Come perdere almeno una stella Mosquetìn

Vale la pena parlare di un prodotto anti zanzare il 12 di settembre? Da me ormai non vanno più via. Magari un paio di  mesi- tra Gennaio e Marzo al massimo- faranno le loro meritate vacanze altrove ma per il resto dell'anno sono sempre presenti. Quindi, a dispetto di quanto sia portata a pensare alcune volte, non avendo una nuvoletta fantozziana che si accanisce su di me, desumo che capiti anche a voi. E che ergo sì, valga la pena parlare di questi CER'8 della Larus Pharma    

Quando ho ricevuto questo prodotto la prima cosa che mi ha colpito, mettendomi di buonumore, è stata la confezione esterna. Mettere di buon umore quando si parla di zanzare mi pare già un notevole pregio. 

Io sono la vittima preferita delle zanzare. Sul serio. Si passano parola tra di loro e ne arrivano sempre di più a banchettare su di me. Devono avere almeno due stelle Mosquetìn nelle loro guide gastronomiche. Ne sono sicura. 

Questo vuol dire che metto in atto ogni possibile cura e stratagemma che però, spessisimo, non hanno profumi deliziosi. Mi ritrovo quindi a dover scegliere tra l'essere per l'ennesima volta il ristorante più à la page di Zanzalandia o il profumare di qualcosa che sta tra il Napalm e la citronella. Entrambe prospettive non allettanti, direi. 

Quando ho aperto questa confezione di cerotti (36 pezzi per poco più di 7€) invece, la prima cosa che mi ha colpita è stato non essere assalita dalla solita zaffata. "Per forza", mi sono detta, "sono chiusi nella confezione e non li hai neanche grattati". 


Per poter attivare il cerotto infatti va grattata la sua superficie: è così che vengono aperte le microcapsule che rilasciano sostanze naturali (oltre alla Citronella c'è l'Eucalipto e il Pomodoro Selvatico) sgradite alle zanzare. Forse proprio perchè gli oli essenziali vengono attivati al momento grazie a questo brevetto italiano il profumo non è così eccessivo da coprire ogni altra cosa, come ho scoperto quando poi li ho aperti. Anzi: risulta discreto ma efficace. 

Si può applicare sui vestiti e sui mobili, oltre che su di voi. Io spesso l'ho messo sulla borsa, durante le passeggiate al parco e/o ai giardinetti e nessuna zanzara mi ha scambiato per un ristorante. Per cui sì, ho decisamente perso almeno una stella Mosquetìn. Con mia somma goia.

Li ricomprerei: sì. 

Li consiglierei: sì

Li regalarei: nì. Magari a chi ha già tre stelle Mosquetìn e cerca disperatamente di perderne una :D  


Disclaimer: Questo prodotto mi è stato inviato da PR o da azienda a scopo valutativo. Ringrazio l'azienda per questa opportunità. Nessuna condizione è stata posta per l'invio dei prodotti e la recensione rispecchia il mio reale giudizio.

4 commenti:

  1. Non li avevo mai visti! l'argomento antizanzara mi interessa molto ahimè.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kitty io mi ci sono trovata (e mi ci sto trovando, ahimè, le zanzare qui non scompaiono mica...) benissimo ;)

      Elimina
  2. Ma sai che dalla preview mi sembrava la recensione di un libro? :"] che scema sono!
    Un tempo ero quella mangiata viva dalle zanzare in famiglia..negli ultimi anni il mil ragazzo mi ha bellamente sostituito. Se sono con lui manco una puntura! Però se lo vedo glielo propongo (più che altro oerchè quando si spruzza quintalate di spray diventa una nube tossica ambulante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effeti ho fatto un post su un libro dal titolo Zanzare..tanto lontana non sei andata :D

      Comunque hai centrato il punto: con questi cerotti non diventi una "nube tossica" ;)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero