Listography: your biggest pet peeves

Questa settimana, la Listography mi invita letteralmente a nozze. Ci sono miliardi di piccole cose che mi irritano più del dovuto: siccome vi voglio bene mi limito a solo 5 punti. A mia, parziale e non richiesta, discolpa posso però dirvi che poi mi passa subito. Ma in quella frazione di secondo, credetemi, potrei sbranarvi.



1. Quando dici "Non lo so"e continuano a proporti risposte plausibili. Esempio tipico:

               Tizio "A che ora rientra Caio?"
               Io "Non lo so"
               Tizio "Verso le 18? Prima? Dopo"
              Io "..."

Ora. Non lo so vuol dire NON LO SO. Non vuol dire l'ho dimenticato, non vuol dire che non ne ho la certezza, non vuol dire che sono in attesa di una conferma definitiva. Vuol dire che non lo so. E' perfettamente inutile continuare a tempestarmi di domande. Continuerò a non saperlo.

2. Quando ti chiamano, e tu non puoi parlare ma rispondi ugualmente, solo per dire "Non posso ora, ci sentiamo tra poco per favore?" e dall'altra parte la risposta che arriva è:

"Ah, ok, ho capito, scusa. Volevo solo dirti se domani pensi di passare di qui perchè dato che domenica mangiamo assieme volevo sapere che ne pensi del menù. Ho pensato che potremmo fare un antipasto di pesce e poi la pasta in casa con i frutti del mare. Per secondo l'orata al cartoccio, se la trovo fresca, altrimenti prendo il polipo e lo facciamo con le patate. Hai qualche  idea per il dolce? Magari puoi fare il tiramisù o quella torta tipo caprese ma al caffè che ti viene tanto bene. Vabbè, dai ti lascio che non puoi parlare."

... 

(sì, generalmente è mia madre- che adoro, sia chiaro- a farlo)

3. Quelli che parlando con te non fanno altro che toccarti: un braccio, una spalla, un ginocchio etc. Sì, sono meridionale. Sì, uso moltissimo le mani quando parlo per accompagnare le mie parole. No, non ho alcun piacere che qualcuno invada il mio spazio tocchignandomi di continuo, nemmeno se è un parente stretto. Ti ascolto con le orecchie, imbecille, non con l'avambraccio.

4. L'infame, indegno e orrendo scempio della nostra bella lingua. Io non schedulo, non sono skillata. E, soprattutto, l'uso del piuttosto che. Piuttosto che ha valore avversativo non disgiuntivo. Piuttosto che arrendermi a questa barbarie, sono disponibile a riconoscere Moccia come scrittore.  Questo è il suo uso corretto. Non è come dire "in Brera" - che è comunque una cosa che fa sanguinare le orecchie- è proprio che stai dicendo una cosa senza senso, capra


5. Ultimo ma non ultimo, la cosa che più di tutto mi irrita, quella per la quale ogni volta un guizzo omicida mi percorre: 

"eh, ma non devi arrabbiarti tanto, fa male. Cerca di non stressarti."


Ma certo, genio assoluto, imperatore mega universale e galattico delle ovvietà. Grazie per avermi detto una cosa a cui non avrei mai pensato.

Perchè secondo te io mi stresso apposta???



   

28 commenti:

  1. Il primo punto in effetti irrita anche me ;)

    RispondiElimina
  2. Ahahahah! L'ultimo punto è fenomenale!XD

    RispondiElimina
  3. Ok, sono morta dalle risate X°°°°°°°D

    RispondiElimina
  4. Oh, mamma, mi fanno impazzire tutte! Quelli che ti toccano mentre parlano però vincono su quelli che 'Vado a mangiare nonna!' :)

    RispondiElimina
  5. L'irritazione scaturita da chi ti tocca mentre stai parlando, per quanto mi riguarda, raggiunge apici inverosimili.
    "E TIENI 'STE MANI A POSTO!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con estranei e/o conoscneti, lo faccio capire chiaramente: del tipo che mi ritraggo di scatto. E' con i parenti che vedi raramente che diventa difficile ;)

      Elimina
  6. La numero uno non la sopporto neppure io, ma mi chiedono spesso di farla nei tirocini (e a lavoro, se smetterò di cazzeggiare). Inizialmente lo trovavo stupido e invadente (uno saprà cosa mi sta dicendo, no?), poi ho notato che tantissime persone, senza distinzione alcuna, con l'incalzare delle domande cambiano versione o tirano fuori roba nuova "a carriole". No, tranquilli, non faccio il poliziotto! :D

    Concordo anche sulla 3, aggiungo quelli che abbracciano, e diversi "superiori" lo fanno. Senza cattive intenzioni, per carità, però infastidisce e divincolarmi mi sembra scortese. Cavolo, sarò piccola di corporatura, ma ho 26 anni, sono adulta e non assomiglio ad un peluche!

    Anche le altre mi seccano, ma queste due in particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In parte per la numero uno quello che dici è vero. Ma perchè le persone usano "non lo so" anche al posto di "non ricordo". Il che ergo giustifica il continuare a chiedere. Io però se dico non lo so, NON LO SO. :D

      A lavoro da me nessuno mi abbraccia ( per fortuna).. Una volta sola ci provò uno e mi scostai dicendogli "vabbè, ma qui si potrebbe pensare a male". :D

      Elimina
  7. Sorella!!! Abbracciamoci forte!!!

    RispondiElimina
  8. Bellissima questa lista :D
    concordo in particolare sulla mania di toccarti mentre parlano con te grrrrrr!
    Qualcuno addirittura mi prende come appoggino..

    RispondiElimina
  9. Pari pari le cose che mandano me in bestia.
    Sul "Non lo so" ho sostenuto un interrogatorio di due ore con una ispettrice ASL per una richiesta di malattia professionale. Stavo per prenderla a sberle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi dice perchè andiamo d'accordo io e te :)

      Elimina
  10. Sarò breve perchè so che non hai tempo, però secondo me tu ti stressi un po' troppo e questo non ti fa bene, poi ti vengono le rughe - si proprio queste rughette qui e qui vicino agli occhi, ma stai ferma se no ti metto un dito nell'occhio senza volere - piuttosto che i brufoletti!
    Su, la prima volta che vieni su ti porto in Duomo (giusto perchè credo non ti piaccia andare in Brera) e ti camomilli un po', che ne dici?
    Peace&Love, sistah XD

    RispondiElimina
  11. Sono d'accordo con te su tutti i punti e per il primo, quello del "non lo so", dovrei presentarti il mio capo servizio che è un campione nell'insistere e nel bombardarti di domande quando rispondi "non lo so"... lo strozzeresti proprio come me e le mie colleghe!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..Emilia, mi sa tanto di sì!! Hai tutta la mia solidarietà :)

      Elimina
  12. Ahahahah, devo dire tutti punti che fanno partire il guizzo omicida anche a me!
    Non per niente prima o poi saremo compagne di stanza/cella no? (Riabilitazione o altro, che differenza fa?) ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ma sì, l'importante è stare in stanza assieme :D

      Elimina
  13. concordo su tutti i punti...al secondo sono morta ahahahahahahahahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello scoprire che non sono sola! :)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero