Listography: People you've lived with

Il tema della Listography di oggi è tema a cui non avevo mai pensato prima. Se non avessi deciso di prendere parte a questo progetto, probabilmente non mi sarei mai soffermata a ricordare le varie persone con cui ho vissuto. Non che non ci pensi mai, semplicemente non ci avevo mai pensato così attentamente.

Esclusa la mia famiglia e mio marito, non ho vissuto con molte altre persone. Anzi. Se dovessi attenermi al senso letterale della lista, ho condiviso una casa solo all'ultimo anno di università, con due ragazze con cui andavo mediamente d'accordo ma che oggi non sento più. Senza lode e senza infamia. Per intendersi, nessuna di loro mi ha mai lasciato una nota divertente come questa


Però io credo di poter inserire a giusto titolo le mie amiche dell'Erasmus in questo elenco: vivevamo in campus, e ognuna aveva la sua stanzetta, ma la nostra vita era comune e condivisa. Dai pranzi alle cene, passando per i pomeriggi di studio o le giornate di pulizia e riassetto: abbiamo condiviso tutto. Mantenendo poi la possibilità di chiudere la porta e starcene in santa pace. Per l'orsa che è in me (sì, sono un po' gazza. Ma sono anche molto orsa, credetemi) la soluzione perfetta.

Con la mia "vicina di muro" avevo anche un codice per le emergenze, in caso di malori o altro: l'ho usato una sera, mentre litigavo alle due di notte con il mio ragazzetto di allora perchè volevo andasse via. Lei è apparsa in vestaglia, con i capelli in disordine e il segno del cuscino in viso, brandendo una scopa per difendermi. Ditemi voi se non devo pensare a lei come a una coinquilina ideale. E di biglietti infilati sotto la porta, ne ho decine conservati :) 

Chè poi, anche "imbrogliando", la mia lista resta bella corta. 

E voi: avete voluto/dovuto condividere al 100% difficoltà e gioie della vita quotidiana o siete orsacchiotte come me?

12 commenti:

  1. Orso, orsissimo! Mai avuti coinquilini, e dire che i miei avevano proposto di lasciarmi l'intero introito dell'affitto, pur di farmi fare l'esperienza di convivere con altre persone. Zero!
    Ho vissuto solo con la mia famiglia e, da 6 anni, con mia sorella, ma ricordo con amore i due anni trascorsi sola soletta! *_* Abitare da soli dovrebbe essere contemplato tra i diritti fondamentali dell'essere umano. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao amica orsetta :D

      Comunque in realtà essere troppo orse non va bene: è bello condividere e vivere assieme. Il problema è trovare le persone giuste con cui farlo....

      Elimina
  2. ma che carina la tua amica, me la stavo immaginando con la scopa!!! Io il primo anno di università ho vissuto con altre due ragazze, inizialmente si andava d'accordo (mi hanno fatto anche da cupido..) ma poi si sono create divergenze riguardanti l'organizzazione in casa e la convivenza era diventata impossibile....loro dormivano e non frequentavano, io stavo all'università dalla mattina fino alla sera e trovavo sempre il caos. Ma ero la "piccolina" e se ne approfittavano...alla fine ognuna per la sua strada. Per fortuna poi, grazie al mio ex, ho conosciuto la mia seconda e ultima coinquilina che è diventata una sorella per me. Un persona splendida che rallegrava ogni mia giornata e, a volte, mi ha fatto da mamma. Casa nostra era piccina ma c'era sempre gente che entrava e usciva, le mie (e le sue) amiche potevano restare a dormire senza problemi, si stava tutte insieme a goderci le serate in allegria. Ma ognuna manteneva comunque i suoi spazi. Insomma ho un ricordo davvero piacevole. E anche lei, quando ho lasciato il mio ex (che mi ha perseguitata un po'), mi ha fatto da guardia del corpo. Per una come me che sta benissimo da sola, trovare lei è stata una gran fortuna. Un bacione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco...quello che intendevo con il commento di sopra è esattamente quello che dici tu: con la giusta compagnia, può essere incredibilmente piacevole (bellissima la vostra casa "sempre aperta")

      Elimina
  3. le mie convivenze bolognesi sono state istruttive e fantastiche! avevo anche io la mia stanzetta singola e convivevo con 4 uomini. da figlia unica mi sorprende come la cosa non mi abbia traumatizzata XD
    in inghilterra è andata peggio, eravamo in 5 ma con una ho smesso di parlarle quando, dopo essermi lasciata con il mio allora ragazzo inglese, le ho chiesto di non farlo entrare in casa quando non c'ero o senza dirmelo (erano diventati amici) e lei non solo lo ha fatto entrare ma gli ha lasciato prendere delle cose che mi aveva regalato. e lei ancora negava. anzi, non mi parlava proprio. sorellanza zero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che brutta storia quella della tua coinquilina antipatica... Questi sono i rischi per cui ho sempre esitato tanto...

      Elimina
  4. La scena della tua amica è bellissima *.*!!
    Io mai avuto convivenze. Nemmeno per l'università, perchè l'ho vissuta da pendolare.
    Solo con la famiglia. Anche se vorrei tantissimo poter andare a vivere sola; sono mooolto orsa io ;).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sola-sola alla fine non ho mai vissuto. Ma quando Mister Hermoso sta fuori per mesi, devo dire che non sto malissimo eh....;)

      Elimina
  5. Mi piacerebbe,anzi mi sarebbe piaciuto,fare un'esperienza da orsa ma con l'opzione amiche a portata di muro ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, è l'opzione ideale;)

      Elimina
  6. Come si fa a non amare la ragazza che ha scritto questo biglietto? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..che io non conosco perchè l'ho preso dalla rete. Però sì, in effetti la amo un po' anche io ;)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero