Work hard, read harder

E quindi un nuovo atteggiamento. E quindi nuovi propositi e blablabla. Poteva la mia passione per la lettura sfuggire a questa mia piccola personale rivoluzione? No, ovviamente. 



Così dopo aver visto decine e decine di reading challenge mi sono detta che il 2017 era l'anno giusto per sfidarmi. Voi ne fate? Avete un vostro modo? Ditemi tutto. 

Per me la challenge è sicuramente uno stimolo in più e mi obbligherà, anche nella lettura, ad uscire dai miei soliti percorsi. Magari scoprirò solo robaccia, ma potrei seriamente innamorarmi di nuovi generi e autori. 

Ho gironzolato molto: volevo una lista davvero sfidante e allo stesso tempo realizzabile. Troppo facile sceglierne una con 10 libri. Decisamente non realizzabile cimentarmi con i quasi 400 dei libri citati nelle Gilmore Girls, che pure concettualmente mi divertiva. 

Alla fine, anziché adattarmi io alle liste, ho deciso di adattare loro a me. 

Ho scelto quella che più mi piaceva, la Read Harder, proposta da Book Riot e ci ho affiancato i libri della prima stagione delle Gilmore Girls. 



L'idea è di raggiungere i 24 obiettivi proposti dalla sfida pescando tra i 45 libri citati nella prima stagione della serie tv- al netto di quelli che ho già letto e di quelli che proprio no, non voglio leggere- altrimenti i libri citati sarebbero 58. 


Ve la dico così com'è: sono entusiasta di questa soluzione. 

Tre passioni: le liste, i libri e le serie tv unite in una sola nuova avventura. 


n.b. volete la lista dei libri? Ditemelo nei commenti! 



23 commenti:

  1. Non mi sento molto a mio agio con le reading challenge perché spesso pongono obiettivi che molto difficilmente raggiungerei (tipo, primo punto di questa challenge, leggere un libro che parli di sport...ma anche no!)però lo scorso anno ho partecipato ad una specie di challenge che mi è piaciuta molto, ovvero leggere un libri di Shakespeare al mese per tutti i 12 mesi del 2016...è stato davvero bello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che per esempio il libro sul quidditch è incluso in quelli che parlano di sport? Io ho appena finito quello di Murakami sulla corsa, mia altra grande passione. Proprio perchè a volte le sfide sono troppo fuori dalle mie corde ho faticato tanto a trovarne una adatta a me, quindi ti capisco perfettamente :)

      Elimina
  2. Certo che la vogliamo!!! Adoro le liste di libri. Con una mia amica ci sentiamo periodicamente e facciamo il gioco della lista dei libri 😊

    RispondiElimina
  3. l'idea è carina ma se da un lato puoi scoprire molti libri che non leggerei da un lato odio essere "obbligata" a farlo..però la lista dei libri la voglio assolutamente perchè è un'idea che trovo invece molto carina ^^

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'elenco della chgallenge contiene indicazioni molto vaghe, questo per me permette di riuscire a sfidarsi senza essere ingabbiate. Mi accorgo dai vostri commenti che per molte di voi non è così però ..ed è davvero spunto di riflessione per me :)

      Elimina
  4. Io sono un po' scettica sulle liste di titoli precisi - un'amica mi ha proposto una challenge così e onestamente l'ho scartata immediatamente. Negli ultimi due anni abbiamo fatto la 50/50 challenge: leggere 50 libri e vedere 50 film, ma scegliendo in assoluta libertà cosa leggere e vedere. Mi piace l'idea invece dei temi (anche se magari qualcuno lo sostituirei perchè se SO che un genere lo odio, non c'è santi che voglia leggerlo), potrei orientarmi in questo senso quest'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola:) Questa lista non ha titoli precisi ma temi, anche molto generici. adesso per esempio sto leggendo un libro che è una rilettura..e questa era l'unica indicazione data. Ho scelto la #readharder proprio perchè impostata così. :)

      Elimina
  5. Mh, sinceramente a me queste cose non attirano affatto :). Sono ansiosa di mio, e sfide da portare a termine anche per ciò che dovrebbe rilassarmi e darmi piacere le reputo solo ansiogene e stancanti :). Ho talmente tanti libri che vorrei leggere, e autori da studiare e altri da scoprire, che le liste di altri non mi interessano adesso, e poi io leggo ai ritmi che posso, ecco.
    Credo dipenda dal carattere della persona amare o meno questo tipo di cose. Io so che quello che mi rilassa, come la lettura (ma anche l'attività fisica per esempio), deve rimanere una cosa da fare per mia voglia e non per imposizioni che mi autoinfliggo. Sono il tipo di persona che non regge queste cose e non porterebbe a termine nulla, a differenza di quando porto avanti le cose con calma e piacere e le porto con me per anni e con costanza.
    Come già ti dissi in passato, non sono il tipo da "inizio lunedì". Inizio le cose in qualunque momento sento sia giusto, e qui il discorso è uguale. Leggo quando ne ho bisogno e sento che è il momento. Se per quest'anno sarà un libro solo, significa che avrò bisogno solo di quello, e costringermi non mi farebbe amare ciò che leggerei in più.
    Come al solito, a ognuno il suo :).
    Baci Hermy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tyta bella, bentrovata:) Credo che molto dipenda, come in tutto, dall'approccio. Questa sfida contiene solo indicazioni molto generiche (un libro che hai già letto, uno di poesie non di amore, etc) e questo consente comunque di scegliere quello che vuoi. Poi sono solo 24 libri: per una lettrice come me, meno di quanto leggo in un anno. Questo vuol dire che laddove mi stancassi della sfida posso tranquillamente metterla in pausa per un po'. Aggiungi che per me non c'è nessun obbligo: ho scelto io la sfida per cui è una cosa che voglio fare, non imposta da nessuno. La lista mi aiuterà in quel momento in cui finito un libro non sai bene cosa leggere dopo. Senza impedirmi di leggere altro, nel caso nella lista non c'è. Insomma: c'è molta più libertà di quanto sono riuscita a raccontarvi in questa avventura:)

      Elimina
    2. Ciao Hermy :D!
      In verità è proprio come la vivrei personalmente io che è l'opposto di come la vivi tu! Per te è una scelta, ma se lo facessi io la vivrei come una mia imposizione su me stessa a fare qualcosa per forza, non so se riesco a farmi capire :D. Dici che non c'è obbligo, ma io mi sentirei appunto obbligata, mentre per te non è così fortunatamente.
      Per questo dicevo che dipende dal carattere (e quindi dall'approccio, come dici tu): tu sai approcciartici positivamente, io lo farei negativamente e mi sentirei oppressa ^^.
      Comunque la lista fa sempre piacere eh, se vuoi condividerla :)!

      Elimina
    3. Ti sei fatta capire benissimo:) E' questioni di approccio e di momenti della vita. Probabilmente qualche anno fa l'idea di una challenge così non sarebbe piaciuta nemmeno a me... o tra qualche anno mi farà orrore. Però per ora e per oggi e per quella che sono adesso e come la vivo è perfetta :)

      Elimina
  6. Condivido molto quello che ha scritto Tyta, anche a me le challenge non garbano tanto, ma se per te o per altri è di stimolo, perchè no? In questo periodo, per me, sarebbe già bello riuscire ad avere la voglia e la concentrazione per leggere da cima a fondo un solo libro, soprattutto farlo con piacere, invece, è già tanto se riesco a leggere le mie amate riviste su argomento storico. Sarà che sono diventata difficile, ma non riesco a farmi avvincere da una trama senza, dopo un po', annoiarmi, chiudere il libro in questione e metterlo da parte. La pila dei maledetti si sta alzando un po' e se un libro non mi piace non mi sento di infligger lo ad altri salvo esplicita richiesta. Forse è una questione di insicurezza o di mania del controllo, a volte preferisco rileggere. Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se un libro non piace c'è una sola possibilità: abbandonarlo. La vita è troppo breve e ci sono troppi bei libri per obbligarsi a leggere quello che non ami. E ti assicuro che non continuerò a leggere un libro che non amo nemmeno quest'anno ;) Io poi amo rileggere: essendo divorata dal desiderio di sapere come va a finire, la prima volta leggo furiosamente in fretta, perdendo dettagli, costrutti, sfumature. Rileggere i libri che ho amato è un obbligo :)

      Elimina
    2. Concordo su tutti e due i punti, il problema è che a qualche volta mi blocco già alle quarte di copertina, leggo l'incipit e magicamente mi cascano le braccia. Ma è possibile che non mi sconfinferi mai nulla? Speriamo nel tempo che passa :-)))

      Elimina
    3. A me è successo lo scorso anno. Se davvero ami leggere non hai bisogno di forzarti: passerà, al momento giusto. ;)

      Elimina
  7. Io sono una lettrice compulsiva priva di qualsiasi progettualità in questo campo ma vorrei leggere la tua lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D Ma sai che l'avrei detto? Comunque la lista arriva, promesso.

      Elimina
  8. Che idea geniale! E certo che vogliamo la lista!
    Al momento non avrei proprio il tempo di iniziare una challenge 'libresca' ma complimenti anche per la scelta coraggiosa, i libri citati/letti da Rory e compari possono non essere semplici o interessanti da leggere...mi viene in mente la biografia di Sylvia Plath :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be'... io ho copiato chi l'idea l'aveva già avuta eh... Comunque i libri citati da Rory e company sono quasi 400: c'è ampia scelta;)

      Elimina
    2. Si, ok, ma è geniale comunque ;)

      Elimina
  9. Prova ad iscriverti su Goodreads, è un social network per appassionati di libri. Ci sono diverse challenges tra cui scegliere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono! Una volta usavo Anobii poi però era diventato sempre più complicato e su 10 volte che provavo ad usarlo 9 non andava...

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero