Non si possono paragonare patate e cipolle

No, questo post non segna il ritorno di ricette sul blog (ma arriva pure quello, promesso). Il titolo è come mi furono spiegate le equivalenze quando ero alle elementari. Quindi ora penserete che ho improvvisamente deciso di inaugurare una nuova rubrica dedicata alla matematica. No, state tranquille, nemmeno questo.

Ho però scoperto che è arrivato anche da noi in Italia ( e se c’è un  negozio da me, sono ragionevolmente certa che ci siano in tutta Italia) Equivalenza, un brand spagnolo che si definisce la “marca bianca” dei profumi.

Il concetto è lo stesso di ogni marca bianca: anziché comprare il detersivo X, dal nome iper pubblicizzato e dal costo alto, esiste il detersivo marca bianca, che svolge le stesse funzioni, è similissimo in ingredienti e profumazione ma costa mooolto meno. Solo che qui si parla di profumi. Hanno come nome un codice e sono catalogati per famiglie olfattive (fruttato, floreale, speziato etc). Nei fatti, ogni codice vi ricorderà tantissimo un profumo famoso e blasonato, e davvero basta annusarlo per riconoscerlo. 

Ovviamente, non troverete tutti i profumi, e se cercate la copia dei profumi di Etat Libre d’Orange potete dimenticarli serenamente. Ma molti dei profumi più noti e venduti, ci sono. Altrettanto ovviamente, la somiglianza che sente il vostro naso è solo “impressione vostra”, perché da nessun parte è indicata ufficialmente questa somiglianza. Né altrimenti potrebbe essere. Sono dupe olfattivi, ecco cosa sono.

Da brava scettica, quando ho saputo che avevano aperto un punto vendita nella mia città, sono andata ad annusare di persona personalmente. Ho immediatamente pensato a un profumo che mia madre ha usato per anni e anni (Opium) quando ne ho testato uno della famiglia degli orientali. Oggettivamente, come vi ho detto prima, è bastato annusarlo perché lo riconoscessi. Mi è però sembrato che la durata fosse decisamente più bassa e che scomparisse prima: ma l’ho spruzzato su un tester, quindi non posso che considerarla, per ora, un’impressione. A questo punto, visti i prezzi (un 30ml costa 9€, mentre i 100ml 20€) ho voluto giocare: non avendo ancora il mio profumo del cuore, ho scelto liberamente tra quelli presenti in negozio secondo il mio gusto. 


Solo dopo ho scoperto a quale profumo famoso un naso poco attento alle sfumature di testa, cuore e note di fondo come il mio potrebbe erroneamente paragonarlo: ha un nome più che maestoso... provate a indovinare? 

Anche questo, che ho testato sui polsi prima di acquistare, mi ha dato l’impressione che evapori prima, ma saprò dirvi meglio solo con l’uso e il tempo. Il packaging è spartano, ma in questo caso non mi infastidisce. 

E insomma, magari è vero che patate e cipolle non si possono paragonare...ma un buon minestrone viene comunque fuori, no? ;)


37 commenti:

  1. Patate e cipolle sono buone anche al forno, con del pomodorino sopra *___* sbav!! Prova XD!
    Questa dei profumi bianchi mi è completamente nuova!
    Proverò a suggerire questa marca a qualche conoscente appassionata; io detesto i profumi ^_^'', ma per chi li usa è sicuramente qualcosa di moooolto interessante :D!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (le patate sono buone sempre!!)

      Suggerisci, e poi fammi sapere;)

      Elimina
  2. Ho trovato in Egitto lo stesso sistema, dupe di profumi famosi, ma con la differenza che lì li vendevano dentro dei negozi di dubbia serietà... Ne ho comprati un paio, ma ancora non mi fido ad usarli...
    Ho pure preso l'olio di argan, ma da quanto l'ho pagato evidentemente era olio di semi di girasole: chissà se c'è un modo per riconoscerlo prima di usarlo per evitare di fare danni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhhmm...onestamente non credo ci siano molti modi. Anche a me in Egitto provarono a venderli ma lì ebbi timore di reazioni allergiche e non li presi: questi invece sono ben testati e insomma, mi fido un po' di più :D

      Elimina
  3. Mio zio ha fatto il rappresentante di articoli per parrucchieri per molti anni e per molti anni le donne di casa hanno ricevuto le "copie" dei profumi più famosi che venivano distribuite, appunto, nei saloni di parrucchieri a prezzi molto competitivi, con un pack e un nome diverso ma dal bouquet chiaramente "copiato" dai profumi di marca... una versione un po' più raffinata dei profumi contraffatti con nomi un po' beffardi che si trovavano vent'anni fa sulle bancarelle! :)

    Sì, per giocare sono l'ideale. Io mi sono allontanata da un po' dalla profumeria commerciale e ora quello che mi interessa di più di un profumo sono la persistenza e la complessità del bouquet, ma cavoli, a quei prezzi i prodotti di cui parli avranno sicuramente un mercato molto ampio e... giocoso! Buon divertimento!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I profumi con i nomi beffardi mi piacevano tantissimo, molto più per il nome che per altro*_*

      Io non ho un profumo del cuore, quindi giocare con questi a questi prezzi mi pare perfetto;)

      Elimina
  4. non conoscevo questa "marca bianca" ma c'è una casa (non ricordo bene il nome ma è un qualcosa simile a Yodeima!) che già produce profumi copia di quelli originali. Io non ne ho mai comprati perché i profumi per me sono sacri! XD però c'era qualche amica o qualcuno che aveva provato e anche io ricordo di aver riscontrato questa cosa della durata, come se si dissolvessero prima, con facilità!
    comunque non riesco a inquadrare un profumo per te, ma, no so perché, se devo immaginare un profumo per te penso automaticamente a Pure Poison di Dior!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insisto: a me la durata sembra minore... Per il profumo, dovró sniffare quello che dici tu, ma non è questo;)

      Elimina
    2. Concordo, i profumi sono molto simili a quelli originali. Mi sembrava di aver fatto un grande affare e ne ho acquistati diversi anche per i membri della mia famiglia. Putroppo il difetto e' la durata, in poche decine di minuti svaniscono non lasciando alcuna traccia

      Elimina
  5. Io in Spagna ho trovato Perfumarte, il concetto è lo stesso, copie di profumi famosi. Presi 4 profumi, tra cui il "pure poison" che piaceva moltissimo a mia madre e sapevo che aveva appena finito l'originale. Lei è molto sensibile agli ftalati (che si trovano soprattutto nei profumi muschiati sintetici) e purtroppo se con l'originale non ha avuto problemi, con la copia invece accusa forti mal di testa e nausea. Io con le mie copie mi trovo abbastanza bene, mi piacciono anche se durano davvero poco sulla pelle. Insomma...la qualità nei profumi si paga cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche questo è un brand spagnolo! Mi spiace per l'esperienza di tua madre, purtroppo credo che le marche bianche siano utilizzabili soprattutto quando si ha, come dico io, la pelle d'asino;)

      Elimina
  6. Che ti sei innamorata del fake di Chanel n.5?

    RispondiElimina
  7. Dannazione, è come con Wjcon, c'è in altre regioni, ma a Milano no. Non è giusto.

    Per il profumo, mh, non sono molto ferrata, ma potrebbe essere Lady Million?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O-o Wjcon non è a Milano??? Madai!!

      Nuuuu (questo mi sa non c'era nemmeno)

      Elimina
  8. Io ho talmente tanti profumi che non potrei mai pensare di comprarne altri, per quanto poco costosi! Mi piacciono li compro e poi non li metto spesso me ne dimentico... che donna strana sono! o.O

    Anche io sapevo di questa cosa in italia presso i parrucchieri ma non ho mai visto negozi simili... come hai fatto a scoprire a che profumo assomiglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu, se lo conosci appena lo senti lo ri-conosci. E poi, ehm, ecco...c'è una lista di equivalenze;)

      Elimina
  9. al mercato dove vado io ci sono quelli che vendono i profumi imitazione, o almeno credo siano imitazioni (e se non lo sono, sono rubati perché il prezzo è troppo più basso!!) diciamo che non ho mai speso troppo per un profumo quindi già 9 euro per me è tanto :) non usandoli sempre ma solo magari al sabato o quando esco... però se li trovassi, proverei, non si sa mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vado a periodi: ci sono mesi in cui ne uso tantissimo e mesi- generalmente i più caldf -in cui mi dimentico letteralmente di averli:) Aver preso un profumo adesso è un segnale dell'arrivo dell'autunno...

      Elimina
  10. Una mia amica macedone mi aveva portato dal suo paese la copia di un profumo, mi sembra fosse lo Chanel n.5 e nonmi aveva dato nessun problema: durava meno,(avevo confrontato con l'originale di mia mamma), ma a me i profumi stufano tanto tanto velocemente e mi piaceva proprio per quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Un difetto che diventa pregio!

      Elimina
  11. Provo: Paris di YSL? Anni fa (più di 20), lavoravo per una ditta italiana che vendeva imitazioni favolose: si chiamava Ferrarini ed erano davvero in tutto e per tutto uguali agli originali (e fu lì che scoprii la mia allergia al Giorgio Beverly Hills...). Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quindi i dupe olfattivi non sono di certo una novità...solo che stavolta si sono messi a commercializzarlo meglio, forse :)

      Elimina
    2. Sicuramente: comunque allora, qualitativamente parlando, erano migliori e , soprattutto, Made in Italy. :)

      Elimina
  12. Io ho un profumo di un marchio italiano che produce, come questo, dei "dupe olfattivi", come li hai denominati tu. Avevo scelto l'equivalente di Classique di Jean Paul Gaultier. Con 6€ ho preso 50 ml di prodotto e devo dire che mi trovo bene. Si somigliano molto e questo dura anche a lungo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', ma il tuo è nettamente migliore: più economico e di maggiore durata!

      Elimina
  13. Ganza questa cosa, non ne sapevo nulla ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piper, ma tu che dici Ganza si fantastica *_*

      Elimina
    2. Lol, a volte mi scordo che non è diffuso xD

      Elimina
    3. ;) però è carinissimo da sentire proprio perchè è così!

      Elimina
  14. ma sai che forse sta aprendo anche da me questo negozio? proprio ieri sono stata in un centro commerciale e ho notato un negozio che deve ancora aprire con lo slogan "cambia il modo di concepire il profumo" o qualcosa del genere. se non fosse per il tuo post che avevo letto, forse non l'avrei neanche notato!! :)
    non c'era però il nome del negozio, solo il simboletto (quelle due specie di foglioline che si trovano accanto al nome). il bello è che stavo con il mio ragazzo, e quando ho notato questo negozio ho esclamato: "forse è quello di cui ha parlato hermosa!!!!"!! ovviamente lui mi ha guardato basito!! ;)
    ps: adesso però ci dici a che profumo somiglia questo che hai preso??? dai su, provo anch'io!!! belle d'opium di yves saint laurent??
    ps2: un applauso per le volte che ho scritto "negozio", ahahahah!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa non darei per aver visto la faccia del tuo ragazzo !!!

      Elimina
    2. ahahahah!!!! diciamo che ha inarcato un solo sopracciglio (non so come ci riesca, io non lo so fare!), strabuzzato gli occhi e aperto leggermente la bocca... ecco, più o meno era così!! :)

      Elimina
    3. Ok. Descrizione perfetta!

      Elimina
  15. Buonasera secondo me hai acquistato l'imitazione di d&g l'imperatrice numero 126

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero