Non mi incanti, mia cara Chanel

E' con vero dispiacere che scrivo questo post. Quando un prodotto che ha tanto desiderato e voluto si rivela molto inferiore alle tue aspettative è sempre un brutto momento. Quando poi parli di un prodotto di alta gamma, dal prezzo notevole e dal prestigio universalmente noto, è ancora peggio. Anche per questo, ho rimandato a lungo questo momento, sperando e illudendomi che potessi nel tempo riuscire a costruire un rapporto migliore con la mia palette Charming  Ombres Matelassées de Chanel

 
 
E' stato un regalo di Natale: io credevo potesse essere, in chic e in meglio, un mix delle millemila versioni della Naked, con tanto di colori opachi e illuminante. Un gioiello tutto fare. Ero praticamente certa che l'avrei amata. 

Per essere chic, lo è senza dubbi: come tutti i prodotti Chanel ha quel packaging che la fa riconoscere tra mille, curato ed elegante, discreto ma non invisibile. E' insomma una do quegli oggetti che sta bene in bella mostra e che fa, a prescindere dalla sua utilità, piacere possedere.

Ma la texture e resa degli ombretti è stata su di me, assai deludente. Sono colori "tradizionali", e questo era esattamente quello che volevo. Ma trovo la loro applicazione difficilissima: non riesco a sfumarli, se non a dura pena e con risultati non sempre soddisfacenti e, anche con il primer, mi sono ritrovata spesso a metà giornata quasi del tutto struccata. E, più di quanto sia ammissibile per un prodotto di questo range e costo (poco meno di 60€) me ne sono trovata spesso troppo in fallout.

Ci ho provato più volte, prima di dirlo pubblicamente, ma è proprio così: io e questi ombretti non andiamo d'accordo. Continuo ad usarli, per piccoli ritocchi o per minimi interventi, ma credo sia stata la delusione cosmetica maggiore degli ultimi mesi, se non anni. Purtroppo. Tanto amo i loro Illusion d'Ombres tanto detesto questi.



La ricomprerei: no

La consiglierei: no

La regalerei: no



14 commenti:

  1. "In chic e in meglio, un mix delle millemila versioni della Naked"
    anche io appena ho visto la foto l'ho pensato, ma leggendo la recensione ho capito di sbagliarmi.
    Peccato perché concettualmente mi sembrava un prodotto interessante per chi ama l'high end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teoricamente, resta una splendida idea. Su di me però la resa è pessima. :(

      Elimina
  2. Cavolo che peccato, l'avresti sfruttata tanto e invece ti ritrovi un soprammobile :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Foffy ma sai che ancora adesso una piccola parte di me non vuole rassegnarsi e pensa che sia colpa mia?? Poi ci riprovo e di nuovo, no...non è colpa mia...

      Elimina
  3. Ciao Hermosa,
    con gli anni sono arrivata ad una conclusione o ombretti in polvere libera almeno se mi cade qualcosa so il perchè o ombretti di inglot altro non mi faccio abbindolare....richiedo certe performance ad un ombretto così ho deciso che certi marchi proprio non li guardo più tiro dritto e la curiosità la lascio lì insieme a un non acquisto. Baci buona giornata Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhhh...io ai richiemi delle sirene tentatrici non so resistere....;)

      Elimina
  4. Davvero mi domando come sia possibile che un marchio così blasonato possa prendere una tale cantonata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah....credo che una consumatrice meno "maniaca" e con meno paragoni possibili tra i suoi ombretti forse ne potrebbe essere felice, sai?? Di certo, nond ovrebbe avere la mia palpebra;)

      Elimina
  5. Che peccato,il mix di colori è stupendo! sicuramente le hai tentate di tutte,ma avevo letto di ombretti a cui era stato grattata via la superficie per renderli scriventi..non so..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questi scrivono eh...solo si stendono malissimo e durano anche meno...

      Elimina
  6. Anche io mi chiedo sempre come le marche ultra costose e famose riescano a prendere certe cantonate..a volte me lo spiego con delle partite fallate..insomma non posso credere che volontariamente vendano a sessanta euro un prodotto scadente, anche per un discorso di immagine..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hum...preferisco l'idea di una nostra incompatibilità a quella dell'assenza di controlli di qualità (e visto il brand, mi sembra anche decisamente più credibile)...

      Elimina
  7. Ciao! Io ho letto in giro che la qualità e composizione degli ombretti (e prodotti in genere)Chanel è tale e quale ad un brand di marca inferiore! Bellaoggi. Qualcuna di voi ne ha sentito parlare o ha testato questa ipotesi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta, io non ne ho mai sentito parlare...C'era una voce simile su Bourjois, ma non ne ho mai trovato conferma attendibile...

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero