Loooking for my Baloo*

Più tempo passa, più la mia attenzione ai prodotti ecobio aumenta. Un po' per la mia maggiore consapevolezza acquisita leggendovi, un po' per la mia naturale curiositá di voler sperimentare nuovi brand, mi capita sempre più spesso di desiderare o acquistare prodotti ecobio.

Il che, se vivessi in Germania o in Inghilterra o in Polonia o in Spagna..vabbè, riformulo la frase...Il che, se vivessi in qualsiasi altra nazione, non sarebbe così difficile: avrei a disposizione stand di prodotti ecobio tra cui scegliere, messi vicino ai super siliconati.

Invece, vivo in Italia. Per maggior beffa, in una cittá di provincia dove i prodotti ecobio si trovano con una disponibilitá limitatissima e un sovraprezzo indecente. Quindi, sempre viva gli shop on line.

Peccato che, esattamente come quelli che vendono prodotti "tradizionali", nascondano tutti una magagna: se non hanno le spese di spedizione, molto probabilmente non avranno i prodotti che cerco o, in alternativa, un ricarico notevole; se hanno le spese di spedizione, avranno quello che cerco ma sicuramente finiró con lo spendere più di quanto mi serve solo per non pagare le spese di spedizione o finalizzare un'ordine in cui le spese di spedizione sono quasi pari a quanto effettivamente mi serve. E infine ci sono i peggiori: quelli che hanno le spese di spedizione E un ricarico sul prezzo più che notevole.


Quando il mio #bancosmetico me lo ho concesso, scegliere dove comprare quello di cui avevo bisogno è stato lungo e laborioso. Alla fine, compara prezzi di là, raccogli sconti e offerte di là, valuta e soppesa in ogni dove la mia scelta è caduta su EccoVerde e Naturisimo.

EccoVerde è uno shop tedesco da cui avevo già acquistato in passato: le spese di spedizione sono gratuite oltre i 40€ e raramente manda sample (io non ne ho mai ricevuti). Non è grave, perchè la loro politica è spiegata qui. Pur comprendendo le loro ragioni, continuo a trovarlo un peccato: soprattutto con uno shop on line, un sample ti permette di procedere all'acquisto successivamente senza timori. E' però uno store fornitissimo, soprattutto dei prodotti Lavera che io personalmente amo molto e, cosa ancora più importante, ha un ricarico bassissimo se non nullo sui prezzi. 

Preferisco le spese di spedizione e avere un sample in meno ma pagare un prezzo onesto, trovare una scelta ampia e un servizio clienti attento (vi basta postare una domanda sulla loro pagina facebook e avrete risposta).  Ho così effettuato il mio secondo ordine, che è arrivato, tramite corriere e tracciabile, sano e salvo nelle mie mani.

Naturisimo invece è un sito inglese che ho scoperto non so più quando e alla cui newsletter mi iscrissi. Le spese di spedizione sono gratuite e i prezzi accettabili, anche se non strepitosi. 

La sezione che più adoro e che mi ha creato più problemi al momento dell'ordine è stata quella dei sample: potete acquistare delle mini size (che a volte sono vere e proprie travel size) e scegliere direttamente voi che tipo di prodotto provare. Resistere al duo Ruha, che desidero provare da tempo, è stata davvero dura (ma qualche sample l'ho preso comunque, sia chiaro). Ci trovate brand introvabili da noi. Così quando ho ricevuto la mail con uno sconto del 10%, ho ceduto. Anche quest'ordine è arrivato sano e salvo nelle mie mani: ci ha messo un po' di più di quello EccoVerde, poichè ho scelto la spedizione gratuita tramite posta ordinaria (la spedizione Eccoverde è invece tramite corriere e tracciabile: si paga, ma almeno è gestita bene). 

(sì, di entrambi gli ordini arriverà un post haul, promesso)

Insomma, la verità è che comprare Bio, anche se la situazione rispetto a 10 anni fa è migliorata, resta ancora  molto complicato.

Oltre ad avervi raccontato la mia esperienza quindi, se avete siti del cuore con cui vi trovate particolarmente bene quando comprate, per favore, segnalatemi qui sotto: magari credo di averne spulciati tanti e invece sono ancora lontana dall'avventurarmi nel cuore della giungla...siate le mie guide!


*Curiose di capire perchè Baloo? Stasera ve lo spiego ;)
     

44 commenti:

  1. già perchè baloo? XD io sinceramente non ho mai acquistato online l'eco... non so perchè, forse perchè andare alla cieca mi spaventa a volte -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stasera svelo l'arcano ;) Io compro spesso online, perchè moltissime cose da me non arrivano ed è l'unica alternativa...

      Elimina
  2. Hai proprio ragione, comprare bio in Italia è particolarmente complicato! L'anno scorso ho vissuto in Francia per l'Erasmus e c'erano interi negozi completamente dedicati al bio! E non un paio di negozi in tutta Parigi, ma vari e con tanta scelta: intorno a casa mia ne avevo tre raggiungibili a piedi.
    Per quanto riguarda la questione acquisti online, io ho comprato una volta da Il Giardino di Arianna e mi sono trovata davvero benissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo spetti in parte anche a noi: se continuiamo a chiedere certi prodotti, capiranno che è bene averli pena perdere clienti :D

      Elimina
  3. Se penso a quanti espositori ho visto in Germania a prezzi ridicoli (a volte anche rispetto a prodotti pieni di siliconi) mi viene male... Sicuramente la situazione è migliore di qualche anno fa ma d'altra parte penso che i rincari e le difficoltà a reperire certi prodotti concorrano a non fare avere anche in Italia quegli espositori di cui i negozi in Germania sono pieni...
    Comunque è una vita che vorrei fare un ordine Ecco Verde (i prodotti Lavera costano praticamente come nel DM, ho controllato per i prodotti che più mi interessavano!) magari appena ho smaltito la mia scorta da turismo cosmetico... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Germania è sempre stata più avanti di noi..ma ormai tutto il resto d'Europa su questo tema ci supera sbeffeggiandoci...:( Io resto convinta che il vil denaro muove tutto: quando le vendite inzieranno a risentirne, prenderanno provvedimenti..in fondo, con il cibo bio è successo così ed ora è abbastanza facile trovare un mini stand dedicato anche in nelle grandi distribuzioni:)

      Elimina
  4. Condivido il tuo pensiero. Anche io abito in un paesino e qui di prodotti decenti trovo viviverde alla coop, delidea da acqua e sapone, anthyllis per la mia bimba e un paio di detergenti da bucato al Cad. E qualcosina in erboristeria. E magari qualcosa di weleda in parafarmacia
    Anche io ho acquistato più volte da ecco-verde e una sola volta da naturisimo. Anche a me piace la sezione dedicata ai campioncini.
    Spero che aumenteranno i prodotti decenti anche sugli scaffali del supermercato perchè non tutti possono o vogliono acquistare online.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che da me non c'è nemmeno la Coop (a meno che non si vogliano considerare 50 km circa di distanza come vicino....). E mi unisco a te nella speranza!

      Elimina
  5. Visto che la Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto quindi più che comprare online, cerco di accumulare tutte le esigenze/desideri/sfizi per poi sfogarmi quando sono all'estero (quindi una o due volte l'anno). In questo modo riesco a comprare meno!! :-)
    P.S. Ma Lavera si trova nei DM? In caso se mi dici cosa ti interessa, nel prossimo viaggio in Slovenia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, ma sai che non lo so? Credo di sì, anche a giudicare dal commento di Spendina...ma tu non preoccuparti e goditi la Slovenia:D (però anche solo per averci pensato GRAZIE)

      Elimina
  6. Sì comprare bio non è facile e più costoso... Mettici il fatto che non potendo vedere di persona il prodotto a volte si sbaglia a scegliere allora siamo a posto! Ormai lo sanno tutte che noi compriamo da Antonella (www.tathia.it) e ci troviamo bene, ha varie marche e così evitiamo di fare più ordini. Non usate il sito di Fitocose perchè sono di una lentezza unica, meglio acquistare nei negozi che hanno già a disposizione i prodotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i consigli...io dico: siamo tante, la spunteremo:)

      Elimina
  7. Io aspetto migliori un po' la situazione per fare un'ordine da Ecco Verde. Naturisimo mi ispirava per il marchio Une ma mi pare non lo tengano più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente, non ho controllato. Però, disse tentatrice, ne hanno moltissimi interessanti...

      Elimina
  8. Ora come ora mi rendo conto di essere fortunata ad avere un Panda Shop qui a Viterbo, purtroppo non hanno tante marche che vorrei provare però mi accontento sempre meglio così che dover per forza ordinare online.
    Per quanto riguarda invece siti da consigliarti bè sul blog c'è una pagina con tutti i link ai siti che conosco, la trovi con la dicitura "Acquistare eco bio" non ho acquistato da tutti anzi l'unico da cui ho fatto acquisti è Ecco Verde però puoi spulciarli un po' e capire quale store può interessarti di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero persa la pagina!! Grazie mille, me la spulceró per bene:)

      Elimina
  9. Qui a Milano forse siamo più fortunati, tra supermercati Bio e supermercati con le loro marche "bio/naturali", ma spesso per comodità o per provare qualcosa di nuovo anche io mi dedico allo shop online.... ma posso dire di essere contenta di recarmi al naturasì o al biomì se mi serve 1 prodotto e basta.
    Cmq i costi sono molto alti anche in questi supermercati bio e questo è quello che mi dispiace di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Milano siete decisamente fortunati, per un mucchio di cose...peró i costi bassi no, non li avete in niente ;)

      Elimina
  10. anche io cerco sempre di comprare, almeno per creme e cose che si assorbono, prodotti bio.
    Mi ritengo fortunata perchè anche nel super vicino casa mia esiste un piccolo angoletto con i prodotti bio, non sono tanti ma ci sono!
    Se voglio Lavera posso andare ad un natura si ed esiste anche una bioprofumeria che vende Neve Cosmetics! (vivo a Milano)
    Però ammetto che son più le volte che, magari per pigrizia, acquisto on line. Di solito scelgo sempre eccoverde!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola, un'altra milanese fortunella ;)

      Elimina
  11. Hermi secondo me è solo questione di tempo..piano piano si stanno diffondendo sempre più negozi fisici e anche online ci sono store italiani con molte ottime marche (ok, in confronto a Ecco Verde perderanno sempre xD) e spedizioni gratis a partire da 29€...
    Ecco Verde lo usavo tanto all'inizio..ora le mie marche preferite sono in larga misura italiane/francesi (i tedeschi hanno quella maledetta mania di conservare tutto con l'alcool!) e quindi compro sugli store italiani...
    tra quelli con le spese gratis da 29€ c'è il Giardino di Arianna (velocissimi e gentilissimi), Eco-Corner e Preziosi Eco Bio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intendo che gli store italiani perderanno se confrontiamo la vastità di scelta, non la qualità :)

      Elimina
    2. Concordo, ci vuole solo tempo e pazienza...ma la mia faccia invecchia ora :D

      Elimina
  12. Anche io mi sto avvicinando ad un acquisto più consapevole, con una maggiore agli ingredienti ed a quello che più funziona per la mia pelle.
    Il fatto è che mi piace comprare "live", è una cosa che mi rilassa: girare tra gli scaffali, toccare con mano ecc ecc...
    Qui da me non c'è nulla, nemmeno nelle erboristerie, che al massimo hanno L'Erbolario e Lepo e l'unico NaturaSì è a 30km. Per questo aspetto sempre che scenda il mio fidanzato per andare a "fare scorta" di quello che mi può servire.
    Per lo shopping online preferisco EccoVerde, ma quello l'altro che hai consigliato tu non lo conoscevo e mi incuriosisce molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace comprare sempre:D Nel senso: nel negozio è bello curiosare etc, ma on line c'è un divertimento diverso e ci puoi davvero stare ore senza che la commessa ti minacci;)

      Elimina
  13. Qui a Sassari, ha aperto una bio profumeria e ho notato che ad es. I prezzi di Neve Cosmetics e Lily Lolo, così come quelli Lavera sono in linea con quelli dei siti. La cosa mi ha fatto molto piacere, perciò credo farò acquisti direttamente là, evitando lo shopping on line che mi priva della goduria di toccare con mano! Ciao Hermy

    RispondiElimina
  14. Sante parole, Dio benedica gli shop online!
    Io ho un paio di negozi bio qui con ricarichi pazzeschi, per una profumeria bio onesta devo arrivare da Brescia a Bergamo! (alla Thymiama di Francesca LadyMija).. fai te... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I ricarichi Lavera da me sono di più del 100% rispetto al sito...ovviamente non ci prendo nulla lì:)

      Elimina
  15. davvero, meno male che esiste internet altrimenti mi spalmerei solo nivea!! :S

    beh diciamo che ho un altro motivo per voler tornare in Germania...

    anche se non vedo l'ora di avere certi stand qui vicino casa >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe...Nivea rules;) Io preferirei gli stand sotto casa E il viaggio..chiedo troppo???

      Elimina
  16. Io non so aiutarti coi siti purtroppo. Sono in fase di studio per quando inizierò a comprarci però :P (quando avrò un lavoro magari).
    Leggevo che si sconsigliava di usare il sito Fitocose, per le tempistiche. Bhè, insomma, non sono d'accordo per la mia esperienza. E' vero che i tempi son lunghi (tutte le cosine che ti dicevo in un post precedente, sono ancora in viaggio, e io e la mia compagna d'ordine dobbiamo ancora aspettare una buona settimana penso). Però ripaga assolutamente il fatto che ho risparmiato tantissimo. A Roma ci sono negozi bio che vendono la marca, ma sia fisicamente che sui siti il rincaro era enorme! Mi ero fatta due calcoli, e anche se avessi fatto l'ordine da sola e pagato le spese di spedizione (!), avrei avuto un mangine di buoni 10 euro ancora di risparmio, rispetto all'acquisto fisico! Quindi c'è da capire bene la cosa; a me stà bene attendere e comprare ottime cose a prezzi competitivi (perchè sul loro sito, i prezzi sono ottimi).
    E come non condividere questa tua frase: "vabbè, riformulo la frase...Il che, se vivessi in qualsiasi altra nazione"...uff :(. E diceva bene Manuki, cioè che anche nei pochi shop dedicati al bio presenti nelle grandi città, avvicinarsi è davvero difficile, perchè i prezzi sono esorbitanti...Il bio dovrebbe essere un diritto di tutti (come succede all'estero) e non un lusso di pochi, o uno svenamento e sacrificio continuo se, anche con pochi mezzi, si desidera prendersi cura di sè in un certo modo (stessa logica del cibo bio e di quello industriale -da quello normale a quello di lega più infima-: una famiglia oggi non ce la fa, siamo seri via...per sfamare tante persone diventa una spesa che non penso affatto sia sostenibile. I NaturaSì sono i posti più costosi che abbia mai visto, e il reparto di cibo bio nei normali super è comunque caro. Figurarsi se la suddetta famiglia poi vuole curare la propria igiene con prodotti decenti. E' normale che venga tagliata fuori dalla possibilità di scelta. E la via di mezzo tra il bio e il non bio resta comunque una limitazione ingiusta che un paese civile, oggi, dovrebbe non dover imporre ai propri cittadini -quando la impone; sennò spesso non te la offre nemmeno la scelta-). L'Italia è sempre il terzo mondo europeo, assurdo.
    Vabè, doveva essere un commento corto, lo giuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dirti? Concordo su tutto, amaramente. Una sola riflessione sui costi di una spesa eco-bio alimentare per una famiglia media: pur essendo vero che certi prodotti sono carissimi e con prezzi assolutamente ingiustificati esiste una terza via (molto faticosa). Si può fare il pane in casa con le farine del mulino e il lievito madre. Si può prendere frutta e verdura dall'agricoltore direttamente (e da noi terzo mondo europeo è ancora relativamente facile trovarli) e così via per molte altre cose. Ripeto: e' FATICOSISSIMO ma è fattibile. Lo so, sto aprendo un mondo. Non contenta, apro pure un intero universo dicendonti che se mangi prodotti buoni e di qualità, costano di più ma ti saziano meglio e prima e ti aiuteranno a vivere di più e ammalarti di meno. Nel complesso, un risparmio più che notevole, e non solo economico. :)

      Elimina
    2. Eh, lo so che quei prodotti sono i migliori da tanti punti di vista, ci sono cresciuta ;). E con quelli originali, coltivati da papà (abbiamo la fortuna di avere un bell'orto dietro casa, e quasi tutta la verdura che consumiamo è fatta da noi -em, da papà-). Poi figurati che parli con una cuciniera che in casa fa i dolci, la pizza (il pane no, abbiamo il classico piccolo forno vicino casa, che lo fa ottimo), la sfoglia...
      Certo, quel che dici è giusto; cercando (alle volte molto...) magari si trova il produttore (e comunque non tutti i cittadini, vuoi per età, vuoi per ubicazione, vuoi quel che vuoi, possono farcela); però non riesco a giudicarla una cosa giusta. La gente già lavora tanto, dovrebbe essere un diritto avere rivenditori vicini e dai prezzi onesti. Insomma, l'italiano deve sempre ingegnarsi per sopravvivere...
      (mah, prima o poi avrò bisogno di un modo più diretto per discutere con te :'D)

      Elimina
    3. No, non è giusto. Ma conviene a noi stessi. E poi, non mi stancherò mai di dirlo, è il denaro che muove il mercato: l'unico modo di far aumentare l'offerta è aumentare la domanda:)

      Elimina
    4. Comunque, saresti una compagna perfetta di lunghissimi pomeriggi con tè e pasticcini

      Elimina
  17. sai che anch'io mi sto avvicinando al bio, o comunque a prodotti che non contengono schifezze? prima di usarli (e di comprarli!!) vorrei però prima finire i prodotti che ho... non so quanto ci metterò, ma sono molto determinata a smaltirli tutti!!! adesso quando leggo "paraffinum liquidum" sul burrocacao quasi inorridisco... non voglio diventare una "talebana dell'inci", però penso che la mia pelle meriti di più!! il problema è che non impazzisco per lo shopping online... nella mia città c'è un naturasì ma non ci sono mai entrata!!! :) prima o poi lo farò!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provaci e poi fammi sapere. Io continuo a credere fortemente che la ricerca mi interessa e che non tutto quello che è naturale è sano e buono. Dagli estremismi ci teniamo sempre lontane, no? ;)

      Elimina
    2. Esatto, lo penso anch'io!! io prima di tutto "ascolto" la mia pelle (no, non sono pazza giuro!!!) e in questo periodo mi dice che ha bisogno di più cure (o meglio, di cure diverse) per i capelli, le labbra e il contorno occhi...
      certo che ti farò sapere!!!!
      e sono curiosissima di vedere l'haul!!

      Elimina
    3. Ma no che non sei pazza...oppure lo siamo in due perchè io faccio lo stesso:)

      Elimina
  18. Le spese di spedizione frenano anche me, per cui finisce sempre che compro online quando ho un po' di scorta da fare. Mai per un prodotto o due. E mi rode perché a volte devo aspettare quando invece mi piacerebbe fare mini-ordini frequenti piuttosto che uno grosso di rado.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Paradossalmente, in qualche modo aiutano la tendenza all'accumulo....

      Elimina
  19. eh si,qui da noi si fa fatica con l'eco-bio...la mia provincia è pure più arretrata della tua U.U
    mi hai fatto scoprire Naturisimo...grazie :P

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero