Skincare Party Pro

Tra le cose che ho perso e ritrovato c'è la costanza nella mia routine per la skincare




Per me è come un videogioco: parto dal livello basic e aggiungo man a mano difficoltà al quadro. Solo così riesco. La sola differenza è che se smetto, i progressi fatti non vengono salvati: non nelle abitudini né, meno che meno, negli effetti.  Il mio scaffale dalla skincare routine oggi però è degno di giocatori scafatissimi. Lo vediamo assieme??



Quando mi sono resa conto che ero totalmente persa quindi, ho ripreso dal primo quadro: detersione e idratazione

Qui ho avuto gioco facile, avendo dei prodotti che sono dei miei grandissimi amori: di sera uso lo struccante bifasico Alverde- accompagnato da un olio Caudalie per i makeup più resistenti, e il detergente Ahava. Mio fedelissimo alleato, il Clarisonic Mia2. 

Al mattino invece una rapido passaggio di acqua micellare- la Garnier ma non ho ancora un holy grail- e un leggerissimo scrub viso- da sempre, l'Aquapeeling dell'Alverde. Lo so che può sembrare eccessivo, ma questi passaggi preparano la pelle alla giornata e la depurano dalle tossine rilasciate nella notte: ne guadagno subito in luminosità e compattezza.  




Nella foto vedete anche un latte detergente occhi della Avon e uno della [ Comfort Zone ]: un po' come l'olio della Caudalie, scelgo lo struccante a secondo del giorno e dell'umore.  

Consolidata questa routine, ho aumentato la difficoltà: siero, crema viso e trattamenti d'urto/specifici settimanali. Ho riacquistato una linea che ho molto amato in passato, la Skin Regimen della [ Comfort Zone ] e li uso entrambi sia mattina che sera. 

Come Bonus track del quadro: almeno 3 volte a settimana, il simil Foreo per l'applicazione- trovo il Clarisonic imbattibile per la detersione ma il massaggio consente una penetrazione più rapida e profonda ed è una bellissima coccola. 

Consolidato il tutto, ho recentemente aumentato la difficoltà, inserendo contorno occhi e crema collo: ho attinto dal mio stash (oggi drasticamente ridotto, ho regalato e eliminato). Il risultato? Un prodotto medio, senza enormi pregi e senza grandi pecche: lo sto usando senza entusiasmi e senza fastidi.

Ma lo sto usando, e questo è comunque un gran risultato. Conto presto di rimpiazzarlo, attingendo stavolta non più dalla caverna oscura degli acquisti scriteriati ma dalla mia ragionata wishlist, stilata per questo 2017 (interessa?? il post è in arrivo, ditemi di sì). 

Nel frattempo, qui e ora, credo di aver raggiunto il mio equilibrio perfetto- e non è poco.

Voi? A quale quadro del fantastico Skincare Party Pro siete ferme?   




10 commenti:

  1. Anche io ultimamente mi sono di nuovo data alla skincare, ormai il tempo che passo in bagno quando faccio la doccia è diventato il doppio di quello che era qualche anno fa ���� anche io come te ormai faccio un sacco di step... Ma sto riscoprendo un sacco di prodotti che usavo tanto tempo fa, primi tra tutti quelli Fitocose... Sono tornata agli albori!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io in eraltà di Fitocose ho provato solo una crema corpo... c'era un loro tonico che mi incuriosiva ma non lo trovavo mai ..e alla fine mi è uscito di mente :D

      Elimina
  2. Tutto il mio rispetto, la tua versione dello sin care party è da 10 e lode. Io sono nella fase BASIC 😭 ma almeno agli step fondamentali non rinuncio mai, cascasse il mondo mai a letto truccata o senza passaggio detersione e crema viso e occhi. In compenso al mattino sono più veloce ma la crema viso è un mustang. E poi il davanzale/espositore dà proprio l'idea che usi tutto e i prodotti non sono lì tanto per

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, se sei al basic puoi solo migliorare (e sei comunque più avanti di tante, fidati)!
      Il davanzale è uno stimolo in più: tenerli lì in bella vista mi aiuta a non trascurare/saltare nessun passaggio ;)

      Elimina
    2. Leggo adesso la tua risposta e mi cade l'occhio sul... mustang 😃 tipo che mi devo dare all'ippica piuttosto che alla cosmetica? Così imparo a non dare x buono quello che scrivo 😉Buona serata

      Elimina
    3. Ma tu lo sai che invece io ho pensato a un film, doloroso e tristissimo ma non per questo meno bello, che ha lo stesso titolo? (ovviamente il refuso da t9 è ormai un errore sempre in agguato...)

      Elimina
  3. Anche io da un po' di tempo ho trovato un equilibrio per la skincare, riesco a detergere la pelle sia al mattino che la sera (spesso saltavo uno dei due step, sorvoliamo) e ci tengo più all'idratazione. Ho scoperto il contorno occhi all'avocado di Kiehl's e non so come ho fatto a vivere senza <3
    Invece vorrei il falso foreo, giusto per aggiungere un oggetto semi-inutilizzato nel caos del mio bagno! :D (col Clarisonic sono troppo incostante, mea culpa).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la seconda in meno di una settimana che me ne parla. E io amo l'avocado. Vuoi vedere che mi tocca inserirlo in wishlist??

      Guarda, il similforeo si trova ovunque, non solo da Lidl ma anche Amazon. Io personalmente continuo ad amare infinitamente il Clarisonic... e se non lo uso per un po' la mia pelle subito reclama;)

      Baci :*

      Elimina
  4. Anche io sono ad un livello pro: ho persino aggiunto un siero detossinante, ahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. shhhhh..ho aggiunto un altro siero anche io, giusto la settimana scorsa!

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero