[TAG] Beautiful Stranger: i prodotti che vorrei

Salvo nuove ondate di Tag, questo dovrebbe essere il penultimo che vi infliggo per un po' di tempo (yes. Ve ne tocca ancora uno venerdì prossimo). Il fatto è che quando ho visto l'argomento di questo, creato da Parola di Deirdre e le ragazze del blog Biancaneve makeup, non ho saputo resistere. Anche se la prezzemola non mi avesse taggato, avrei comunque partecipato, ecco. 


Le regole sono facilissime: biosgna citare i due blog, scegliere 5 prodotti cosmetici che in Italia non ci sono e che invece vorremmo e passare il testimone ad altre 5 ragazze. Io scelgo  La Favola Russa, Recensioni Cosmetiche, Il mondo di Tynzia Makeup,  Su un filo di eyeliner  e Il mio beauty .   Ovviamente e come sempre, siete comunque tutte taggate:)

E mentre aspetto curiosa  e timorosa- sia mai venissero fuori nuovi oggetti del desiderio impossibili da avere- di leggere le scelte altrui, eccovi le mie.

La prima risposta è davvero scontata, lo so. Ma io bramo Bourjois in tutte le sue versioni, referenze e sfumature. Stiamo parlando di un brand dal rapporto qualità strepitoso, dal packaging e marketing curato e produttore di uno dei migliori fondi che abbia mai provato in vita mia.

 

Per non parlare della delizia assoluta dei suoi rossetti....Ogni volta che penso che sì, era venduto  in Italia e hanno smesso, soffro un po'. Davvero. 

Il secondo brand è Tarte Cosmetics : nato dalla passione di una beauty addicted americana nel 1999 è un brand di cui ho - purtroppo- solo un rossetto (dono della Prezzemola co-autrice del tag). Qui trovate la loro lettera manifesto mentre qui sotto vi  posto una foto su cui sbavare un po'....

    

Il terzo brand, se mi conoscete un po', non vi sorprenderà per nulla: parlo di Alverde. Un brand ecobio a cui sono molto legata e che mi ha fatto capire molte cose, prima tra tutte che non è assolutamente detto che per coniugare bellezza e rispetto per l'ambiente bisogna ipotecare tutti i propri averi.



Sono davvero convinta che l'arrivo di un brand come questo da noi, oltre a fare andare in estasi chi già lo conosce e lo usa, potrebbe favorire la diffusione di un nuovo modo di vedere i prodotti ecobio a cui ancora oggi si pensa come a un capriccio da ricchi anzichè come una necessità concreta.  

Infine, altri due brand americani (ehm...sì, tre su cinque. E dire che a me l'America nemmeno attrae tantissimo eh....) ossia Kat Von D Beauty e Bobbi Brown. Lo so, sono agli opposti per stile e filosofia: tanto audace la prima quanto bon ton e sciura bene la seconda. Ma a me piacciono entrambe molto e non trovo una solida valida ragione perchè io debba scegliere o perchè debbano escludersi. 



E nemmeno una valida ragione per cui io non possa comparli qui in Italia, ecco.


Infine, una bonus track: vorrei che i brand che si trovano anche qui da noi, fossero così gentili da far arrivare in questa landa desolata tutte le referenze che producono: sì, penso a Nars e ai suoi rossetti ma anche a Revlon o Maybelline e perfino ad Essence. Posto che già avete messo in piedi tutto il circo della distribuzione in Italia, cari signori, che diavolo vi costerà mai farci arrivare quelle nuances che alcune di noi tanto vorrebbero??

Mi fermo qui, perchè ne andavano citati solo 5 e io ho già "imbrogliato" con la sesta. Ma vi assicuro che potrei continuare.

E voi? Abbiamo qualche desiderio in comune?? Mi raccomando. se partecipate, lasciatemi il link che sono curiosa (è stato già detto, vero??). 

 



28 commenti:

  1. Ecco questa cosa delle referenze mi fa discretamente inalberare... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo dico qui, ma vale anche per le altre: io è una cosa che proprio stento a capire. So che ci saranno validi motivi, non credo che siano decisioni prese alla leggera, ma proprio non riesco a capire quali siano. Mi piacerebbe una volta che qualcuno me lo spiegasse....

      Elimina
  2. Oltre al fatto che si, voglio Bourjois pure io (ma anche gli altri eh), mi sono piacevolmente stupita della conclusione: era esattamente quello che mi ha frullato per la testa per tutto il post. "Eh, per me sarebbe gia' stupendo se chi vende qui portasse tutti i prodotti!"...ed ecco che la Hermy conferma e concorda ;)!
    Dire quanto ci sono rimasta male un mesetto fa, quando vidi le novita' Essence e c'era il pennello da sfumatura di cui tanto ho bisogno ora, e sapere ben presto che qui non lo porteranno, non si puo' esprimere! Uff :P.

    RispondiElimina
  3. uhmm.. quindi dovrei ritenermi fortunata visto che qui trovo ovunque Alverde, Bourjois e Bobbi Brown? :-D

    RispondiElimina
  4. Alverde vorrei tanto anche io che fosse reperibile in Italia *_*

    RispondiElimina
  5. Concordo tarte e bobbi brown...e aggiungerei melt cosmetics ...voglio quel rossetto dark room ...voglioloo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Sapevo che mi avreste indotto altri desideri, lo sapevo!!

      Elimina
  6. Il primo che mi viene in mente è Illamasqua <3
    e concordo assolutamente su Bourjois

    Barbs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Illamasqua! Perchè non ci ho pensato???

      Elimina
  7. Appoggio in pieno il tuo bonus track! Che qualche brand non arrivi fino a qui potrei (forse) anche mandarlo giù, ma che quelli che già ci sono non presentino tutti i colori in gamma o tutte le collezioni che nel resto del mondo invece esistono.. Mi fa davvero infuriare!

    Un abbraccio cara Hermy e buon weekend <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono misteri insondabili a cui mi piacerebbe davvero dare una soluzione....

      Buona domenica a te, cara:)

      Elimina
  8. Soap & glory e Barry M sono alcuni dei miei sogni impossibili con Crabtree & Evelyn, A England e Tarte, ma tutti i brand citati nel tag sono veramente stimolanti. Una cosa é certa, avere tutti i prodotti delle diverse linee distribuite in Italia sarebbe un fatto positivo, sembra che si reputi che non valga la pena o, peggio, che tanto possiamo accontentarci così. Ma quando mai? E poi, magari OT, se fosse possibile l'acquisto online senza l'incubo dogana o l'incertezza sui rivenditori....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soap¬Glory! Come ho fatto a non pensarci???

      L'incubo dogana poi è un orrore: ci sono brand che mi autovieto di guardare per questo motivo...

      Elimina
  9. Anch'io rivorrei bourjois! Baci. Gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti ricordi quanto bello era avere lo stand lì, a portata di mano????

      Elimina
  10. Tarte e Bourjois subito!!!

    RispondiElimina
  11. Bobbi brown = sciura bene. Sono morta xD

    RispondiElimina
  12. Avevo già parlato qualche anno fa in un articolo di questo argomento, del perchè in Italia siamo così sfortunate lato cosmetico. Alla fine mi sembra che piano piano la situazione stia migliorando anche perchè internet ci viene in soccorso, ma ci sono prodotti che sarebbe bello vedere dal vivo prima di comprarli!! E vogliamo parlare delle differenze di prezzo per gli stessi prodotti?? Ora con il cambio euro dollaro che è peggiorato le differenze si sono assottigliate, ma ci sono sempre!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle differenze di prezzo non avevo pensato...e dire che con Mac e Milani sono spudorate!

      Elimina
  13. Ne abbiamo due in comune, Kat Von D e Boujois più l'extra perché condivido il tuo pensiero sul fatto che le aziende dovrebbero distribuire in egual modo tutti i prodotti in ogni stato, mentre l'Italia gira gira è la solita sfigata in questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io giuro, mi venisse la cellulite sul naso, pagherei per sapere perchè!

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero