Il rossetto bio, molto prima del bio

Il rossetto di cui parliamo oggi è molto più di un semplice rossetto: è un viaggio nel tempo e nello spazio, che evoca altri mondi e profumi. Questo è infatti per me l'Aker Fassi, ossia il rossetto tradizionale berbero/marocchino, che ho ricevuto in regalo da un viaggio altrui. 




Come vedete, è come un coperchio di Tajine in  miniatura: la pigmentazione rossa deriva da petali di papavero essiccati e melograno. Esatto: è un rossetto 100% bio. 

Per poter far rivivere il colore basta inumidire la superficie: lo si può fare con le dita ma io preferisco usare il pennello; sia per avere un effetto più preciso sia per evitare di trovarmi le mani rosso sangue (perchè appena bagnate la superficie il colore riprende strepitosamente vita tipo Mia in Pulp Fiction, ecco). 




Ha un grande effetto di bellezza e sensualità sulle labbra. Avete presente l'effetto lèvres mordues che di solito è così complicato da ottenere? Questo rossetto ve lo farà avere in  pochissimo tempo e con zero sforzo. E, se avrete l'attenzione di non farlo venire a contatto con liquidi per i primi 10 minuti successivi all'applicazione, l'effetto durerà a lungo. Tutti questi pregi rendono più che perdonabile il formato strano, che difficilmente potrete portare con voi in borsa.  

La cosa più bella di questo prodotto per me però è il suo venire da lontano, a raccontarci mille storie, tutte che parlano di donne, bellezza e creatività. Dietro la nascita di questo rossetto berbero infatti non ci sono studi di marketing o ricerche che hanno individuato come prossima nicchia da colonizzare il bio.  

Questo rossetto è nato tra donne per donne, grazie all'ingegno di alcune che hanno fatto ricorso a quello che avevano a disposizione (che poi, ma il discorso diventerebbe troppo lungo, è lo stesso modo in cui è nata anche la cosmetica moderna qualche centinaio di anni fa). 

Last but not least, non avete bisogno di partire in viaggio nè di aspettare che qualcuno ve lo regali: lo trovate qui ad un prezzo molto più che abbordabile.     


Per tutti questi motivi, e perchè è stato il regalo di una persona davvero speciale -per me ma anche in assoluto- ogni volta che lo uso penso a quanto, nonostante tutto, mi piaccia essere nata donna

Alla faccia di chi dice che un rossetto è poca cosa...


Lo ricomprerei: sì

Lo  consiglierei: sì

Lo regalerei: sì


18 commenti:

  1. Davvero questo rossetto evoca posti lontani, colori, profumi, sapori... Però mi sarebbe piaciuto vederne uno swatch o l'applicazione sulle labbra, per capire meglio l'effetto che ci hai descritto.














    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mea culpa, non ho inserito il link all'Apostro rosa http://www.deornatumulierum.com/2015/11/lapostrofo-rosa-120.html (anzi, magari aggiorno il post,ecco)

      Elimina
  2. Mammamia cosa mi hai fatto ricordare... ce l'avevo anch'io, un milione di anni fa, anzi credo che sia stato il mio primo rossetto.... che voglia di riaverlo! Mi pare di risentire il suo sapore sulle labbra :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? Questo è un rossetto che sa evocare ricordi e profumi subito:)

      Elimina
  3. bello!!!!! sa di oriente ^^

    mallory

    RispondiElimina
  4. Adoro quell'effetto che descrivi, sulle labbra!
    Lo vorrei tantissimo questo prodotto, devo vedere a quanto ammontano le spedizioni sperando siano accettabili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che credo sia reperibile anche in buone bioprofumerie o da Eatitaly?

      Elimina
  5. Non ci crederai mai,ma ho acquistato questo "prodotto" almeno quattro o cinque volte durante svariati viaggi in Marocco. Non posso far altro che accordarmi alle tue parole : è un rossetto assolutamente unico.
    Un abbraccio Hermy, buon fine settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo assolutamente perchè io stessa sono sicura che lo ricomprerò:)

      Elimina
  6. Un rossetto particolare ma sicuramente d'effetto! Mi piacerebbe provarlo... Chissà se lo vendono online!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara, alla fine del mio post trovi il link;)

      Elimina
  7. Non lo avevo mai visto in vita mia, mi affascina tantissimo, anche se poi credo che non lo userei, lo terrei in bagno come pezzo da museo, particolare ed unico*_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per un po' ho fatto come te, poi però ho temuto che esendo naturale si sarebbe rovinato senza nemmeno averlo mai usato... (comunque in bagno no, l'umidità lo rovinerebbe subitissimo!)

      Elimina
  8. Questa è una vera chicca, di quelle che fanno un po' sognare ed immaginare tante storie... Mi ha stupito la sua facile reperibilità ed il prezzo molto basso. Darebbe un'idea regalo davvero particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Io temevo avesse un costo proibitivo..e invece no, è una coccola alla portata di tutte:)

      Elimina
  9. Lo sai che mi hai incuriosita molto con questo rossetto? tanto che penso farò il suo ordine mooolto a breve, sono molto malata di rossetti ultimamente *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, amica malata... Se poi lo prendi mi racconterai come ti sei trovata, sì?

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero