Tag: La profumeria ideale

Nel periodo in cui sono stata offline, alcuni bei tag hanno preso a circolare. Sono certa di essere stata taggata per questo da qualcuna di voi, ma l'età avanza e il mio unico neurone rifiuta di collaborare. In breve: non mi ricordo. Però sì ho voglia di prendere parte al Tag ideato da Il mio beauty quindi eccomi qui. Tu, che mi hai taggato e mi stai leggendo, ti prego: rimproverami senza timori.

Nel frattempo, pronte a scoprire come dovrebbe essere la mia profumeria ideale? 






1) Quando entri in profumeria vuoi essere subito accolta dal personale e guidata nella tua visita o preferisci gironzolare indisturbata ed eventualmente essere poi tu a chiamare, se hai bisogno di aiuto?

Decisamente la seconda. Il mio scenario ideale prevede offerta di aiuto appena arrivo, che probabilmente declinerei, per poi essere abbandonata al mio girovagare e ritrovare, laddove ne avessi bisogno, la commessa da chiamare.  


2) Preferisci che il personale ti dia del tu o del lei?

Sinceramente mi è del tutto indifferente. Quello che voglio è che siano gentili.  

3) Quali sono le capacità e le competenze che un addetto alle vendite in profumeria deve avere secondo te?

Qui giro a voi la domanda: credete che un addetto alle vendite in profumeria debba avere capacità particolari? Perché io credo debba essere preparato e gentile. Ma credo che questo valga tanto per il pizzicagnolo che per l'addetto Dior.  E debba saper ascoltare. Memorabile la volta in cui chiesi la palette Sparkle della Sleek e mi dissero "No, c'è la Ultra Matte". Uguali uguali....

4) A livello espositivo come ti piacerebbe fosse organizzata la merce in profumeria?

Decisamente per brand. Odio il sistema per referenze (che per esempio ha OVS): mi confonde e mi disturba. So che concettualmente avere tutti i rossetti vicini dovrebbe aiutarmi nel confronto ma la verità è che finisco col non vedere le cose.... E mi piacerebbe che ci fossero sempre i tester. Sempre.     

5) Quanto sono importanti i campioncini? Ove per campioncini in questo caso intendo una jar con un po’ di quel prodotto che vorrei acquistare, ma non sono ancora sicura…

Sono importantissimi. Più di una volta mi è successo di decidere un acquisto proprio grazie a un sample ben pensato. Ammetto però che se non ci sono prodotti che mi interessano e/o non sono disponibili in quel momento forse sarebbe più saggio rinunciare. Troppo spesso mi sono ritrovata con sample- soprattutto di profumo- che non ho mai usato.... Qui un po' di compulsione ossessivo-compulsiva all'accumulo credo di averla, ecco.  

6) Quanto è importante per te che un tester venga pulito prima che il cliente lo indossi?    

Non contemplo altre opzioni. 

7) Cosa ti aspetti da una shopping experience in profumeria? Cosa ti conquista e ti invoglia a tornare in una profumeria piuttosto che in un’altra?

Mi aspetto commesse come da punto 1 e 3. Musica soffusa e non sparata. Luci che mi aiutino a capire i reali colori dei prodotti. E tester disponibili e non devastati. Mi aspetto prezzi chiari e offerte facilmente comprensibili. Chè poi sono gli stessi criteri per cui torno o meno in alcuni negozi. 

8) Preferisci andare fisicamente in profumeria o fare i tuoi acquisti online? In entrambi i casi, spiega perché preferisci una alternativa all’altra.

Preferisco l'online, tranne rarissimi casi. Sempre più spesso ormai uso i negozi presenti nella mia città solo per vedere i colori, per poi tornare a casa e comprare on line, approfittando di uno sconto e/o promozione. Questo nei casi in cui il brand in questione sia reperibile da me perché ormai sempre più spesso acquisto prodotti non in vendita nella mia città o in Italia e l'online è la sola possibilità...

9) Ritieni importante la presenza di una fidelity card nella profumeria da te scelta? Quali benefit o servizi aggiunti vorresti avere oltre agli sconti e alle promo periodiche?

Le fidelity card aiutano soprattutto le profumerie, non me. Quando mi arriva il 20% di sconto Sephora, anche se non avevo in programma nessun acquisto, finisco sempre per chiedermi se non c'è qualcosa che vorrei..e qualche volta il pensiero si tramuta in azione, anche se non avevo nulla da prendere "davvero". In generale comunque le apprezzo e mi piacerebbe che usassero le notizie che hanno sui miei acquisti per inviarmi offerte più adatte. E mi piacerebbe che ci fosse un circuito di bellezza: lo sconto nel tal centro estetico, la riduzione per la palestra. Insomma, una rete di sconti e offerte dedicate. Ehm..ditemi che sono riuscita a spiegarmi.... 

10) da 1 a 10 quanto trovi preparato il personale di vendita nelle profumerie che frequenti?

Questa è forse la nota più dolente. La media non supera il 4. Ogni tanto ho trovato delle brave commesse, che superavano la sufficienza e che nello sconfortante panorama mi hanno fatto gridare al miracolo. Ma ho imparato molto di più chiacchierando  qui con voi (per non parlare di quando ho Laura Portomeo a disposizione) che in qualsiasi dialogo con qualsiasi commessa.  

Ecco qui, la mia profumeria ideale. Non sarebbe bellissimo poterci ritrovare tutte assieme in un posto così??

Non taggo nessuna perchè arrivo luuuunghissima ma consiglierei a Laura di tenere ben da conto questo tag: ci sono fior di catene che dovrebbero farne tesoro! 

13 commenti:

  1. Riguardo la palette Sleek, se fossi stata la commessa ammetto che ti avrei risposto la stessa cosa. Non per proportela, ma per dirti che di tale marca ho solo tot referenza. A me sarebbe sembrato normale, eheh ^^.
    Per le fidelity, fidati che nel mio caso servono piu' a me che a loro ;). Mi studio cio' che voglio nel corso dei mesi, e appena ho lo sconto approfitto. Penso di non aver mai acquistato da Sephora in altro modo. Per me lo sconto e' basilare per potermi concedere quel prodotto che mi serve/che amo, visto che non navigo nell'oro :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tyta, tu quoque? Ma se ti chiedo glitter come puoi darmi opacità? :D

      Sugli sconti: sia chiaro che non danno MAI fastidio e ben vengano nelle mani di chi è saggia come te. Ma tu sai che io non ho questo auto controllo... :)

      Elimina
  2. Non ho capito la storia di oviesse: sono stata in almeno 4-5 oviesse diversi tra milano e provincia e tutti avevano i classici stand da profumeria, come da tigotà o acqua e sapone. Non ho mai visto la divisione per tipologia di prodotto o.O che roba strana.

    In generale pretendo lo stesso che in qualsiasi altro negozio. Il saluto, gentilezza, senza essere invadenti e pressanti, conoscenza della propria merce. Se ho bisogno chiedo io e mi aspetto una risposta gentile e pertinente.
    Quello che mi irrita è soprattutto il caso in cui la commessa si lanci in suggerimenti NON richiesti, dovuti solo alla smania di vendere. Esempio:
    L'altro giorno da sephora io e una mia amica stavamo dando un occhio agli smalti e siamo dovute scappare! Non c'era altra scelta! Appena entrate, di fronte all'offerta di aiuto della commessa abbiamo gentilmente declinato e ci siamo messe a guardare lo stand con gli smalti nails inc, formula x etc. Non solo lei si è ripresentata dopo 2 minuti ( -.-"), non solo si è intromessa nel discorso (???!!!), si è anche lanciata in proposte sconnesse! Prima voleva venderci gli smalti sephora (€3.90), poi quelli dior (€24.50) che insieme agli chanel sono i più cari....il senso? Non è una cosa grave, ma da queste piccole cose si capisce quando non si fermano a riflettere nemmeno un secondo sul cliente che hanno di fronte, ma semplicemente "spingono" i prodotti che devono vendere: il loro brand e quelli più costosi per far alzare lo scontrino. Ciao proprio. Capisco che loro debbano vendere per carità, di qualcosa devono vivere, ma ci sono modi e modi di proporsi..magari chiedere la fascia di prezzo, il finish o insomma robe così...senza proporre a caso in modo poco coerente.

    Apprezzo gli sconti, ma trovo che molte fidelity card abbiano traguardi di punti troppo elevati (per me).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fransis te beata.... io ormai mi ci perdo sempre in quegli stand...li detesto!

      L'esempio che hai fatto è ahimè la tipica commessa che alla fine perde il cliente anzichè acquistarlo. Capita spessissimo ma è come se non lo notassero... sarà che forse più volte invece funziona??

      Elimina
  3. Posso dire di avere un minimo di esperienza in campo commerciale, proprio per il lavoro che faccio (banca, in agenzia). Cambia (molto) il prodotto, identica dovrebbe essere l'impostazione che dovrebbe avere nei confronti del pubblico: rispetto e competenza, oltre a un pizzico di empatia. Per essere un buon commerciale e non solo un tirapacchi, devi cercare di comprendere il tuo interlocutore ed esprimere il massimo della professionalità.Sempre. Forse perché parto dal presupposto che, qualsiasi lavoro si svolga, lo si debba fare al massimo delle proprie capacità, proprio per la dignità del lavoratore. Probabilmente sono tremenda, ma mi irrita profondamente trovare commesse che non conoscono nemmeno l'esistenza di un prodotto commercializzato dalla propria catena (sì, Sephora, e il prodotto era una baseOPI peel off, non era la formula della fissione nucleare) e, così, per non tediare e non venire tediata, preferisco comprare online. Tutto ciò premesso, ordine, pulizia e stand per brand tutta la vita, sui campioni sto smaltendo quelli dei profumi e per eliminare ingombri ho eliminato le confezioni e tenuto le fiale, alcune le ho messe in un bicchiere di plastica trasparente e da lì pesco alla mattina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SANTE PAROLE. Avrei potuto scriverlo io questo commento <3

      Elimina
  4. Sveglia la commessa che ti ha proposto la sleek matte al posto della sparkle XD Mi hai fatto sbellicare dal ridere. Interessante anche l'idea della profilazione sugli acquisti per inviare offerte adatte creando un circuito di bellezza! Spero davvero che ci leggano gli addetti ai lavori. Io per conto mio sto raccogliendo le vostre risposte e fra un pò farò un post riepilogativo tirando un pò di somme ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovevi vedere la mia faccia.... O_o

      Dai Laura dai...sii nostra portavoce!

      Elimina
  5. Questo tag è meraviglioso, io ho iniziato ad abbozzarlo qualche giorno fa e abbiamo un sacco di risposte in comune :)

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. bellissimo tag, magari qualche profumeria famosa ci legge e segue i nostri consigli XD

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero