Tutto quello che ho imparato suitatuaggi, tatuandomi #lacura

Che mi sono tatuata, ormai lo sanno anchei sassi. E che dopo il primo tattoo sia entrata in un loop bellissimo di altri tatuaggi e progetti e idee, anche. Nel caso vi foste perse qualche puntata, trovate tutto qui. 

C'è però stato un aspetto squisitamente cosmetico nel mio tatuarsi che è quello relativo alla cura della ferita (di fatto, fisicamente parlando, questo è un tatuaggio appena eseguito). Dopo un po' di ricerche online di consigli da parte di amiche già tautate, mi sono decisa ad usare la Tattoo Defender [After Ink] che infatti, per riprendere il discorso del tatuaggio=ferita è un dispositivo medico autorizzato dal Ministero della Salute.




Già il fatto che nella foto ci siano due versioni, una decisamente agli sgoccioli e l'altra- priva di petrolato- appena comprata basta a farvi capire che mi sono trovata bene, vero? Le ho acquistate entrambe su Amazon, a poco meno di 20€ ognuna. 

Entrambe le creme hanno una bella consistenza, densa senza essere pastosa, e un profumo leggerissimo, che ricorda vagamente le creme per bambini ma che svanisce rapidamente. Per quanto mi riguarda però l'aspetto migliore è che si assorbono bene, non ungono per nulla e aiutano il tatuaggio a guarire meglio e prima.  

La formula dell' [After Ink] nature contiene acido ialuronico, burro di karitè, Vitamina PP e Pantenolo e consente la creazione di una efficace barriera protettiva aiutando di fatto il tattoo a guarire meglio e prima. 

Vorrei dirvi che la scelta tra una versione o l'altra è tutta alla vostra sensibilità bio (non ho notato alcuna differenza di resa trai due prodotti) ma mi sa che non è così: guardando sul sito oggi la versione non bio non risulta più disponibile. Di fatto, non avete scelta... ma questo mi pare anche confermi la mia sensazione: non hanno creato una versione "specchieto allodole" per il target bio, hanno direttamente migliorato il prodotto.  

Ergo, se siete tatuate o se state pensando di tatuarvi, mi sento assolutamente di consigliarvela. Anche perchè, siamo serie: è bio, funziona e ha un packaging strepitoso. Che gli si può chiedere di più??



La ricomprerei: sì, l'ho già fatto

La consiglierei: sì

La regalerei: sì, ovviamente a appassionati di tattoo.  

2 commenti:

  1. Avrei dovuto fare quarto e quinto tatuaggio il mese scorso, poi ho dovuto cancellare ç__ç
    Di solito vado di Bepanthenol, è il prodotto che mi hanno consigliato la prima volta e che anche gli altri tatuatori da cui sono stata hanno consigliato, ma questo prodotto mi incuriosisce da molto tempo e penso che prima o poi lo proverò. Perché quarto e quinto tatuaggio sono stati solo rimandati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo contiene Bepanthenol eh. Assieme ad altri ingredienti, che aiutano la cicatrizzazione. Io lo uso sempre, anche ora che i miei tatuaggi sono tutti ben guariti (e certo che sono stati solo rimandati, mi pare OVVIO).

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero