Super Size? No, grazie

Onestamente, spero che tutte voi abbiate già visto Super Size Me.


E' un documentario del 2004, basato su un "esperimento estremo" filmato nelle sue varie tappe: un uomo perfettamente in forma che decide di mangiare, per un intero mese, solo cibo del Mac Donald's seguendo queste regole:
  • mangiare tre pasti McDonald's al giorno;
  • assaggiare almeno una volta ogni opzione dei menu McDonald's;
  • non acquistare nulla che non sia sul menu;
  • accettare di prendere il menu Super Size solo se invitato a farlo.


I risultati potranno davvero sorprendervi solo se non vi siete mai fermate a pensare cosa mangiate. Altrimenti non vi diranno niente di nuovo. Almeno, non disse niente di nuovo a me. Eppure vederlo ebbe un benefico effetto su di me: è banale da dire, ma vedere certe cose fa davvero effetto. E non sono stata la sola: dopo l'uscita del film, McDonald's ha deciso di ritirare dal mercato il menu Super Size!

Da allora ad oggi, e sono passati più di 5 anni, credo di aver mangiato in un fast food non più di 5 volte (in realtà ne ricordo tre, ma qualcosa l'avrò rimossa..).

Attenzione: non è che non abbia più mangiato hamburger. Me li sono fatti a casa, con il pane del forno del paese e la carne chianina certificata DOP.   

E, nonostante tutto quello che avevo visto e imparato, fino a poche settimane fa ho continuato a riconoscere la bontà delle loro patatine (appena) fritte. 

Dico fino a poche settimane fa perchè poi ho letto - lo vedete anche nel riquadro Anobii- il libro di M. Pollan, "Il Dilemma dell'onnivoro" (che ho comprato per sbaglio nella versione per adolescenti, segnali dell'inconscio pre compleanno a go-go..). Ma questo è un altro post...  

41 commenti:

  1. noooooooo...e questo finale aperto??? non va beneeee X)

    RispondiElimina
  2. io non mangio mai nei fast food... alle scuole medie mi fecero leggere un libro "Faccia da turco" che raccontava la dura vita dei turchi immigrati in germania... l'autore era un giornalista tedesco che travestito da turco lavorava nei fast food e ne raccontava tutti i segreti. Da quel momento non ho voluto più metterci piede (al massimo ci sono entrata se costretta)...
    Le cose fatte in casa e genuine sono sempre le più buone!
    Baciii
    Timeless Mode

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo molte delle cose sui fast foood , e in generale sul mangiare fuori, spesso sono vere. Non sempre e non tutte, ma spesso...

      Elimina
  3. l'ho visto mi sembra l'anno scorso. io quando mangio da McDonald o da Burger King sto SEMPRE male e quindi non ci vado praticamente mai...però ecco loro panini mi piacciono tanto. quelli fatti in casa hanno tutto un altro gusto. sarà che hanno meno porcherie!
    sono curiosa di leggere il post sul libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, almeno ti piacciono. A me se mi dai due panini diversi mica sento sapori diversi: per me hano tutti lo stesso...

      Elimina
  4. Ho visto questo documentario qualche settimana fa. L'ho scoperto per necessità, per preparare un esame universitario e poi mi si è aperto un mondo! Non frequento i fast food, non se si considera che in un anno potrei mangiarci al massimo due volte e in ogni caso non esagero mai, non ordino menu large o supersize e non chiedo extra. Il documentario però, nonostante sapessi la maggior parte delle nozioni proposte, mi ha scosso e non poco e mi ha fatto pensare che purtroppo c'è ancora molta gente che non riceve una corretta educazione al cibo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto verissimo. Il vero valore di questo documentario sta nel fatto che vedere certe cose, raccontate pianamente, senza fanatisimi di sorta, fa piú effetto di ogni campagna terrorista.

      Elimina
  5. Dio mio quel film.
    Ogni volta che passo davanti ad un fast food ci penso e sto male. E sono come te: ho voglia di hamburger? Pane del fornaio, carne del macellaio e faccio da me, grazie :D tra l'altro trovo sia anche migliore.

    Per le patatine... uff, che dilemma :D ma una delle -mille- cose belle della rete è che ci sono un sacco di siti di cucina (Tastespotting... lo amo!) che propongono varianti "healthy" di cose del genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero che sono piú buoni????

      Per le patatine: mi hai introdotto a un nuovo, fantastico sito. Ti adoro.

      Elimina
    2. Aaaah, non conoscevi Tastespotting?! E' la mia droga! Le ricette che vengono postate sono assurde!

      Ricambio l'adorazione, lo sai :D

      Elimina
  6. Eh no, ora ci devi dire del libro!!

    RispondiElimina
  7. io ci ho mangiato spesso col mio ex, tipo 7 anni fa, ora non ci vado praticamente più.... so che fa male, ma mangiare sempre lo stesso cibo fa male, mangia insalate per tre mesi e dopo vediamo com'è... ho abbandonato il mc e i fast food perché ho letto delle cose sui loro comportamento verso gli animali che è poco etico.. il film l'ho visto che avevo già smesso... per fortuna :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto che qualsiasi alimento , mangiato in maniera esclusiva, possa essere dannoso sono d'accordo. Infatti l'esperimento l'ho definito "estremo". Però dubito che gli effetti di un mese alimentandosi con solo quello che puoi comprare dal tuo fruttivendolo sotto casa siano così devastanti. Ovvio che se un giorno ti viene la voglia di un hamburger, mangialo senza problemi. Io lo farei, se me ne venisse voglia. Ma non mi succede più:)

      Elimina
  8. Non per niente si chiama cibo spazzatura...ma come si fa a resistere?!?
    Io adoro McDonalds e Burger King :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io più che resistere parlerei di moderazione:)

      Elimina
  9. Io devo vederlo ma lo conoscevo già (me ne aveva parlato il mio ragazzo)... Noi qualche volta andiamo nei fast food e io adoro i loro panini (purtroppo!), però senza mai esagerare e considerando che normalmente mangiamo sano ed equilibrato...
    Sicuramente però sono d'accordo sul fatto che dovrebbe esserci molta più informazione sul cibo che mangiamo (non solo dei fast food, anche quello del supermercato) e sul modo di cucinarlo... E la cosa dovrebbe essere insegnata fin dall'asilo, in modo che i bambini, futuri adulti, crescano con una giusta prospettiva verso il cibo!
    Ahimè credo sia quasi un progetto utopistico...

    Boo di insanebazar.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che una volta ogni tanto certo non ti ucciderà e che se ti piacciono fai bene a farlo. Come quando si parla di INCI però penso anche se sia fondamentale farlo in maniera consapevole: questo film aiuta moltissimo in questo senso. Fammi sapere cosa ne pensi dopo averlo visto!

      Elimina
  10. eeh conosco supersize me... oggi ho mangiato al mac dopo tantissimo tempo, ho preso il menù con il new york crispy (buono da morì, innegabile) ma tra patatine, mega coca e mega panino non ce l'ho fatta a finire tutto... si è riempito anche il mio ragazzo che di solito ha sempre fame dopo!! io di solito ordino sempre happy meal almeno finisco tutto ^^

    RispondiElimina
  11. Emmm io ci ho lavorato al Mc Donald's, per 1 anno e mezzo ed ho perduto 12 chili. Adesso mi prenderete per folle, ma quel posto è tremendo lavorativamente parlando, i turni erano massacranti, la gente un po' toccatella. I panini li ho odiati poco dopo, le patatine dopo qualche mese, cosa mangiavo? frutta ed insalata, è il colmo! Da quando mi sono licenziata, 5 anni fa non ci ho mai più messo piede!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho volutamente tenuto fuori l'argomento ambiente lavorativo, perchè se ne dicono di ogni....

      Elimina
  12. Non l'ho mai visto il film, ma posso immaginare! Io da Mc Donald non ci vado quasi mai, e alla fine prendo sempre e solo le patatine, al massimo i mc nuggets, perché gli hamburger non mi piacciono per niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm...Sara...i mc nuggest, purtroppo, non sono mica meglio:D

      Elimina
  13. Il film non l'ho visto e al mcc ci vado quando non resisto alla voglia di junk food...so che fa male, so che non è il massimo in fatto a proposito di etica, come posto di lavoro, in termini di salute ecc...ma è entrato così tanto a far parte della mia vita che anche quando sono all'estero e sono un pò disorientata (capita di rado perché adoro perdermi e vivermi i posti, ma capita) entro al mc o da starbucks e mi sento di nuovo a mio agio...la serialità è qualcosa che aborro in certi contesti, ma in altri è indubbiamente un facilitatore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea fasulla di rassicurazione è proprio una delle carte vincenti di queste catene: sono riconoscibili e funzionano ovunque nello stesso modo..una si sente subito confortata:)

      Elimina
  14. non ho mai visto questo documentario, grazie per la segnalazione, lo cerco subito! Già l'altra volta ho visto il film con Kate Wislet di cui hai parlato recentemente in un post... Hai mai pensato a una rubrica di consigli cinematografici? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;) Ti è piaciuto il film dell'altra volta?

      Elimina
    2. sì molto! Sono sempre alla ricerca di film nuovi... :)

      Elimina
    3. Ogni volta che vi parlo di un film ho sempre paura che poi a voi proprio non piaccia...mi fa piacere :)

      Elimina
  15. Ho visto quel documentario e ho cercato documentazione su come vengono fatti gli hamburger, e perfino i wurstel (quelli di pollo sono fatti persino con le ossa del suddetto animale e tutti, ma proprio tutti, anche amadori, fanno così). Per fortuna, in sicilia ci sono i cosidetti camion dei panini dove si va e si ordina un panino con carne, hamburger, carne di cavallo, porchetta, cotolettina, pollo e similari, si paga meno del fast food e puoi stare abbastanza sicuro della qualità perchè in posti piccoli ci si conosce quasi tutti e perciò si conoscono perfino le macellerie da cui proviene la carne. In grecia, invece (o almeno dove vivo io) sarebbe bene non mangiare carne perchè puzza e cambia forma in cottura, ma soprattutto puzza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando se ne conosce così bene la provenienza, è bellissimo!

      Elimina
  16. Visto anche io, qualche anno fa, ma non ero una da convincere. :)
    Sono curiosa anche io riguardo al libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no, tu proprio no:)

      Il post è in preparazione, arriverà prestissimo!

      Elimina
  17. Beh, io aspetto l' altro post prima di commentare sul serio, ça va sans dire! :)

    RispondiElimina
  18. Avevo già sentito parlare di questo film documentario, ma non l'ho mai visto. Personalmente una volta ogni tanto mi piace mangiare al Mc, le loro patatine non riesco mai a preparle allo stesso modo! Penso anche se mangiassi per un mese intero solo patatine fritte fatte in casa e hamburger casalinghi sarebbe comunque un attentato alla salute.
    Una mia amica lavora tutt'ora al Mc mi ha detto che con i controlli frequenti dell'Asl devono stare molto attenti. Ad esempio cambiare l'olio dopo un tot di fritture o buttare via i panini se non vengono venduti entro 10 minuti da che sono stati preparati.
    Penso che come in tutte le cose bisogna mangiare con moderazione, senza esagerare! Sicuramente la carne dei panini non sarà la prima scelta, ma penso che alla fine il problema del Mc sia proprio il fatto che alcune persone (americani doc) non hanno le mezze misure e ci vanno anche due volte al giorno 0.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è chiaro che è un esperimento estremo. Però attenzione: nel film lui mangia da Mac Donald's, ma non sempre hamburger. Teoricamente, tra insalate, macedonie, pollo e filetti di pesce e dolci alla mela/yogurt la dieta dovrebbe e potrebbe essere molto variata..

      Sugli standrd delle cucine,in linea di massima credo sia come dici tu e comunque questi sono dubbi che riguardano tutti i ristoranti/bar/pizzerie del mondo. La mia maggiore perplessità nasce da quale olio usano:)

      Elimina
  19. mi dico sempre che devo vederlo e poi non lo faccio mai... in ogni caso al mac ci saro' andata 3 volte nella mia vita... un amico mi raccontò che su you tube c'à un video di un esperimento: hanno messo all'aria due panini, uno del mac e uno fatto con cose fresche, e dopo tot giorni, quello del mc era uguale, non era marcito....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare tu sia giá vaccinata dal Mac..comunque se ti capita, guardalo: è davvero interessante:)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero