La versione di Hermosa #11

Oggi parliamo di nuovo dell' L'Erbolario. Non di un nuovo loro nuovo  prodotto in particolare (anche se non  mancherebbero gli argomenti, vista che delle loro nuove linee alla Camelia e della Verbaluce non abbiamo ancora chiacchierato assieme) ma più in generale del loro brand e delle loro commesse. 



Nati nel 1978 a Lodi - ancora oggi la loro produzione è al 100% italiana - con la creazione di alcune acque aromatiche sono un'azienda giovane (perchè un brand nato dopo di me sarà sempre giovane, è chiaro??) che nel tempo si è andata caratterizzando per la sua attenzione alla natura e alla bellezza e oggi sono davvero noti in tutto il  mondo. Se non li conoscete già, date uno sguardo ai loro valori: difficilmente potranno non piacervi. 

Personalmente, dopo essere stata loro cliente per anni e aver usato e abusato del loro Orangerie e delle loro confezioni regalo bellissime, me ne ero allontanata un po': sull'onda dell'entusiasmo della scoperta di nuovi brand eco-bio mi pareva troppo già visto e noto. E' stato solo con l'aquisto del loro olio protettivo per capelli Velo Solare  lo scorso anno, che mi sono riavvicinata: ritrovando tutto quello che già conoscevo, inclusi i loro calendari bellissimi, ma anche molto di più. Ho quindi ripreso la sana abitudine di regalare i loro cofanetti come se non ci fosse un domani e comprato altri loro prodotti nel tempo: perchè sono buoni, con un ottimo rapporto qualità-prezzo, si trovano facilmente e funzionano.

Questo mio nuovo innamoramento però non sarebbe stato possibile senza una componente fondamentale: le commesse del negozio in cui vado.  Da come si comportano, dagli strumenti che hanno a disposizione (un cassetto perfettamente ordinato di sample per tipologia, il loro sacchetto per sample) ho l'impressione che siano tutte splendidamente formate dalla casa madre: non c'è stata volta in cui sia entrata nel loro negozio e ne sia uscita senza un kit di sample generosissimo. 

 da sinistra: segnalibro, sacchetto pieno zeppo di sample, block notes. Questo in una sola volta


Abbiamo sempre ragionato assieme sulle mie esigenze e sui possibili prodotti che potevano interessarmi, hanno sempre soddisfatto le mie piccole curiosità (dopobarba maschili inclusi) e l'hanno sempre fatto con grandissima gentilezza e disponibilità. Raccontandomi dei prodotti che mi stavano dando e del perchè li avevano scelti per me, spiegandomene l'utilizzo e illustrandomi brevemente la loro azione. Senza mai forzarmi all'acquisto immediato, anzi, dicendomi l'esatto contrario: "provali, così capisci se vanno bene per te". Il paradiso di ogni cliente, che sia o meno una beauty addict. L'ultima volta mi hanno spruzzato le loro nuove fraganze su dei deliziosi nastrini: quell'arancio è finita dritta dritta nel mio portafogli.
Un servizio così fa decisamente la differenza: invoglia all'acquisto, incuriosisce sulle novità. E funziona maledettamente bene, perchè sono ovviamente tornata spesso a prendere alcuni prodotti, proprio grazie a quei sample. 

Succede raramente, ma è un sistema in cui tutti vinciamo: chi vuole -giustamente-vendere e chi vuole- giustamente- comprare prodotti senza pentirsene. E quindi una ola strepitosa di approvazione per questa bellissima politica dell'L'Erbolario.

Succede anche a voi, nei loro negozi? O devo accendere un particolare cero di ringraziamento alla divinità dei sample per aver incontrato delle commesse così brave??

28 commenti:

  1. Bisognerebbe essere sempre così che sia una trattativa commerciale o la vita quotidiana: agire con discrezione e rispetto non ha mai, secondo me, fatto male a nessuno. Ma a volte é presa per debolezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna invece loro ne fano il loro punto di forza;)

      Elimina
  2. Ma sai che anche io mi ci sto' avvicinando (e' piu' corretto dire cosi', perche' pur avendoli sempre conosciuti, non ho mai preso nulla)? E oltre per gli splendidi prodotti e confezioni, e' anche per via delle gentilissime persone che trovo nel negozio in cui vado di solito :).
    -Sia li' che in un altro, ammetto di essermi candidata piu' volte per un lavoro, ma a me non mi vuole nessuno :(. Eppure sarei gentile, loggiuuuro!-
    Comunque la cortese attenzione al cliente e la loro politica di gratificazione (e fidelizzazione: oltre ai campioncini, ritrovarsi tutto l'anno a guardare il loro calendario, o scrivere sulle splendide agende, fanno la loro parte!) sono assolutamente vincenti; certi signori (ondeggia nell'aere una parola con le K..) dovrebbero buttarci un occhio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo su tutto..solo che giuro, la parola con le K mi sfugge ç_ç

      Elimina
    2. Ahahah, i signori della Kiko XD! Per dire loro, ma non sono gli unici ;).

      Elimina
    3. AAAAAHHHHH.. è che seccondo me Kiko non ha alcuna politica verso il cliente,a parte spremerlo alle casse con il prodotto della settimana :D

      Elimina
  3. Nel punto vendita dove vado di solito che è un monomarca Erbolario le commesse sono sempre gentilissime e riempiono i clienti di attenzioni! Mi è capitato di comprare i prodotti dell'erbolario in una erboristeria che vendeva vari marchi,ma la titolare non era particolarmente cordiale e non ci ho più messo piede...sono cose che fanno sicuramente la differenza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma allora ho ragione: sono proprio scelte e formate così dalla casa madre :) (e peggio per quella titolare: clienti come noi, non vanno perse...)

      Elimina
  4. Sempre grazie ai sample dell'Erbolario, fondamentali per le micro-vacanze! gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente. Ho trascorso splendidi fine settimana estivi con un bagaglio leggerissimo grazie a loro :)

      Elimina
  5. Succede anche a me, in tutti i negozi in cui sono entrata, commessi gentilissimi, disponibili e che danno campioncini. Serve poco a conquistare un cliente, se solo tutti lo capissero..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Anche per questo ho voluto dedicare loro un post, per rendere omaggio a una politica così sensata :)

      Elimina
  6. Molte aziende dovrebbero imparare che con samples, gentilezza e competenza non si può che guadagnare la fiducia del consumatore!
    A ma piacciono un sacco i loro prodotti e le loro confezioni!
    Io di recente mi sono intrippata con la profumazione della linea 3 Rosa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo davvero che siano un bellissimo esempio, da cui molti potrebbero imparare qualcosa. E poi sì, hanno confezioni bellissime :)

      Elimina
  7. ho fatto la commessa per 10 anni, altri tipi di negozi per carità e sono stata formata per far felice il cliente, ma devo dire che se di base la predisposizione alla gentilezza e alle buone maniere non ci sono, puoi formare quanto vuoi, ma non succede nulla (ho anche formato nuove leve, quindi parlo proprio per esperienza).
    Dove vivo io il customer service non esiste proprio: pure da Sephora, dove in Italia non ti mollano un secondo, se dico "do un occhio grazie", non mi si avvicinano più nemmeno quando poi ho bisogno (e mi tocca andarle a cercare). Sarà la lingua, magari in molte non si sentono a proprio agio a parlare inglese, ma qui rimpiango i commessi di Footlocker che ti propongono anche i loro i calzini usati quasi. Personalmente se davanti a me trovo una commessa che sa fare bene il suo lavoro, qualcosa lo compro sempre e devo dire che quando torno in Italia è sempre un pericolo per le mie tasche perché mi stupisco che in alcuni negozi ci persone che sappiano fare così bene il loro lavoro, che era anche il mio di lavoro e che rimpiango davvero molto.. mi manca tantissimo soprattutto in questo periodo pre natalizio. (soprattutto per questo è nato Stay Kawaii: mi manca troppo far felici le clienti così ovvio con l'on-line)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be'..suppongo che tengano conto anche di questo nelle selezioni per assumere :)

      Io ora dirò una cosa strana, ma amo le commesse che mi ignorano e mi lasciano curiosare senza chiedere nulla. A patto che poi quando le cerco siano disponibili.

      Elimina
  8. No no, ti confermo che è così in ogni singolo negozio. Vivo in provincia di Lodi e qui ci sono loro boutique in quasi tutti i paesi, ne ho girati molti e la competenza, la gentilezza e la generosità delle commesse è sempre la stessa ovunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', tu inoltre giochi "in casa" ..comunque sono davvero felice di leggere che è una cosa comune:)

      Elimina
  9. Le Commesse L'Erbolario sono le migliori che si trovino in giro. Sempre sorridenti, mai invadenti, sempre carine e gentili. Anche io entro in negozio volentieri. Questo approccio dolce mi piace ed è quello che prediligo quando si tratta di fare acquisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Insomma lo sapevate tutte, eccetto me :D In ogni caso concordo, sono davvero un loro pro!

      Elimina
  10. Confermo, anche qui da me nel negozio de L'Erbolario, sono sempre gentilissimi, ti dico solo che spesso e volentieri sono passata anche solo per richiedere dei campioncini da provare della nuove linee e me li hanno sempre dati anche se in quel momento non compravo nulla, nelle classiche profumerie tipo LaGardenia e simili, col cavolo che ti danno i campioncini se non spendi minimo minimo 70 euro!!!!
    Senza dubbio questa gentilezza e competenza invoglia a comprare, non c'è che dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Io a entrare così, senza comprare, non ho pensato. Ma è splendido leggere che invece si può, e che non ti trattano male :)

      Elimina
  11. Ti confermo anch'io per Parma. Commesse gentilissime, regalo di compleanno, sanno consigliarti al meglio e vorrei quasi portarmene a casa una <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Da tenere sul comodino come consulente :D

      Elimina
  12. Mi piacciono un sacco i negozi L'Erbolario, sono davvero belli, ordinati e ben organizzati. Le commesse son tendenzialmente gentili e non invadenti, ti lasciano vagare tranquillamente per il negozio senza appollaiarsi dietro di te. Danno un sacco di campioncini e in più i profumi sono paradisiaci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero: lo stile dei loro negozi è sobrio ed elegante, senza mai cadere nel pacchiano. Il negozio dove vado io è piccino, per cui alla fine mentre gironzolo chiacchiero sempre con loro. Ma chiacchiere amene, senza nessuna pressione all'acquisto ;)

      Elimina
  13. Mi hai dato inconsapevolmente della "giovane"... grazie!!! Mia mamma dice che invece non lo sono più. Da che pulpito...
    Comunque, mentre sto ancora gongolando del complimento, vedo se nella landa desolata in cui vivo adesso c'è un rivenditore di questo brand!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tua mamma mente :D (scherzo eh signora mamma di Pam)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero