Bonjour, Bourjois!!


Come vi avevo detto giorni fa, vi stavo preparando un post sulla Bourjoirs.*  Ed oggi eccolo qui!!

Purtroppo questa marca ormai non si trova più in Italia, Ho anche  chiesto sulla loro pagina Facebook e molto gentilmente mi hanno risposto che al momento non è previsto nulla. 

Peró è facilmente reperibile fuori confine e sul sito della Asos (che è ormai tra noi) e potete trovarla anche a prezzi stracciati su Saveonmakeup, ma io non ci ho ancora mai preso nulla, quindi non so ben dirvi… 

Quando ancora si trovava, compravo spesso i suoi prodotti e li ho sempre trovati buoni, soprattutto per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo. Aggiungeteci delle campagne pubblicitarie leziose e ironiche


e il fatto che voci di corridoio -che però il fidato google non è riuscito in alcun modo a confermare- dicono sia la “marca bianca” della chanel (a cui ho volute tendenzialmente credere) e capirete perché ancora oggi mi piace tanto.


Tra l’altro è stato il mio primo ombretto asciutto/bagnato ed è a tutt’oggi uno dei miei preferiti. Come potete vedere dalle foto, è stato ampiamente usato e ri-usato da me, ma non accenna a finire né a perdere lo splendore dei primi giorni.



E’ un nero/grigio (n.92, Gris Paillets) molto sbrilluccicoso che tende, anche quando lo usate in versione bagnata, a spandere il suo splendore un po’ ovunque. A me personalmente quest’effetto non dispiace, anzi: ma credo di essere un’eccezione. In linea di massima, se l’applicate con un po’ di attenzione, potrete sicuramente evitarlo. 

La confezione, piccola, dotata di mini applicatore e specchietto al suo interno, è ideale: potete portarla con voi in giro senza slogarvi una spalla, evitando ancheil peso dello specchietto. 

Certo, non è testata per sopravvivere a troppi strapazzi (mi sa tanto che uno dei motivi per cui il mio è così mal ridotto è che invece l’ho portato oltre i suoi limiti strutturali..).

Ecco perché lo scorso inverno, sebbene fosse ancora più che utilizzabile, dopo anni di onorato servizio ho pensato di lasciarlo “a riposo” a casa e di comprare uno nuovo ombretto dal sito Asos, a circa 7€ , azzardando un minimo cambio di colore…


E’ un bel verde/nero petrolio dal nome di "Noir Emeraude",  stesso doppio utilizzo e stessa comoda confezione con una consistenza setosa e gradevole e la solita buona scrivenza. Meno sbrilluccicoso del primo e quasi privo dell’effetto “spandi-splendore” è un po’ più quotidiano come uso, e infatti lo metto per andare a lavoro. 

Ho dato uno sguardo al sito e avrei trovato anche l'INCI...dico avrei perchè confesso di averci capito poco visto che sono riportati in maniera davvero confusionaria: posso peró dirvi che sono senza parabeni e con al massimo l'80% di pigmenti minerali. 

Se qualcuna piú saggia e brava ( e paziente) di me riesce a capirci meglio qualcosa, fatemi sapere!!

Comunque, io questo l’ho preso nella mia fase di scoperta di nuovi colori e non me ne pento. 

Ma se dovessi consigliarvi sulla scelta vi direi di prendere il primo, senza dubbi !

2 commenti:

  1. Invece a vederli così io preferisco senz'altro il secondo...sono in fissa con il verde petrolio!

    RispondiElimina
  2. Save on Make Up è un sito meraviglioso, ci ho acquistato almeno dieci volte ed è andato sempre tutto alla perfezione: non solo per quel che concerne tempi e correttezza di invio, ma anche per il modo in cui sigillano il pacco. Lo adoro e lo consiglio!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero