L'argilla che non so modellare...

Non uso molti prodotti Collistar, va detto. Se mi chiedete il perchè, ecco, non ho una risposta sicura.

Credo ci sia qualcosa in questo brand che io associo a un'aggressivitá eccessiva. Non so bene cosa, a dirla tutta: ho cercato su google le loro varie campagne e non mi sembrano più aggressive di tante altre che ci sono in giro, anzi, alcune loro immagini sono davvero accattivanti, soprattutto per una malata di rossetti come me...


Ergo, deve esserci qualcosa o qualcuno nel mio passato cosmetico che associo inconsapevolmente a questo brand che me lo fa trovare aggressivo. Sto lavorando su questo mio pregiudizio, fermandomi sempre più spesso al loro stand. Ma se ho iniziato a riflettere sul mio rapporto con Collistar è stato grazie alla prezzemola del web, Deirdre

E' stato leggendo un suo post che mi innamorai di un ombretto, l'Argilla della Collezione Milano, ed è stata lei poi a regalarmelo. 
  
E' un colore oggettivamente insolito per me: opaco e privo di ogni sbrilluccichio di sorta mi ha colpito moltissimo perchè su di me è una via di mezzo tra il grigio e il marrone. Di solito i tortora su di me tendono decisamente al marrone mentre lui no, lui conserva una delicata sfumatura di grigio. 

Tanto mi piace questo suo equilibrio cromatico tanto, ahimè, riesco poco a sfumarlo e mi sento sempre una totale inetta quando lo uso. Di suo ha una texture normale e gradevole ma non riesco a lavorarlo bene, e vi giuro che non so bene il perchè. Recentemente mi sono detta che deve essere colpa del pennello: ho scoperto che non ci vuole solo un buon pennello ma che ogni ombretto da il meglio di sè con uno specifico pennello. Insomma, è il mix giusto che va trovato. 

L'ho usato con tutti i pennelli in mio possesso: in alcuni casi il risultato è decisamente migliorato - con un finto ecotool, per la precisione- ma in nessuno sono riuscita a raggiungere quella morbidezza e sfumabilità che desideravo. E' buffo, perchè l'argilla è malleabile per eccellenza e questo è forse l'ombretto più "duro" che ho....

Tutto sommato mi piace: regge molto bene durante la giornata, è una buona base per trucchi più elaborati e da solo, con un tocco di illuminante, mi aiuta a non arrivare tardi a lavoro quando non ho sentito la sveglia. E ha avuto il grande merito di riavvicinarmi a Collistar. 

Lo ricomprerei:  no, ma solo perchè il prossimo dovrà brillare!

Lo consiglierei: sì, ma siate pronte alla lotta dello sfumato...

Lo regalerei: sì, ma solo a chi ha buona manualità. 

41 commenti:

  1. Io circa 10 anni fa ero in fissa con un loro ombretto rosa che ora non esiste più (forse perchè lo usavo solo io)e si chiamava rosa chiffon...la texture era favolosa,diversa dalle ultime e sfumabile pure con le dita.Anche io ora non sono più fans di collistar ma la ricorderò sempre per il mitico colore dei miei 20 anni :) bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io poi devo dire che non è che non mi piaccia. Solo ho questa associazione -sbagliata, ripeto- in testa che non riesco a modificare. Però bello il tuo ricordo-ombretto:)

      Elimina
  2. Peccato per la sfumabilità, perché il colore è molto utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, magari sono super impedita io eh...

      Elimina
  3. Anche io non ho un grande rapporto con Collistar e nemmeno io so bene perché! Anche io però sono rimasta colpita da quel post di Deirdre e avrei voluto provare quell'ombretto. Non so come si comporterebbe coon le mie palpebre però ora sono curiosa di vedere in giro se ci sono i tester della linea e dare almeno un'occhiata al tester :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se proprio non lo trovi, lo infilo in valigia quando ci vediamo noi (sempre più presto!!!)

      Elimina
  4. non uso molti ombretti opachi perché sui miei occhi rendono meglio quelli che brillano, per cui li uso solo per la sfumatura. E' un colore che possiedo in altri brand ma che trovo utilissimo in tanti look per cui lo prenderei solo se si sfumasse bene. Da quello che dici però così non sembra purtroppo. Ma sai che anche io tendo a snobbare Collistar da anni senza un motivo preciso?Eppure da piccina compravo diversi ombretti del brand, tutti rigorosamente brillanti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A essere onesta, su di me gli opachi durano mediamente di più. Ma siccome a me piacciono brillanti, non me ne faccio troppo un cruccio e scelgo rigorosamente in base al mio umore:) Ma sai che mi consola non essere la sola ad avere questo rapporto strano con Collistar??

      Elimina
  5. anche io sono per "brillare" ma ogni tanto un opaco ci sta!!! peccato che non si sfumi bene perchè il colore è molto bello!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sulla giusta alternanza;)

      Elimina
  6. Anche io sento Collistar come un brand diverso dagli altri, e quell'aggressività che percepisci, in un certo senso, la sento anche io. Uno dei motivi è che usano parole italiane per le loro campagne, per i nomi dei prodotti e questo suona strano e diverso in un mondo in cui un po' tutto è diventato anglo-simpatizzante. Prova a pensare ad Argilla, se si chiamasse Clay, ti suonerebbe meno forte e più musicale.
    L'altra cosa che rende le campagne Collistar più forti non sono le immagini, anche se queste io le trovo sempre molto incisive e vagamente anni 90, bensì sono i testi, sempre molto estesi e scritti in un font molto marcato.
    Io credo che sia per questi motivi che questo brand sembra diverso dagli altri, ma forse non più aggressivo, bensì più forte semplicemente e risalta moltissimo tra tutti gli altri marchi che invece di solito hanno forme più morbide, o più eleganti, o più raffinate, o giocose o ancora professionali.
    Dopo il pippone sulla grafica e l'immagine di Collistar (deformazione professionale, perdono!), posso dedicarmi ad Argilla: questi colori sono molto utili e alla fine fanno sempre comodo, credo di aver tastato in profumeria questi ombrettuzzi e mi sono sembrati carini. Forse peccato per la sfumabilità, sarebbe stato meglio un pizzico di malleabilità in più.
    Baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale pippone!!! E' bellissima questa tua spiegazione, mette in luce un mucchio di cose a cui io, da non tecnica, non avrei fatto caso!! La riflessione sui testi per esempio è verissima e ora che me l'hai fatta notare mi chiedo come abbia fatto a non accorgermene prima.
      Su Argilla ti rispondo più sotto ;)

      Elimina
  7. non è male collistar... hai ragione, la comunicazione non è delle migliori per i prodotti.

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. @all: una precisazione. Questo ombretto non è impossibile da lavorare. Solo, non è facilissimo da sfumare (soprattutto se non siete delle maghe dello sfumato, come la sottoscritta)

    RispondiElimina
  9. Mi è capitata la stessa cosa con un loro ombretto color ottanio, era un trauma il solo pensiero di sfumarlo. Io se penso a Collistar, il mio pensiero va dritto al carotone, ovvero quell'abbronzante marrone capace di far abbrustolire un carbone ardente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse semplicemente non sono pensati per certi tipi di trucchi? Comunque se mi dici Collistar io penso ai prodotti anti cellulite, quelli ai sali marini :)

      Elimina
    2. Mitico lo scrub :) lo uso da sempre! :)

      Elimina
  10. Devo ammettere che questo marchio mi ha sempre attirata per la forza e la determinazione con le quali si propone. Questo ombretto è molto bello ma per quanto riguarda la bravura nella manualità nello sfumare...per me sarebbe una tragedia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma allora davvero non sono sola! Anche tu Sara parli di forza e determinazione:) Comunque se ti capita, puccia il dito dal vivo: il colore è davvero particolare e merita la fatica che-un po'-richiede;)

      Elimina
  11. Io invece preferisco gli ombretti opachi però ho notato che in genere fanno più difficoltà ad essere sfumati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse c'è anche questo. Forse gli opachi sono per composizione meno sfumabili? Mumble rumble...

      Elimina
  12. Che bel colore, ed il nome in italiano è stupendo. Io sarei capace di pensare ad un acquisto anche solo per questo tipo di innamoramento :P.
    Ma eviterò. Ho qualche marrone (li classifico tutti per comodità come 'marroni' XD), e mi basta. Sull'essere opaco, devo dire che approvo; per quanto riguarda questi colori terrei, preferisco l'opacità, perchè mi ricordano maggiormente i veri colori naturali. E visto che i marroni mi piacciono per fare trucchi nudi, lo sbrilluccicoso è no, per me ;) (qualcuno stà dicendo: Naked 1 quanto non mi piaci, Naked Basics sei il mio nuovo amore?).
    Certo, se è difficile da sfumare però è un problema; è una tonalità scura e questo non facilita proprio le cose. Peccato.
    Riguardo Collistar in generale, non l'ho mai considerata per una questione di prezzi. Ultimamente però (che inizio a comprare cosine-ine anche di fascia medio-alta), la guardo un pò di più, e l'associo comunque a qualcosa di 'valore', di buono :), anche se forse un pò da signora (il reparto alta profumeria tradizionale però mi fa tutto questo effetto, è proprio a prescindere da chi poi realmente compra -ragazzine comprese quindi-) .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, i nomi in italiano piacciono anche a me :)
      Sull'opaco /sbrilluccicoso so che questo tuo pensiero è condiviso da molte, ma io ho un approvvio leggermente diverso: come esiste il verde opaco e quello brillante e li uso per trucchi diversi, ci sarà un marrone opaco e uno sbrilluccicante. Ho le prime due Naked, e le amo molto ma, sarà per il mio animo da gazza, non ho mai pensato che il mio trucco con colori naturali dovesse essere opaco :D
      Su Collistar concordo: anche per me è un brand "da grandi" (e avendo quasi 40 anni, ci sono molte domande che dovrei farmi se non mi considero grande...)

      Elimina
  13. Oddio, ma sai che io ho la stessa sensazione di "aggressività"? °°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok. E' ufficiale. Non siamo pazze noi :D

      Elimina
    2. Su questo non giurerei... almeno non siamo pazze da sole ^^;

      Elimina
  14. Sembra un colore bellissimo... e il nome è alquanto azzeccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il colore è davvero molto bello e particolare:)

      Elimina
  15. Il colore è bellissimo!
    di Collistar mi attirano alcuni prodotti,ma ne ho solo uno (matita occhi petrolio),arrivano sempre prima altri brand,forse perchè è una via di mezzo..non professionale come altri,non glamour come altri ,non troppo low cost come altri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che tu mi scrivi questo commento mi accorgo di una cosa: nelle profumerie che frequento il loro stand non è mai in una bellissima posizione per cui anche fisicamente arrivano prima altri stimoli...

      Elimina
  16. Concordo con Kitty-the-cat, trovo Collistar un brand molto normale per il costo che ha, quindi non mi ci sono mai soffermata.
    Per quanto riguarda l'accoppiata pennello-ombretto sono d'accordo con te: io l'ho scoperto l'anno scorso per caso mentre stavo per buttare un ombretto in mousse MAC e un pennello linea base elf... Erano perfetti insieme!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io ultimamente ho provato alcuni loro prodotti e ti dirò che in generale non sono male, anzi...pure resta questo mistero di approccio che io e, ho scoperto ora, tante di noi sentiamo...
      (l'accoppiata può essere determinante per un ombretto, io lo scoprii tempo fa con una palette Kiko)

      Elimina
  17. Questo ombretto è bellissimo. E non sarei in grado di sfumarlo adeguatamente, con ogni probabilità. Non ho mai avuto niente di Collistar, poi ho comprato una matita labbra bellissima che adoro e uso spessissimo, non mi secca le labbra e ha un colore che mi piace molto. Ho provato una matita nera di un'amica e la volevo prendere tanto mi sono trovata bene...e ora ho preso uno di quei matitoni per le labbra che sto mettendo ogni giorno. Ho rivalutato una marca che credevo adatta solo a mia mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ho rivalutato una marca che credevo adatta solo a mia mamma!" :D Genia!

      Elimina
  18. Effettivamente anche io compro pochissimo di Collistar, diversi anni fa ricordo che compravo di più poi non so di preciso cosa mi ha allontanato da questo brand... Comunque il colore è stupendissimo, per me che mi esalto per i tortora, peccato per la sfumabilità! Sarei curiosa di mettere le mani su un tester...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'ho già detto ma lo ripeto: il colore è così bello che si fa perdonare quel poco di difficoltà nell'applicazione ;)

      Elimina
  19. La stesso tipo di pregiudizio che tu hai verso collistar, io ce l'ho verso pupa :D
    collistar mi sa di antico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pupa è stata per me a lungo " quella delle trousse dalle forme strane" ma nel corso del 2013 l'ho rivalutata: il suo ombretto in crema della linea Vamp è uno dei miei ultimi amori e a Natale mi sono fatta regalare la Princess pupart palette (e ce l'ho su giusto oggi)... Però sì, capisco il tio "antico";)

      Elimina
  20. io ho un viola di Collistar e si sfuma molto bene...però il finish è completamente diverso da questo Argilla, non vorrei che fosse questo l'arcano mistero della sfumabilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che più ne parliamo più credo che sia proprio quello il punto?

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero