Cercando "I mille e un giorno"

Il mondo orientale esercita sempre un grande fascino su di me. E' una cultura antichissima, che oggi viene spesso ignorata o, peggio ancora, ingiustamente demonizzata. Proprio perchè così poco nota, mi incuriosisce moltissimo. Per questo, quando ho visto Alif, l'invisibile mi sono fatta affascinare facilissimamente


E' un libro che di per sè ha una storia interessante, che mi piacerebbe conoscere meglio: la sua autrice, che scrive anche fumetti - tenete a mente questo dettaglio- si è convertita all'Islam. Sono perfettamente consapevole di quanto questa mia curiosità possa apparire provinciale, non per questo proverò a nasconderla. Se può servire a farvi capire meglio, vi dirò che qualsiasi conversione mi incuriosisce sempre molto.

Tornando al  libro. Parte bene, con un misto di modernissimi hacker e antichissimi demoni ma, man a mano, tende a perdersi: la credibilità diminuisce, senza però mai cedere davvero alla struttura narrante di un fantasy. 

Mi spiego meglio: in una favola, non ho nessun problema ad accettare che una volpe parli: è la sua chiave narrativa. In un noir, una volpe parlante è ammessa solo se frutto di allucinazioni sotto droga di uno dei personaggi. In questo libro invece si parte con un registro narrativo per poi tentare di passare a uno del tutto diverso, senza riuscirci per bene, a mio avviso. 

Però come fumetto, ecco... come fumetto non sarebbe male. E forse è proprio il suo essere fumettista il limite e pregio dell'autrice di questo libro. 

Che poi, dico io: a me i fumetti piacciono molto e li considero, senza alcun problema, letteratura. Perchè non scegliere la struttura narrativa più naturalmente adatta a questa storia??

Resta però affascinante l'idea che esista un "negativo" delle Mille e una notte, I mille e un giorno. Cosa non darei perchè fosse vero e potessi leggere quel libro....



10 commenti:

  1. Mi sa che cercherò di recuperarlo, mi hai incuriosita parecchio.

    RispondiElimina
  2. Il fumetto di livello è letteratura, come letteratura lo sono i libri di livello ^^.
    Il fumetto da poco è spazzatura, come spazzatura lo sono i libri da poco.
    Io questo credo. E davvero non capisco come mai al giorno d'oggi ancora ci si ostina a vederlo come un reparto per bambini.
    Ma non mi soffermo oltre XD. Devo dire con sincerità che la trama non mi ispira, mh...

    RispondiElimina
  3. La cultura orientale con le sue tradizione mi appassiona molto e da tempo! Ci sono buone notizie dal campo filosofico è iniziata un'apertura che vorrebbe condurre al dialogo tra occidente e oriente a partire proprio dagli esponenti religiosi. Oltre alla possibilità di una dialogo mi interessa molto l'estetica giapponese e l'antichissima filosofia cinese (ora può essere considerata finalmente tale). Tra le mie future letture ci sarà il Corano (mi manca ancora da approfondire) questo libro sembra interessante anche se, giustamente, anche io troverei strana l'intrusione di una volpe parlante in un genere non diverso dal fantasy o dalla fiaba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del Corano ho letto solo alcuni brani. Come della Bibbia d'altronde. Io sono più affascinanta da quello che chiamiamo "medio-oriente" ma concordo con te sulle recenti nuove aperture, che non possono che essere benvenute!

      Elimina
  4. Non mi ispira..però sono contenta di non essere l'unica ad essere affascinatissima dall'esotico:)

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero