Le regole del gioco

Questo blog ha compiuto un anno ( e quattro: qualcuna per caso non se n’e`ancora accorta???)

Oltre ai giveaway di ringraziamento e di benvenuto, ho pensato di festeggiare con voi in un modo diverso: è un progetto a cui tengo molto e a cui spero parteciperete in tante.





Ho sempre detto che uno degli aspetti piú belli di questa passione e di questo mondo è quello ludico. Lo spirito con cui entro in una profumeria è esattamente lo stesso di quando da bambina entravo in un negozio di giocattoli.

Ma non esiste gioco che non abbia regole. Mi piacerebbe allora che creassimo assieme le “regole del gioco”: raccontatemi perché avete, come me, questa passione; cos’è per voi questo scintillante mondo del trucco e parrucco. 

Troviamo, o almeno cerchiamo di trovare, un modo per spiegare a chi- poveretto -crede che un rossetto non sia niente altro che della cera colorata da mettere sulle labbra, questa  nostra passione. 

Una definizione, una frase, un pensiero: che siano vostri, va bene tutto. Mandatemele via mail o qui sotto nei commenti. 

Una “giuria selezionata” composta da me, il signor Hermoso e Anto (due non blogger: chi meglio di loro per testare se le nostre regole sono comprensibili al di lá del nostro micro mondo??) selezionerà le 10 piú belle. 

Io le raccoglierò in un post che pubblicherò qui sul blog e le tre piú votate da voi, tramite i commenti, saranno premiate da me
Unica regola, per partecipare e per votare, essere mia follower. Se volete condividere, magari usando la foto in alto, mi piacerebbe moltissimo: piú siamo, piú ci divertiremo!!!

I premi li avete giá visti, sono tutti della MUA (ovviamente, nell'ordine per voi ci è, come dire, cascato qualcosa anche per me....): alla terza classificata andranno due lipgloss


Alla seconda, un ombretto, un gloss e un blush (qui le indicazioni del cambio)



E infine, alla prima classificata andrá una palette, un primer occhi, un blush e un rossetto



Potete inviarmi i vostri "pensieri poetici" entro e non oltre il 4 giugno: poi raccoglierò tutto in un post e daremo il via alle votazioni. 

Allora, che ne dite: giochiamo?


32 commenti:

  1. Uuuuh che bello... adoro il tuo compliblog!!!!
    Intanto stai tranquilla che condivido assolutamente, trovi il banner sul blog... ^^
    Adesso il mio Simo-pensiero: "Adoro il mondo del make up perché è profumoso e scintillante, mi fa sentire allegra e prendermi cura di me, ho scoperto nel tempo, essere un buon rimedio contro il malumore... per me le profumerie e gli stand dei cosmetici sono come la polvere magica di Pollon... serve a darmi l'allegriaaa!" Spero di aver reso l'idea... un bacino Hermy, che faccio ripasso dopo? ahahah!

    RispondiElimina
  2. La passione per i cosmetici è per me come una boccata d'aria fresca. Avete presente quelle mattinate che partono già stanche, in cui sembra che tutte le ore di sonno non siano bastate? aprite la finestra, respirate a pieni polmoni l'aria del mattino (e se vivete in mezzo al verde come me, è davvero un piacere) e vi sentite meglio.
    Ecco, per me quello è il make up. In quei venti minuti che dedico al trucco io respiro la mia aria fresca, so che quei minuti sono solo miei, dedicati a me stessa, sono coccole che mi dedico in tutta tranquillità. Non penso a sbrigarmi, non penso che potrei far tardi. Piuttosto mi alzo 5 minuti prima ma non ci rinuncio. Ogni colore per me è un nuovo esperimento, un mondo nuovo che aspetta solo di essere esplorato. Un pò come Alice nel Paese delle Meraviglie mi sento pronta a nuove conquiste, pronta a nuovi sentieri inesplorati. Posso essere una donna diversa ogni giorno eppure restare sempre me stessa.

    RispondiElimina
  3. Ho cominciato ad amare il trucco perché non mi amavo molto, e il make up mi faceva sentire meglio con me stessa e mi dava sicurezza. Crescendo ho imparato a stimarmi, ma il trucco è rimasto il mio spazio, un angolo privato dovo posso esprimere la mia creatività e la mia personalità, dove il colore e l'allegria regnano sovrani. E poi con un "filo" di trucco sono oggettivamente più carina! ;)

    RispondiElimina
  4. Io da adolescente odiavo i colori, usavo solo il nero perchè non volevo sembrare 'debole'; poi ho scoperto la loro bellezza e la serenità che mi davano attraverso un foglio o una tela ed anche se ora non ho più il tempo per dipingere ho scoperto che mi bastano dei pennelli e del tempo davanti allo specchio per riprendermi quel momento di gioco tutto mio ;)

    RispondiElimina
  5. partecipo e condivido su fb
    Fin da bambina impazzivo x i trucchi ... mi rende + allegra e + carina; e mi piacciono molto anche ora :D i miei preferiti sono lip gloss, rossetti, smalti e ombretti in crema

    RispondiElimina
  6. Yey che bella idea Hermosa :D per me iniziare a truccarmi è stato anche un modo per rivalutarmi. Ho sempre odiato il mio aspetto fisico, chi è che non vorrebbe cambiare qualcosina? Scoprendo questo mondo però ho imparato ad amare quello che ho e a valorizzare la qualità che i miei genitori mi hanno regalato, senza voler cambiare più nulla (certo ad una bella pelle ci sono ancora lontana ma ci sto lavorando eheh)! In poche parole per me é questo: voler bene al nostro aspetto, che non è mai una cosa da sottovalutare. Prima di tutto per noi stesse, perché una donna che si sente bella è anche una persona sicura di sé, e nella vita mi sembra sia fondamentale!

    RispondiElimina
  7. te lo mando per e mail il mio pensiero .. Hermosapatata@gmail.com vero???

    RispondiElimina
  8. Amo il make up come adoro l'arte perché il mondo è colore e i colori mettono subito di buon umore, mi piace moltissimo perché grazie ai trucchi posso esprimere le mie emozioni della giornata e se mi sento un po' giù di morale mi strappano sempre un sorriso... :)

    RispondiElimina
  9. ADORO IL TRUCCO ,PERCHè MI FA SENTIRE DONNA ,SEXI E POI PERCHè MI PIACE FARMI GUARDARE INFATTI IL MIO NON è MAI ACQUA E SAPONE ,MA NEANCHE MOIRA "ORFEI",è UN TRUCCO SEMPLICE MA CHE SI NOTA.ADORO LA MATITA NERA SUGLI OCCHI CHE DA UNO SGUARDO PIU INTENSO ,IL ROSSETTO CHE DIPINGE LE LABBRA! ANCORA OGGI NON CAPISCO COME NEL 2012 CI SIANO DONNE CHE ESCONO DI CASA SENZA NEANCHE TRUCCARSI UN PO! ODDIO..................SPARATEVI!
    FB GFC TOGATO ANTONELLA
    GIGLIO-82@HOTMAIL.IT

    RispondiElimina
  10. Da piccola me ne stavo a bocca aperta, dietro alle sue spalle, e guardavo con attenzione ogni singolo gesto, il modo in cui il colore donava al suo viso quel tocco in più che la rendeva più bella del solito. In un attimo svaniva l'aria stanca e quell'aspetto un po' scarmigliato che aveva dentro casa...
    Ho cominciato utilizzando i suoi trucchi ed ho continuato , poi, affascinata da un mondo che sembra sterminato.
    Oggi, mentre mi trucco, è lei che mi guarda da dietro alle spalle, con occhi di ammirazione e con quella domanda silenziosa: "Lo fai anche a me?".
    E chissà... Un domani ci sarà anche una bimbetta, che mi guarderà ammirata, così come io guardavo mia madre.

    RispondiElimina
  11. Ma che cosa adorabile! E ovviamente auguroni al blog! :D condivido il giveaway sul blog!

    Quando penso al make up, immediatamente penso ad una tela bianca. Non solo la creatività, naturalmente, che è una cosa non tanto ovvia quanto "basilare", ma il fatto di potersi cambiare a propria scelta, di poter essere chi si vuole con anche sole poche, semplici mosse. Ho sempre inteso il make up come una cosa più "psicologica" che fisica, in realtà.
    Quando ero più piccola mi truccavo per insicurezza, ne sono certa, ma adesso è più un divertimento, sapere che anche solo cambiando rossetto o riga di eyeliner posso "trasformarmi" da dolce ragazzina naive a donna adulta e sicura. E' un gioco, in definitiva.

    Su FC sono Haze; mail starryeyed90@gmail.com

    RispondiElimina
  12. Ed eccomi a partecipare anche qui..

    Come descrivere la passione per i cosmetici e cos'è per me?
    Bè per prima cosa l'ho sempre definita arte, i colori le forme, le texture, i profumi è tutto collegato ai 5 sensi come del resto per l'arte e non intendo arte solo ristretta ai quadri che paragonati al make up possono essere associati ai colori e forme, ma il mio riferimento all'arte è più collegato alla totalità dell'arte, quindi anche la musica che spesso è vista anche come colori e forme, oppure al cibo che in fin dei conti può comunque essere ritenuta un'arte ed è qui che si combina con i profumi e le texture, volendo anche ai sapori visto che ci sono un'infinità di gloss e rossetti dal sapore buonissimo. Oddio forse ho solo confuso le idee così, fatto sta che ho sempre amato l'arte in generale ed il make up in special modo è parte integrante di quel mondo per me perché il nostro viso è come una tela bianca o uno spartito da riempire per esprimere come ci sentiamo, cosa proviamo.
    Per quanto riguarda la passione vera e propria, la mia ha fatto avanti e indietro per molti anni, fino a che ormai più di due anni fa ho ripreso ha truccarmi seriamente come non avevo fatto mai, spinta sopratutto dai video che vedevo YT, poi una volta capito come sfumare o come applicare un dato prodotto, ho lasciato perdere i video ed ho dato sfogo alla mia fantasia, che a volte è più fervida e mi fa creare make up dai colori sgargianti e accostamenti insoliti ed altre è un pò insonnolita e mi porta a creare trucchi semplici senza tante pretese.
    Spero di aver dato una risposta completa e che ti piaccia!!!

    GFC: laismydream
    FB: Patrizia Pianura
    Mail: patriziapianura@hotmail.it
    Vado a condividere il banner sul blog..

    RispondiElimina
  13. Cos'è per me il make up? non esiste una risposta univoca, dipende dai periodi della vita.
    quando ero ragazza, il make up era un modo per lusingare la mia vanità, per dire a tutti "sono bella e ne vado fiera".
    poi, crescendo con gli anni e con i kili, è diventato qualcosa che mi aiutava a ritrovare un po' di sicurezza, qualcosa che mi diceva "dai, tutto sommato non sei proprio così male".
    poi, per un altro periodo, è stato il nulla: inutile, chissenefrega, in un mondo grigio i colori non esistono.
    poi si è infilato in uno spiraglio aperto dalla sertralina, ridipingendo pian piano il mondo.. un po' come nelle scene finali di Pleasantville.
    adesso è un piccolo piacere, una coccola, un divertimento, un paese dei balocchi, ma a volte anche una valvola di sfogo o una compensazione.
    non so cosa sarà domani, ma a modo suo probabilmente continuerà ad essere un compagno di viaggio.

    RispondiElimina
  14. Cosa è il make-up?
    Il make-up è quel qualcosa che mi fa sentire il cuore in gola quando, in una profumeria o un negozio, mi fa saltare il cuore in gola nel vedere un packaging conosciuto d'un prodotto visto nel web: ah sì, quello è il frutto della recensione di quella ragazza! Quanto le stava bene!
    È il gesto quotidiano dello scegliere tra colori e profumi ciò che vestirà il mio viso quando non sarò l'unico superficiale giudice di me stessa.
    È l'amorevole pazienza nell'applicare l'eyeliner cercando di non fare danni, l'indecisione davanti alla schiera di mascara impilati come soldatini sulla scrivania, in paziente attesa della mia scelta.
    È il blush profumato che attende di toccarmi le guance, prima che arrivi il mio ragazzo e mi dica 'Quanto sei carina, oggi sei truccata davvero bene!'
    È il rossetto che scelgo, prima che le sue labbra se lo portino via.
    È l'ombretto verde che decido di sfumare, la matita nera per un look alla Effy Stonem che mi ricorda quando eravamo adolescenti ed io e le mie amiche volevano essere misteriose e sensuali.
    È il gloss senza brillantini applicato di fretta prima d'andare in facoltà, per non risultare troppo 'chiassosa'.
    È la wishlist senza fine delle cose che acquisterò, pianificando il modo in cui mi truccherò, la via che percorrò per piacermi domani, dopodomani, sempre (:

    RispondiElimina
  15. La passione per il make-up è molto difficile da spiegare, specialmente a chi non la condivide!
    Per me entrare in profumeria è come entrare in un negozio di caramelle...i profumi, i colori, le forme degli oggetti esposti mi esaltano e mi riempiono di euforia.
    All'inizio, 10 anni fa mi truccavo solo per coprire i miei difetti e vedevo il trucco come una coperta di linus dalla quale non riuscivo a staccarmi. Ora la coperta è diventata un fantasioso plaid con il quale mi diverto ad "arredare" con quel tocco in più me stessa. Mi piace perchè è un modo divertente per interpretarmi in modi diversi, più aggressiva, più romantica, più elegante ma sempre rimanendo me stessa.
    Inoltre il make up è un momento di coccola che mi concedo quotidiamente, anche se sono solo 10 minuti al mattino prima di andare in ufficio, ma sono sufficienti per rilassarmi ed essere più felice.
    Si, perchè il trucco mi rende felice, la sua frivolezza mi rende leggera e mi alleggerisce dalla pesantezza che la vita al di fuori può portare.
    ;D

    RispondiElimina
  16. La passione per i cosmetici è qualcosa che sa sollevarti il morale. Ok, è una passione frivola, ma quando uno è stressato, quando sembra che il mondo ce l'abbia con te o semplicemente quando hai voglia di rilassarti e allentare lo stress quotidiano, basta semplicemente riempirsi le braccia di cremine e bagnoschiuma profumati e passare un po' di tempo a prenderti cura di te con frivolezze e profumosità. Il risultato è che rinasci più allegra e più pronta ad affrontare il mondo. Prendersi cura di sè fa sempre questo effetto no? Bastano anche quei 10 minuti al mattino in cui si paciuga un po' con il make-up per affrontare la giornata con più grinta e con un sorriso.
    Non è tanto il trucco o la crema, ma il gesto in se, coccolarci e prenderci qualche minuto per noi, una pausa piacevole per ricaricare le energie e affrontare il mondo ancora più sicure.

    RispondiElimina
  17. Non sono una silfide, non porto la 40 e non sono alta 1,80m..ma quando riesco a truccarmi bene mi sento bella più di qualsiasi top model!
    Forse uso il trucco come una maschera, è vero, ma mi piace guardarmi allo specchio e apprezzare quello che vedo!

    RispondiElimina
  18. che bello leggere tutte queste riflessioni sul trucco! hermosa hai avuto un'idea strepitosa, mi complimento :)

    RispondiElimina
  19. Ciao, sono nuova di quì. ho scoperto il tuo bel blog gra ? Vediamo... hai presente quella meravigliosa sensazione di quando entri in una profumeria e vedi tutte quelle belle confezioni colorate tutte in fila, illuminate dai faretti?? Ecco, io quella sensazione ho iniziato a provarla da bambina quando l'estetista di mia mamma mi regalava i tester di plastica di rossetto, ed io fingevo di metterli. Ecco per me è questo il make up, un gioco, un meraviglioso gioco che mi porta a divertrmi, creare, e perché no anche a migliorare il mio aspetto! :)

    RispondiElimina
  20. Il trucco, per me, è la più seria delle frivolezze.
    Mi fa sorridere, mi fa star bene con me stessa.
    Mettere un rossetto rosso per un appuntamento con il libro di economia politica, farmi uno smoky mentre sono in pigiama e ho intenzione di rimanerci per il resto della giornata, cambiare lo smalto ogni due giorni.

    RispondiElimina
  21. Ciao Hermosa
    fino a un anno e mezzo fa gli unici trucchi erano quelli delle vecchie trousse di pupa, vecchie quanto me.
    Così ho deciso di aver bisogno di un set di pennelli e qualche nuovo ombretto ( una bella palette da 88 shimmer di zoeva) e da lì sono entrata nel tunnel del make up.
    Ho iniziato a vedere video per imparare a truccarmi e ho iniziato a cercare sempre colori nuovi, perchè l'oggetto del mio desiderio sono gli ombretti.
    Si per me il colore serve per restare bambina, se da piccola mi divertivo a mettere in ordine cromatico ( usando come base l'arcobaleno) gli astucci di matite miei e dei miei compagni, ora mi diverto a dividere gli ombretti per sfumatura, si sono malata, ma questa malattia l'ho anche nel vestirio e nelle scarpe e borse, nulla non può essere coordinato, mio marito dice che sono quasi maniacale, per me è un modo per esprimere la mia passione e il mio modo di essere, adoro il colore.
    Il colore mi fa sentire viva, combatte il grigiore che trovo in giro, anche negli sguardi delle persone, mi da la possibilità di fantasticare di scappare la una realtàa volte stretta e ripetitiva. Sono una persona molto creativa e quindi per me truccarmi è un po' creare un piccolo pezzo d'arte, unico nel suo genere che a volte è più curato a volte è un solo un tocco di pennello, nulla che alteri la mia natura.
    Adoro guardare sul piano del lavabo i trucchi pronti a creare con me un tocco di armonia sul mio viso, e poi guardo i colori degli ombretti e cerco la nuonce che meglio si sposa con quello che indosso, a volte contrasta perchè di nero non mi trucco mai, quindi è ancora una volta il colore che vince.
    Il mio preferito è il turchese ( l'azzurro puffo) un colore che mi mette allegria, che mi da forza e mi fa sentire bene in equilibrio con me stessa, è un colore che dona spensieratezza e comunica una voglia immediata e spoporzionata di voler vivere a pieno ogni attimo della propria esistenza almeno personalmente è questo che mi trasmette, quindi quando vedo qualcosa di turchese non passa molto tempo e finisce nelle mie mani che sia make up o abbigliamento non discrimino nessuno e in casa mia c'è posto per tutti. Baci buona giornata Alex

    RispondiElimina
  22. Il meraviglioso mondo del makeup per me è la possibilità di prendermi cura di me stessa, sempre e comunque. Che una persona sia magra o in sovrappeso, alta o bassa, bionda o mora, il make-up e il mondo beauty in generale offriranno sempre la possibilità di coccolarsi e piacersi. Make-up è la possibilità di esprimere la mia personalità o il mio umore e di diventare quello che voglio essere nel momento in cui mi trucco. E' comunicazione e voglia di dire qualcosa, a se stesse prima che agli altri. E' passione (e ossessione ^.^) per tutto quello che è novità, che la noia uccide. In sostanza è volersi bene.

    RispondiElimina
  23. La passione per il trucco è nata in me molto presto, penso che tutto è incominciato dal regalo di natale di mia nonna quando avevo 10 anni che era un trousse di trucco per bambine, una mattina per andare a scuola prima di uscire misi un po di fard sulle guance (questo sempre a 10 anni) e la maestra quando mi vide penso che avessi la febbre hihi XD. A 12 anni iniziai a truccarmi in modo completo ma non sempre mi riusciva benissimo, ma sapete come si dice "la pratica rende perfetti" ;). Ho sempre pensato che come i pittori usano la tela e i loro colori, noi donne abbiamo come tela, il viso e i colori sono il make up; il trucco è arte tramite quello ci si esprime e in più ci aiuta a piacerci e così ci regala quel pizzico si autostima in piu che non fa mai male, sopratutto ai giorni nostri in cui veniamo constantemente borbadati da immagine di ragazze/donne apparentemente e ripeto, solo apparentemente perfette. :*

    RispondiElimina
  24. La passione per il make-up è nata tardi tardi...mi sono sempre truccata con parsimonia...
    da quando ho il mio blog però mi sono appassionata a tutto ciò che è nuovo e divertente...ma perchè? perchè dopo una giornata di lavoro è bello pensare a qualcosa di allegro e spensierato come il make-up...ed è bello guardarsi ogni mattino nello specchio e scoprirsi un po' diversa grazie a un ombretto sfumato diversamente o un rosetto nuovo!

    RispondiElimina
  25. Per me il trucco è sempre stato un modo per giocare con me stessa e con il modo in cui mi vedo; ho cominciato relativamente piccola, avevo 12 anni e sicuramente facevo dei pasticci incredibili, ma mi faceva stare bene dedicarmi un po' al mio aspetto , e mi faceva sentire più sicura di me: da buona adolescente complessata, senza trucco non mi sentivo a posto. Con gli anni, il mio approccio con ombretti, rossetti & co è un po' cambiato: oggi non è più come qualche anno fa, quando uscire senza trucco equivaleva a disagio, quindi era impensabile, però le motivazioni profonde sono le stesse: prendermi cura di me stessa, farmi una coccola (in fondo, spalmarsi una crema o il fondotinta, picchiettare il correttore, sono gesti d'affetto, carezze che mi faccio) e, soprattutto, potermi "cambiare" a mio piacimento, senza alterare la mia sostanza. Il trucco è un vero e proprio strumento di bellezza, di sicurezza (perché chi non si sente un po' più in ordine e carina, anche solo con il fondo e un bel mascara?) e, qualche volta, di seduzione. Ma, soprattutto, lo vedo come una forma d'arte: come quando stavo sul palco, a recitare o cantare, posso essere sempre una persona diversa, con colori diversi, interpretare "ruoli" che mi fanno sentire soddisfatta. Il trucco è la profonda intimità che ho con me stessa.

    RispondiElimina
  26. La mia passione per il make up rispetto a tante alte ragazze è scoppiata tardi, diciamo intorno ai 28 anni, prima e soprattutto da adolescente mia madre mi rincorreva intorno al tavolo per spalmarmi un pochino di fondotinta in faccia che coprisse qualche brufolo malefico ed ogni mattina era una lotta!Ero un maschiaccio vero e proprio.Crescendo mi sono avvicinata piano piano, mi truccavo il sabato sera per uscire, ma tutto finiva lì. Poi dopo un intervento delicato ho avuto la necessità di colorare il mio mondo con ogni mezzo possibile!E il make up e il mondo degli smalti in particolare è stato uno di questi modi!

    RispondiElimina
  27. Ciao! Per me il make up è un modo come un altro per esprimere la mia creatività! Ogni giorno mi sveglio con un' idea: un giorno faccio un dolce, un giorno dipingo, un giorno cucio, un giorno lavoro con le paste modellabili! Ecco il make up è la stessa cosa: mi permette di esprimere la mia arte direttamente sulla mia pelle e di portarmela a spasso per tutto il giorno! :)

    RispondiElimina
  28. Il trucco per me è un bell'abito che possiamo mettere sul nostro viso per apparire più gradevoli esteticamente agli occhi degli altri.
    Io amo prendermi cura del mio aspetto (nei limiti del possibile, per il resto ci vorrebbe un buon chirurgo/ miracolo) però credo che non si debba diventare schiavi di questa "maschera".
    Conosco donne che non escono mai senza trucco, neanche per andare a fare la spesa, che non si fanno vedere struccate neanche dal fidanzato!
    La perfezione non esiste e se esistesse l'unico aspetto che dovrebbe contare secondo me è quello interiore. Non voglio fare retorica ma tra una donna perfetta e truccata in maniera impeccabile ed una con le sopracciglia sfatte, un po' di rimmel colato e due borse sotto gli occhi che sembrano piuttosto due valigie perché magari è uscita presto la mattina per andare a lavoro e non ha avuto tempo di sistemarsi, io preferisco tremila volte quest'ultima. L'importante è accettarsi, volersi bene e soprattutto sorridere!
    Ecco il mio pensiero poetico: "Puoi non indossare mascara, correttore, blush, rossetto ma il sorriso è l'unica cosa che non deve mai mancare sul viso di una donna!"

    RispondiElimina
  29. Come spiegare ad un profano perché "il trucco è bello"? Beh, è arduo. E' come spiegare ad un accanito automobilista la bellezza dell'aria che bacia i capelli ed il viso quando corri in bici. E' come spiegare a chi non legge l'emozione di diventare protagoniste di storie sempre diverse solo aprendo un libro. E' come spiegare ad un montanaro il piacere di vedere la spiaggia svuotarsi al tramonto e godersi la luce da soli in riva al mare. E' come spiegare una magia a chi la magia non la conosce. La magia è trasformarsi restando se stessi. Il trucco non è una maschera ma è uno strumento per diventare milioni di persone, ogni giorno diverse. E' vero, è un cambiamento solo superficiale, ma la gioia di passare il rossetto sulle labbra, pur essendo poca cosa, fa nascere in me ogni volta un germoglio di femminilità sopita, spesso, dal caos della vita quotidiana.

    RispondiElimina
  30. Mio padre mi chiama "la pittrice".
    Passa davanti la porta semi chiusa del bagno, sbircia distratto e vede sua figlia con una tavolozza, una palette di colori in una mano e un pennello dalle soffici setole nell'altro. Ma di fronte a lei non c'è una tela bianca, c'è uno specchio: la sua tela è il suo viso.
    Mio padre potrebbe andare oltre scuotendo la testa pensando "Ah..Donne!" ed invece credo abbia notato che mentre mi "dipingo" il viso cambiando pennelli come un artista impazzito, in realtà sorrido, osservo la mia opera prima con circospezione, poi man mano che vado avanti, sempre più soddisfatta.
    Questa passione è recente, prima ammetto a malincuore che il makeup era più un nemico e si notava: ora per me stendere bene il fondotinta (minerale e completamente naturale) è una coccola e un gesto dovuto alla mia pelle; la riga di eyeliner finalmente diritta, dopo anni in cui presa dall'esasperazione mi ero disegnata due baffetti alla Dalì per dimostrare che qualcosa potevo farci con quel "coso", è un traguardo inestimabile.
    Mentre sono lì, con la fascetta di spugna nei capelli, lo specchio di fronte a me ed un viso acqua e sapone che amo comunque, immagino cosa mi riserverà quella giornata, quella serata o quell'uscita e per un attimo sono davvero l'artista che guarda la sua tela bianca.
    Non mi aspetto che tutti possano capirlo, non è semplice capire cosa passa nella testa di una donna mentre lascia scorrere un rossetto sulle labbra, mentre sorride per sfumare un tocco di blush sulle guance, mentre applica il mascara con la bocca aperta.
    Non è affatto facile ma posso assicurarvi che è un momento in cui ogni donna sente un brivido, e che quando vi sorriderà sarà un sorriso diverso, sereno, perchè ha avuto modo di essere per un po' la personal stylist di se stessa, si è voluta bene e si è sentita davvero una piccola artista, una "pittrice" che ha dato vita alla sua Monna Lisa. Come vi sentireste voi sapendo ogni volta che, con i trucchi tra le mani, potreste dar vita ad un capolavoro? Ve lo dico io: emozionati e pieni di vitalità!

    Lucia

    RispondiElimina
  31. Oh tu, uomo appassionato di bricolage, sostenitore del fai da te, idraulico/elettricista/falegname in divenire. Tu che hai una cassetta degli attrezzi col necessario per riparare l'universo, che strisci sotto le macchine e ti arrampichi sui tetti, che puoi citare a memoria tutte le misure di rondelle in rame prodotte dal 1972 ad oggi. Sai che non siamo poi così diversi?
    Se la giornata parte storta, nella nostra pochette beauty ci sarà un illuminante per illuminarla. Le asprezze della vita verranno prontamente affrontate con la nostra fedele limetta. Affronteremo la tristezza munite di mascara water-proof e daremo gioiosi morsi alla vita con labbra decorate da un rossetto no-trasfer, per essere carine anche quando ci commuoviamo e/o ci ingozziamo di hamburger. Tu aggiusti, dipingi, ripari il mondo intorno a te. Noi affrontiamo la giornata pronte a raddrizzare torti e imperfezioni e il nostro enorme train case preso in saldo da Sephora è la nostra cassetta degli attrezzi. Un rossetto rosso per dipingere una risata, un ombretto per far spalancare di meraviglia gli occhioni, un eyeliner per sottolineare quanto possiamo essere carine. Il make up è il nostro modo di rendere più allegro il mondo e noi stesse. Quindi non lamentatevi delle mensole del bagno straripanti e del chilometrico conto della profumeria. Stiamo lavorando (anche) per voi!

    RispondiElimina
  32. Giveaway CHIUSO.

    Grazie a tutte per aver partecipato:)

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero