Rimandati a settembre

Ci ho pensato e ripensato prima di decidermi a parlarvi della nuova linea dei I Provenzali, quella Bio al Sapote. Perchè quello che sto per dirvi è molto lontano dall'essere definitivo.



Arrivati sul mercato poco dopo il mio entusiasmante incontro con la loro linea ai Semi di Lino, li comprai convinta che sarebbero stati il mio passo definitivo al bio per i capelli.

Addio siliconi, addio petrolati, addio sale addensante, addio alle schifezze chimiche!

Sapevo bene che il passagio al bio non sarebbe stato indolore: tutte quelle che l'hanno fatto sostengono che il primo periodo è difficile da superare perchè i capelli devono "disintossicarsi" ma sapevo anche che ne vale la pena (e poi credevo di avere giá intrapreso un percorso di riabilitazione utilizzando la linea ai Semi di Lino.)

Povera illusa.

Nè lo shampoo, nè il balsamo nè tantomeno la maschera sono sfuggiti alla regola del periodo di scontento. 

I miei capelli sembrano piú stopposi e opachi del solito quando li ho usati. 

E dato che in casa ho ancora un bel po' di prodotti normali (e una scorta di Semi di Lino presa in offerta da Acqua e Sapone, assieme a un duo al Karité) la tentazione del risultato immediato, nonchè la necessità di finirli, mi ha fatto cedere spesso, senza quindi mai arrivare al momento in cui i sacrifici vengono ripagati.

Per questo, ho deciso di rimandarli a settembre, quando avró finito tutti i prodotti normali e potró dare loro una vera possiblitá.

11 commenti:

  1. Io prima di iniziare il passaggio all'ecobio mi sono liberata di tutti i prodotti "da supermercato" che avevo in casa in modo da non avere tentazione a tornare indietro! Ma dopo ne vale la pena :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo dite tutte...deve essere vero!

      Elimina
  2. Vorrei provarci anch'io, ma i miei capelli sono già crespi di loro, quindi temo per come potrebbero diventare coi prodotti ecobio :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari puoi provare con una via di mezzo...

      Elimina
    2. Mi permetto di rispondere anche io a Sara fatina per esperienza personale: per i capelli crespi fa miracoli miracolosi un bell'impacco fatto con olio d'oliva extravergine! Lo metti su, magari evitando la cute se ce l'hai grassa e lo tieni un'oretta prima dello shampoo! provare per credere, se non si fa caso all'"effetto bruschetta" il risultato è assicurato :)
      comunque anche a me è capitata la fase stopposa, pure perchè ho cominciato coi prodotti ecobio per capelli con gli shampoo fitocose, che fanno zero schiuma..mi sembrava di avere la paglia in testa! Ora invece persino il mio parrucchiere vuole sapere cosa uso per i capelli, e quando glielo dico non mi crede XD

      Elimina
    3. Oddio..l'effetto bruschetta :D

      Elimina
  3. io mi trovo bene, anche se non amo molto i miei capelli, forse è vero che devono disintossicarsi, o solo che sono sfigata... o che a volte faccio qualche eccezione e per apparire un po' decente uso cose non naturali... non so, devo pensarci xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è mica detto che si debba per forza scegliere: puoi usare tutto , a seconda dell'umore:)

      Elimina
  4. Allora arrivederci a settembre!! :)

    RispondiElimina
  5. è probabile che tu abbia fatto un passaggio troppo repentino...se posso darti un consiglio prova con shampoo senza siliconi ma comunque con tensioattivi "classici". io ho iniziato alternando uno shampoo classico con siliconi e tensioattivi aggressivi al Fructis Puliti e Brillanti che non contiene siliconi, successivamente ho iniziato ad alternarlo a questo de I Provenzali e i miei capelli stanno benissimo, non ho passato nessuna fase di capelli spenti o grassi o opachi ;) il segreto è il passaggio graduale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è così. Ma avendo ancora la casa piena di prodotti tradizionali, la tentazione è troppo forte...:)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero