Profumo di Capri...

Come vi ho detto, ho ritrovato la ricetta della mia torta Caprese grazie al postafortuna...e ovviamente l'ho subito fatta!!!





Questa ricetta è il mio cavallo di battaglia. 

Ma come- direte voi- il tuo cavallo di battaglia e hai bisogno ancora della ricetta?? 

Sì - vi dico io- perchè non l'avevo fatta da almeno 4 anni, da quando cioè non avevo un forno "vero" ( il che mi ha portato alla specializzazione in tiramisù).

Come sempre, è semplicissima da fare: la ricetta mi fu data da un'amica all' universitá e da allora mai , e dico mai, mi ha deluso o fatto fare brutte figure. Anzi, con il tempo ho elaborato anche delle varianti, che vi riporto alla fine, ma vi consiglio di fare solo se avete giá un po' di confidenza con questa ricetta e il vostro forno;-)

Difficoltá: per matricole universitarie
Tempo preparazione: 20m+ cottura 
Reperibilitá ingredienti: facilissima

Ingredienti:
5 uova
125 gr di zucchero
125 gr di burro
300 gr mandorle
300 gr cioccolato fondente
12 biscotti secchi ( tipo Saiwa)
1 bicchierino di Rum
1 bustina di lievito

Tritate e mettete da parte le mandorle e i biscotti


A questo punto mescolate i rossi e lo zucchero finchè non avrete un bel composto morbido e schiumoso


aggiungete il burro e successivamente il cioccolato fusi a bagno maria (va benissimo anche al micronde). In ogni caso, spezzetateli, affinchè si sciolgano meglio e piú rapidamente



Otterrete un bell'impasto cioccolatoso ( non vi ho fotografato le fasi intermedie, altrimenti si rapprendeva il burro..)


Montate le chiare a neve fermissima (un paio di trucchi: inserite il contenitore in frigo e aggiungete un pizzico di sale, monteranno MOLTO meglio) e aggiungetele al composto, conservandone una piccola parte, piú o meno un cucchiao, che userete dopo



continuate a mescolare, sempre nella stessa direzione, aggiungendo anche le mandorle e i biscotti macinati



Siccome a me il cioccolato non piace per nulla, ci aggiungo anche un po' di cacao amaro...


Infine, sciogliete il lievito in un dito di latte caldo e versate anche questo, con il cucchiao di bianchi a neve conservato da prima

 
Versate il rum e mescolate. Adesso, dopo aver imburrato e ricoperto di farina la tortiera, versate il composto e infornate a 175 gradi per circa 40 minuti






 E buon appetito!!!!




Variante 1, difficoltá nulla: anzichè del cacao amaro, aggiungete del caffè in polvere alla fine. La torta avrá un buonissimo profumo e un leggerissimo retrogusto al caffè

Variante 2, difficoltá estrema: anzichè cioccolato fondente potete usare cioccolato bianco e limoncello al posto del rum. Se proprio vi sentite in vena "Masterchef" sotituite le mandorle con le nocciole. Ma fate attenzione: i tempi di cottura cambiano leggermente, a seconda del forno e di mille altre varianti, per cui vi consiglio di restare nei paraggi e fare molte prove "spaghetto"!




6 commenti:

  1. Grazie per la ricetta cara ^-^ io non sono affatto una pessima cuoca ma i dolci diciamo che mi rimangono difficili, almeno di primo impatto! La proverò, prima o poi, e ti farò vedere il risultato sul mio blog...ovviamente link alla tua ricetta ;D

    Un bacione
    Lara

    http://lara-ilmondoamodomio.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. SBAV
    e grazie per questo ulteriore servizio di pubblica utilità
    finisce che mi imparo pure a mettere lo smalto :)

    RispondiElimina
  3. Che ricetta deliziosa e penso che nella variante due con cioccolato bianco e limoncello sia superlativa.

    RispondiElimina
  4. @Lara: provaci: questa ricetta è leggermente elaborata nei passaggi, ma il risultato è garantito!! Aspetto il post.
    @Anto: so per certo che hai un potenziale frufru altissimo
    @Patri: la variante è buona, ma, mi ripeto, attenzione ai tempi..cioccolato bianco e fondente hanno diverse reazioni.
    @Dama: :P

    RispondiElimina
  5. mmm...sembra ottima! anche io ho un blog, che ne dici di passare? mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero