For the times they are a-changin'

colonna sonora consigliata

Quando sono partita ero convinta che sarei tornata carica di meraviglie cosmetiche. Il mio viaggio prevedeva tappe in terre evolute, dove si trova Bourjois e dove Inglot è venduto a prezzi da Kiko della prima ora. 

Man a mano che i giorni di viaggio passavano, mi rendevo conto che qualcosa non stava andando come previsto anche se faticavo a capire cosa. E' stato quando ho scattato la consueta "foto di gruppo" per il blog che ho realizzato quanto profondo e scioccante sia stato il cambiamento.




Esatto, avete visto bene. Questo è tutto quello che ho preso. E, a dirla tutta, i prodotti di The Secret Soap Store sono un regalo- uno vero, niente autoregali di sorta- di una cara amica polacca. E se non fossi dovuta andare da Inglot su commissione per altre due care amiche non avrei preso nemmeno quei due pigmenti, lo smalto e la cera per sopracciglia - sebbene non me ne penta. 

Si può dire quindi che di mia volontà esclusiva abbia preso solo il burro cacao (che poi è glicerina pura e lo volevo proprio per quello, a massima protezione).

Potrei addurre molte motivazioni, ma la vera verità è una sola e ne abbiamo già parlato altre volte: più passa il tempo, più le mie passioni aumentano e si stratificano e si influenzano tra di loro. Perchè avrò preso poco makeup, ma ho comprato un'agenda deliziosa. E libri. E ho forse finalmente scoperto il segreto per la valigia perfetta, beauty e non -interessa post? 

Insomma sono sempre io. Solo che sono una io che non pensavo mai sarei diventata.



E mi piaccio tantissimo.



(sì, cambieranno tante cose. Ma resto sempre io. Restate anche voi, sarà divertente)     

18 commenti:

  1. io nonostante ami il makeup alla follia quest'estate in vacanza ho comprato solo un burrocacao, la cosa mi ha sconvolta non poco xD

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Si cambia e manco ce ne accorgiamo!

      Elimina
  2. Pinterest mi ha fatto adocchiare alcuni pigmenti di Inglot. Ricordo la gioia nel sapere che c'era uno store a Bologna, qui ce ne sono svariati (ovviamente) ma inspiegabilmente SEMPRE vuoti!! due commesse annoiate sedute, a spolverare, e il mio ragazzo le prende in giro, senza sapere che in realta' in quel negozio avranno presto una cliente: me!

    Barbs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, sai perchè sono vuoti? Perchè vendono a 18€ un prodotto che in Polonia ne costa meno di 6.

      Detto questo, i pigmenti sono strepitosi:)

      Elimina
  3. Nella vita si cambia, ci si evolve.
    E in fondo penso che dopo un tot anni quando si sono accumulati rossetti su rossetti, ombretti come se piovesse, blush di ogni forma e colore...ma insomma, quali altre meraviglie cosmetiche possono ancora sorprenderci?
    Io pure nel make up sono diventata abbastanza essenziale. Continua a piacermi ma preferisco spendere di più per la cura della pelle, per i libri e per altre cosette.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Damina, concordo. Il makeup e i rossetti restano una mia grande passione eh. Però ho voglia e bisogno anche di altro ecco.
      Baci a te

      Elimina
  4. A me Inglot sta un po' antipatica, ho provato alcuni prodotti ma non mi hanno fatto gridare al miracolo e sia le commesse del negozio di Miami, sia quelle dello stand al Cosmoprof di quest'anno non hanno brillato per modi di fare gentili...
    Anche io nell'ultimo viaggio, per colpa di prezzi non proprio economici, non ho fatto incetta di cosmetici, ma ho comprato l'indispensabile e mi sono tolta un paio di sfizi. Sfizi che sono diventati indispensabili e non avrei mai immaginato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Ora ti tocca ASSOLUTAMENTE dirmi di cosa parli....

      Elimina
    2. Post in arrivo... magari lo faccio sugli acquisti di Tenerife e non solo su un prodotto come pensavo all'inizio visto che mi sono innamorata almeno di altri 2 nel frattempo...

      Elimina
    3. Ecco, vedo la wishlist allungarsi...

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Ma certo che resto, anzi, sono curiosissima di leggere di altre passioni (soprattutto quelle che riguardano le agende XD).
    E comunque questo haul è ricco lo stesso, ai miei occhi... Tutte quelle belle cose Inglot *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 <3 fossi andata via tu, ci sarei rimasta davvero male.

      Elimina
  7. Certo che si cambia e meno male! anche io, negli anni ho cambiato gusti e abitudini, poi, alcune costanti rimangono. Normalmente il mio shopping di viaggio é un mix tra cibo, vino e cosmetici, il tutto con il limite della forza della mia schiena e delle mie braccia, però deve essere tutta roba non deperibile e non reperibile dove vivo. Qualche volta mi é capitato ci comprare bigiotteria e accessori (per una borsa ho speso un botto a Rouen), ma l'aspetto più interessante dei giri per negozi è vedere la vita quotidiana in altri paesi e mi piace da matti vedere i mercati, soprattutto quelli alimentari con i colori della frutta e della verdura esposta e dei prodotti tipici, insomma sono una scimmia curiosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina, io e te potremmo essere perfette compagne di viaggio!Io faccio le stesse cose (per esempio in ogni paese vado a vedere quanto costano le arance, sempre)...e la curiosità secondo me è uno dei miei pregi più grandi!

      Elimina
    2. Compagne di viaggio? Perchè no, nella vita mai dire mai... (Sigla di James Bond)

      Elimina
    3. Senza fare la fine delle bond girl però...:D

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero