Less is more (even on my plate)

Se sei stata messa a dieta la prima volta a otto mesi (sì, avete letto bene: a otto mesi) e sei una persona naturalmente curiosa arrivata ai 41 anni anni crederai che non ci sia dieta e/o regime alimentare che tu non conosca. Molti di questi li avrai anche provati: alcuni con piacere e soddisfazione, altri con estrema vergogna ex-post. E avrai imparato un mucchio di cose, nel frattempo.

Io, per esempio, ho imparato che le diete fai da te, assieme a quelle che promettono risultati rapidi, sono il male. E molto altro ancora....

 

Se credete di essere sovra/sottopeso, se avete nuove esigenze alimentari (un intolleranza- certificata da un dottore, non dalle vostre impressioni- un cambio di orari, un lavoro che vi porti a mangiare sempre fuori a pranzo etc. etc.) insomma, qualsiasi sia il motivo, se sentite l'esigenza di rivedere con criterio il vostro modo di alimentarvi, fate un enorme favore a voi stesse: affidatevi a un professionista. 

Di tutte le diete, prove e metodi che ho provato in vita mia le sole volte che ho davvero ottenuto un risultato è stato quando l'ho fatto seguita da bravi specialisti: e il mio nuovo regime del 2016 non fa eccezione.

Questa volta però non voglio solo dimagrire. Stavolta volevo conciliare la mia esigenza di perdere peso a quella di un'alimentazione diversa che prevedesse una drastica riduzione di proteine animali, senza però eliminarle del tutto. Conciliare il mio gusto con la mia sempre più grande attenzione all'ambiente e agli animali cercando di evitare ogni estremismo, privilegiando la qualità in ogni momento

In breve: la sfida alimentare più difficile ed entusiasmante che abbia mai deciso di mettere in atto


  

Dopo tanti anni di regimi pesati con il bilancino, di diete dissociate, del panino, del riso, etc. etc. ho sentito il bisogno di un approccio più ampio che smettesse di ridurre il cibo ai suoi componenti. Ero alla ricerca di uno stile di alimentazione che non riducesse tutto a una mera contrapposizione carboidrati/proteine/grassi.  Come da foto di seguito sappiamo tutte che chi compie questa scelta non fa una bella fine....




A questo punto è venuta in mio soccorso la mia nutrizionista (e amica): è stata lei a parlarmi per la prima volta della Reducetarian facendomi così ricredere anche sulle mie certezze in fatto di conoscenza. Visto i vantaggi di rivolgersi a una professionista? E' stato così che ho scoperto che il Less is more tanto amato nel mondo fasciòn può essere splendidamente applicato anche al food. 

Lo so, il nome suona malissimo, ma il concetto su cui si basa è esattamente quello che cerco: date uno sguardo al sito e/o guardatevi questo video. Capirete tutto meglio. 




Io per ora mi sono ritrovata ad avere prescritto un regime equilibrato, che mi permette grande autonomia nell'organizzazione dei vari pasti (con un paio liberi a settimana, che non fa mai male) e che mi permetterà di perdere qualche kg, fare una spesa molto più consapevole e variare il mio me (alzi la mano chi, seguendo una dieta, non è arrivata ad odiare il petto di pollo alla piastra con insalata)

Ora, siccome lo so che Gennaio è il mese mondiale delle nuove diete, aspetto tutti i vostri commenti, idee e spunti. Infine: ho in mente di cimentarmi alcune ricette, quelle dalle foto deliziose che si trovano in rete, fosse anche solo per scoprire la terribile differenza tra la bellezza della loro mise en place e i miei mappazzoni.  

Ditemi, vi piacerebbe? Siete curiose?

 (anche se credo che finirò sempre così, ecco...)



8 commenti:

  1. Mamma mia cosa non é il micio tra l'insalata! E anche il discorso che hai fatto mi piace molto, sicuramente darò un'occhiata al sito che indichi, un'ispirazione é sempre utile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'approccio è molto semplice e modulabile: puoi scegliere di essere vegano un mese all'anno, o vegetariano un giorno a settimana etc etc. Poi fammi sapere, sono curiosa della tua impressione.

      Elimina
  2. io mi tengo sempre col peso costante..una volta solo feci una dieta vera e propria ma andai da una nutrizionista..e mi sa devo tornarci perché quei kg che ho messo mi fissano XD

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BEATA TE! Io tendo sempre a mettere su un po' di peso, ahimè... Comunque tu ai kg che ti guardano hai sorriso sì? Magari se capiscono che non ti infastidiscono vanno via da soli :)

      Elimina
  3. Non ho neanche più idea di quando mi sono pesata l'ultima volta. Per certi aspetti è meglio restare ignoranti, ah ah ah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vorrei dire, ma a mia memoria tu non hai bisogno di diete... e poi io non mi peso sai? Lascio che i vestiti mi raccontino una storia ;)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero