Che il mare vi sia lieve

Niente, scusate, oggi non ci riesco. 

Il mondo è pieno di orrori e brutture e di guerre e morti tremende, lo sappiamo tutte e tutte proviamo ad andare avanti, sorridenti (e consapevoli). 

Ma oggi la notizia dei morti di Lampedusa mi ha colpito proprio tanto: banalmente sarà perchè è qui, in casa nostra. Perchè penso all'ironia crudelissima di persone che sono morte per arrivare in un paese dal quale andrei via subito. Non lo so bene. Mi prendo tempo anche per capirlo.


Però oggi proprio non ci riesco a pubblicare il post che avevo programmato. 

Torno domani, promesso.

Vostra Hermosa    

*qui trovate l'appello di MeltingPot per l'apertura di un canale umanitario per il diritto d'asilo europeo.

9 commenti:

  1. È davvero assurdo e triste quello che ancora accade ai nostri giorni... Troppo spesso viaggi del genere si trasformano in tragedie per queste persone... Persone che lasciano tutto per sperare in un futuro migliore per loro stessi e per le loro famiglie... :(

    RispondiElimina
  2. E' "edificante" anche leggere le dichiarazioni leghiste. Mi chiedo se certa gente abbia un cuore e un cervello!

    RispondiElimina
  3. Quello che è accaduto e sta accadendo a Lampedusa è una tragedia.
    Leggere le parole del sindaco di Lampedusa fa venire i brividi.
    Mi sconvolge però leggere i commenti delle persone sotto agli articoli che raccontano i fatti. Per non parlare dei commenti di certi "politici", che hanno perso l'ennesima occasione per tacere.
    Ho letto certi commenti della serie "mi dispiace ma se la sono cercata" che fanno venire la pelle d'oca.
    Non solo il razzismo è dilagante ma soprattutto si sta perdendo ogni briciolo di umanità in favore di un egoismo abnorme e perverso.

    RispondiElimina
  4. Ci sono tante storture in questo mondo. Ma alcune ci colpiscono talmente che continuare ad andare avanti come prima ci riesce difficile. Il cuore ha bisogno dei suoi momenti "no" e l'anima di riflessione...

    RispondiElimina
  5. Ho saputo solo ora quello che è successo, mi ritrovo pienamente nelle tue parole.

    RispondiElimina
  6. Anche io mi son domandata quanto possa essere disperata questa gente per voler vivere in un paese allo sbando come il nostro...

    RispondiElimina
  7. Un abbraccio a voi tutte. Forte forte:)

    RispondiElimina
  8. Purtroppo non sono i primi e non saranno gli ultimi,spero che questi viaggi non costituiscano più un profitto per gli uni e un pericolo per gli altri!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero