Le sorelle Soffici(ne)

Ho letto questo libro grazie al servizio Kindle Unlimited. Se mai ne avessi avuto bisogno, è stata la conferma di quanto questo servizio è adatto a me: ho scoperto un atore che conoscevo, letto un libro tutto sommato piacevole e l'ho poi "restituito alla biblioteca". 

Ma andiamo con ordine e parliamo delle Sorelle Soffici di Vettori.





Ho scelto questo libro incuriosita dal titolo e dalla copertina: mi piaceva, pareva promettere una saga familiare degna di nota e un po' surreale. Promesse mantenute solo in parte. 

E' ben scritto e si fa leggere con piacere, anche se certi giochi stilistici si capiscono rapidamente e poi sono un po' noiosi da ritrovare.... E la storia è interessante e piena di spunti, molti dei quali a mio parere trascurati. Il libro è stato finalista al Premio Calvino e in quell'occasione Vettori ha scritto un articolo piacevolissimo.

Ma nonostante tutti i punti a suo favore, mi è restata la sensazione di incompletezza. E' un po' come quando i professori dicono ai tuoi genitori "è capace, potrebbe fare molto di più".

Questo libro, queste due (?) sorelle e il mondo di personaggi che gli è stato creato attorno hanno un potenziale incredibile che mi sembra quasi represso e comunque troppo poco esplorato.  Ma di certo leggerò altro di questo autore, sperando che liberi certi demoni senza remore, almeno sulla carta. 

 

2 commenti:

  1. In effetti la copertina è davvero graziosa, mi ispirerebbe moltissimo... Peccato per le piccole pecche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma magari prova a leggerlo eh...è comunque gradevole. E io spero che negli altri suo libri abbia osato ancora di più :)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero