Fuss ca fuss la crema buona??

Oggi vi parlo della crema piedi della Lavera della linea Basis Sensitiv. Che in tedeseco si chiama Fusscreme. Credo con questo titolo di aver superato ogni limite di demenzialità possibile. Avvertitemi quando decidete di non poterne più.


Come tutti i prodotti Lavera che ho, è stato acquistato su Eccoverde al prezzo di 4€ per 75 ml.

I deodoaranti per i piedi sono una mia particolare fissazione: odio l'idea di avere dei piedi maleodoranti e odio ancora di più l'idea che un mio paio di scarpe diventi un'arma batteriologica. Ergo, è uno di quei prodotti che non mi faccio mai mancare. Stranamente - o forse cerco nei posti sbagliati (dato che ovviamente non posso ammettere che sia una preoccupazione solo mia)- non trovo molti di questi prodotti in commercio. O almeno, che mi attraggano. Per lungo tempo ho preso quelli di Bottega Verde, approfittando di una delle loro periodiche super offerte. Ma avevo voglia di cambiare, anche in considerazione del mio "percorso Bio": questa crema era perfetta. Non solo prometteva di essere efficace ma è prodotta da un brand la cui filosofia mi piace molto. 

La crema in sè per sè ha una texture media e il tipico profumo di questa linea Basis: di fresoc e pulito, delicato. Funziona anche se non è un portento. Mi è capitata qualche sera in cui i miei piedi non erano perfettamente inodore come avrei voluto - e come Bottega Verde faceva puntualmente accadere. Ho quindi aumentato un po' la dose dell'applicazione, risolvendo il problema. E ho imparato a mie spese che è un prodotto che si secca facilmente: una mattina l'ho dimenticato aperto, e il giorno dopo ho dovuto "bucare" il tappo che si era formato. 

Insomma, è un prodotto che funziona, senza essere miracoloso, e che va usato con attenzione. Se dovessi giudicare solo la resa e l'efficacia, tornerei al Bottega Verde immediatamente. 

MA.

Come abbiamo detto, il contesto in cui un prodotto viene creato, la validità dei suoi ingredienti, il suo rispetto verso l'ambiente sono elementi importanti per me. E su questo, la crema piedi Lavera vince senza dubbi. 

Non ho saputo però decidermi: e mentre le mie due anime combattono, sto riciclando un deodorante per ascelle (tra l'altro con risultati positivi inattesi...presto il post). Voi, che fareste?


Lo ricomprerei: forse.

Lo consiglierei: sì. Magari i vostri piedi sono più "disciplinati"...

Lo regalerei: no.Una crema deodorante per i piedi non può mai essere un regalo cortese.


10 commenti:

  1. Ero tentata da questa crema ma sono troppo affezionata alla mia bottega verde effetto ghiaccio ( o come si chiama lei xD) e alla fine non l'ho presa! Nel prossimo ordine magari ci faccio un pensierino ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho presa convinta che finalmente avrei detto addio alla mia dipendenza da quella di Bottega Verde...ma la verità è che non è riuscita a spodestarla...

      Elimina
  2. Posso chiederti se idrata anche? Perché mio marito in estate usa gli spray deodoranti(sempre bottega verde) ma ha anche necessità di idratazione, visto che i talloni spesso li ha secchi e spaccati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente, secondo me non molto. Certo, è sempre una crema eh...però l'idratazione non mi pare un suo punto forte.

      Elimina
  3. E' un tema cui non ho mai pensato, la deodorazione piedosa, um...Se dovessi provare un prodotto del genere, penso inizierei da questo però, mi è piaciuto come ne hai parlato :). E io sono per continuare ad acquistare questo, a dirla tutta.
    Ah, mi spieghi il titolo >__<? Penso sia una forma dialettale, ma non la conosco, cosa significa :)? In ogni caso l'assonanza è bellissima, e non potrei stare senza i tuoi titoli: adoro chi riesce a sfornare perle così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me invece è una "preoccupazione" che mi accompagna dall'adolescenza, quando i miei ormoni erano molto più vivaci... Il dilemma sul nuovo acquisto per ora rimane. Razionalmente sono per questo, emotivamente per l'altro....

      Il titolo "Fosse che fosse la volta buona?" Comunque grazie <3

      Elimina
  4. Sai che mi hai dato un'idea per riciclare i deodoranti che non amo per usarli sui piedi??? **.** comunque io riprenderei la bottega verde oppure sperimenterei qualcosa di nuovo, eventualmente sempre nel campo bio se è questa la direzione che ti interessa. Moltissimi prodotti classici sono stati sostituiti da quelli bio, uso anche molto make up minerale, ma resto dell'idea che i criteri con cui giudichiamo i prodotti devono essere gli stessi. Promosso quello che funziona al 100%, indipendentemente se è quello moralmente migliore. Per questo ti consiglierei di cercare se esiste qualcos'altro, ti leggo contenta ma non convinta/entusiasta..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il riciclo creativo è ormai diventata una mia passione :D

      In realtà la soluzione che hai proposto tu, ossia provare un prodotto nuovo, sarebbe l'ideale: ma non ho trovato nessuna proposta stimolante a un prezzo decente....Però l'analisi è perfetta: sono convinta ma non entusiasta.

      Elimina
  5. io non possiedo deodoranti per piedi, ma solo gel rinfrescanti (adesso ne sto usando uno di yves rocher)... è un prodotto a cui non ho mai prestato molta attenzione, perché solitamente uso le creme corpo anche per i piedi... :)

    secondo te quindi c'è differenza tra una crema corpo qualsiasi e una specifica per i piedi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo dipenda dall'uso che vuoi farne: se è per idratare/ammorbidire una crema corpo può andare benissimo. Se , come me, vuoi anche che sia contro i cattivi odori una specifica va sicuramente meglio ;)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero