserisse un bugiardino per l'utilizzo di questa meraviglia male non sarebbe eh..) 

La ricomprerei: sì

La consiglierei: sì

La regalerei: sì 

24 commenti:

  1. Appena vista l'anteprima subito mi sono detta "ma questa e' la palette che non la 'incantava'!" :D!
    Sono contenta di sentirti cambiare idea in positivo, e' sempre bello rispolverare qualcosa per cui si sono spesi soldi e tempo per capirci qualcosa, e riuscire finalmente a trovarcisi bene :).
    P.S.
    Detto tra noi, e' proprio per questo che non capisco chi dice "dopo un uso e' finito nel cestino!" (e non per un problema allergico)...che fastidio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata una sopresa bellissima.... davvero ormai non contavo più di imparare ad amarla<3

      Elimina
  2. Succede, delle volte si interpreta male un prodotto e poi lo si rivaluta ;) Poi Laura ne sa sempre una più del diavolo, può farti scoprire cose meravigliose <3
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero tutto, soprattutto la parte su Laura :)

      Elimina
  3. Bella cosa avere un'amica MUA! XD
    Sono contenta che tu adesso riesca a goderti questo acquisto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poverina... la instupidisco di domande... :D

      Elimina
  4. Felicissima di averti aiutato a riscoprire questa piccola meraviglia! ^^ Ora mi raccomando, sfruttala a dovere, e vieni a trovarmi presto per un altro rendez-vous! Baciooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora pubblicamente grazie.... ci vediamo presto!<3

      Elimina
  5. che bello quando scopri la chiave di volta per usare un prodotto e amarlo!
    w le giornate di sushi e di shopping! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii...quei nostri sabato sono sacri:)

      Elimina
  6. Ma sai che mi è successa la stessa cosa con una palette di Make Up Forever? Bellissimi colori, ma una volta applicati parevano così smorti. Poi, cercando di riprodurre un trucco guardando un video, la tizia lo picchiettava con un pennello piccolino, pressando il colore, piano piano. Ero così *0* e da allora mi è piaciuta sempre di più. Uso lo stesso metodo con alcuni ombretti Nabla e con alcuni in crema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Secondo me è che siamo così abituate ad applicare tutto sfumando che dimenticahiamo che non è il solo modo ... Che bello leggere che anche per te è stato picevole riscoprire una palette:)

      Elimina
  7. evvai!Da fan dei prodotti e delle palette Chanel non posso che gioire!
    Con le varie palette Chanel che ho mi sono sempre trovata alla grande, tranne che con una, e non riesco a capire le critiche che vengono spesso mosse...l'unica critica che posso fare io riguarda il prezzo elevato!
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' sì...economiche proprio non sono eh.... però per il resto non mi avevano mai deluso fino a questa palette...ed oggi posso dire mai in assoluto:)

      Elimina
  8. A me succede spesso con i cosmetici di cambiare opinione....comunque questa palette è davvero bella!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io cerco prima di dare un parere di darmi tempo e sperimentarla in ogni modo.... ma stavolta senza saggi consigli esterni nonci sarei arrivata a capirla !

      Elimina
  9. Sono felice che tu abbia cambiato idea perché è sempre bello riscoprire un cosmetico che all'inizio non ci aveva incantate. Ricordo che ne parlammo anche su fb...
    Solo che mi chiedo: se l'innovazione non la fanno loro, che hanno i soldi per fare una guerra, chi dovrebbe farne? spetta ad altri l'onere di spendere per migliorare la resa, la piacevolezza d'uso, la sfumabilità di un prodotto? Non tutte abbiamo una mua a disposizione che ci spieghi come fare. Sono palette bellissime e chiunque le compri dovrebbe essere in grado di utilizzarle con facilità senza prima dover fare una chiacchierata con chi ne sa di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai io credo che l'innovazione la facciano eccome, basta pensare ad Epatant o Particuliere. Solo che hanno anche clienti che magari per gusto o fascia d'età vogliono prodotti più classici. Probabilmente proprio perchè considerati classici non sono stati "spiegati". Ciò non toglie, come dicevo in chiusura di post, che qualche spiegazione in più male non avrebbe fatto.

      Elimina
  10. Oddio mi viene in mente la scena di Aldo Giovanni e Giacomo dove Aldo diceva la stessa cosaXD Però si in effetti è bellissimo avere simili epifanie, è come comprare un nuovo prodotto, si vive nuovamente l'ebbrezza della novità:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Adesso passerò il resto della sera a cercare di capire di quale scena parli... :D

      Elimina
  11. E' capitato anche a me con un sacco di prodotti. Ad esempio su un pennello Elf della linea base o sul Maisenza. Ecco, su quest'ultimo ho cambiato idea più volte...
    Carina la palette, davvero universale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Superato il problema di comprensione che abbiamo avuto, te lo confermo: è un passepartout splendido e molto versatile.

      Elimina
  12. Sono felice, è sempre bello riscoprire cose prima non apprezzate :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata una mega lezione: di make up, ma anche sui giudizi e sui pareri....

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero