Non mi basta il +

Leggevo la settimana scorsa una notizia apparentemente buona: HM sceglie una modella Curvy per la sua campagna pubblicitaria estiva 2013  (badate che io vi ho linkato Repubblica, ma se cercate on line questa notizia l'hanno data in tantissimi, esattamente con questi toni).





 



La prima cosa che mi è saltata agli occhi è che a una taglia 50 i modelli HM, a mio sindacabile giudizio, non stanno un granchè. Le forme sono mortificate, sacrificate. Insaccate.

Avrete visto in molte la foto che gira in rete in questo periodo, che dovrebbe essere stata scattata in un HM svedese [Aggiornamento: la foto è stata scattata in un Åhléns]

credits
Io quando l'ho vista mi sono detta che insomma, questa prorpio curvy non mi pare: mi somiglia, non poco. E io sono una 44. Se essere una 44 vuol dire essere Curvy, siamo messe davvero male.  

A questo punto, ero davvero curiosa e mi sono messa a cercare maggiori notizie e foto in rete per farne un post: al di là del mio gusto personale, mi sembrava una bella notizia.

Ho scoperto così che quella che vedete in alto non è la campagna principale. Questa è la campagna per la linea HM+, che prima si chiamava Big is Beautiful (e, come mi hanno giustamente fatto notare, la differenza di nome la dice lunga: questo post nasce anche a seguito di una chiacchierata con lei,l'Acciuffastorie).

Che debbano fare una linea "dedicata" già mi irrita: quello che c'è dietro questa finta attenzione è il concetto che si sia normali solo quando ti stanno bene i loro modelli standard. Modelli che, tra l'altro, stanno male anche alle magre.  

Ma è vero che le esigenze di portabilità di una taglia 50 non sono le stesse di una 42. Per cui, se il criterio fosse stato questo, poteva anche andarmi bene. 

Ma trovarmi davanti gli stessi modelli pensati per rettangoli (non donne rettangolo, come insegna AnnaVenere, no: proprio un rettangolo) mi ha fatto finalmente capire: usano scrivanie come modelle!!!





Non solo fanno una linea dedicata, non solo le danno un nome pessimo......la fanno anche male!!!

Che dite: esagero io o loro?

61 commenti:

  1. In effetti questi nuovi modelli+ non sono distinguibili da quelli della linea classica, manco un piccolo sforzo per migliorare la vestibilità! Se penso ad una donna burrosa,mi immagino tagli ad impero, morbidi dove serve e attillati nei punti giusti...Ti confesso che nella mia città più che questa campagna ho visto Torino tappezzata di Beyonce in bikini HM!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da me ci sono, se ho visto bene, ma nascosti e poco esposti...

      Chè poi, anche la scelta di Beyonce: l'hanno fatta passare come una Curvy. E' vero che non è scheletrica. Ma insomma.....

      Elimina
    2. Se Beyonce è curvy allora!!! Robe da pazzi!

      Elimina
    3. Li ho visti anche io i cartelloni di Beyoncé a Torino... E mi sono chiesta (parlandone col mio ragazzo, che guidava): ma come possono mai dire che questa è curvy? Guarda che ben di dio! Il mio ragazzo mi ha dato ragione, brav'uomo. Dunque mi chiedo: chi è che decide che dobbiamo essere scheletriche, se poi agli uomini piacciamo formose?

      Elimina
    4. Evviva i ragazzi come il tuo!!!

      Elimina
  2. Su questo argomento tu non esageri mai. Vogliono far bene ma alla fine il messaggio che si lancia è che la normalità è solo quella della taglia 42. Noi altre siamo fuori, semplicemente.

    RispondiElimina
  3. bè in effetti suona cm al solito che chi nn ha una 42 è fuori dalla "normalità"...infatti girando per i negozi trovi molto poco già per la 44/46...brava ad aver scritto qst post...baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi, la schizofrenia è ancora più evidente se guardi per strada: la maggior parte di noi non è taglia 40/42 ma i negozi si riempono di queste taglie...Ma per chi????

      Elimina
    2. Infatti, c'è da chiedersi a chi li vendano...bah.

      Elimina
  4. Io porto la 46/48, normalmente apprezzo i capi più comodi, con tagli adatti a chi non ha il ventre piatto e i fianchi stretti. Questa campagna però la trovo orribile, condivido tutto ciò che hai detto. Sembra solo un'operazione di pura facciata, con molto poco contenuto.
    Peraltro con queste foto sono riusciti a rendere poco attraente anche questa bellissima modella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altra cosa verissima. Lei è bella, e non poco. E qui invece è resa bruttina....(vabbè, nei limiti eh..)

      Elimina
  5. Hai detto bene nella prima frase Hermy: una notizia APPARENTEMENTE buona. Dietro c'è ancora la logica del diversificare solo in base a un numero non in base alla vestibilità, non di certo per esaltare i pregi di chi ha una linea curvy.
    Anche a me sembra che, di fondo, ci sia un'attenzione al problema solo superficiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando mi sono messa a cercare notizie in rete, mi sono detta di non essere eccessiva, magari era slo quella foto infelice...purtroppo no.

      Elimina
  6. Più che altro, e parlo da magra naturale, taglia S/XS, si vuole far passare il messaggio "Vedete non è vero che mettiamo in passerella solo Anoressiche" e si servono di una linea Orrenda per far passare inosservato il vero dramma della moda LA MALATTIA! Ragazze sempre più magre che muoiono a 20 anni di FAME! perchè questo è! noi ci possiamo indignare quanto vogliamo ma la realtà è una sola non sceglieranno mai ragazze alte 1,62 che pesano 47 Kg! Ne vorranno sempre più alte e sempre sotto la soglia dei 40!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come se la distanza tra mondo reale e moda fosse sempre maggiore. E io, ma non sono la sola per fortuna, mi chiedo sempre perchè...

      Elimina
  7. non hanno imparato nulla, hanno solo tentato di accaparrarsi la fetta più sostanziosa di mercato (sempre in crescita) di donne in salute, non proprio piccole fisicamente ma normali, in modo sbagliatissimo catalogandole e siccome non sono abituati alla normalità bensì ai manichini questo è il risultato, semplicemente mortificante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti parrebbe proprio così. Un'occasione persa

      Elimina
  8. Mi trovo d'accordo con tutto quello che scrivi.
    La normalità dovrebbe essere una 44 non una 42.
    Però...devo spezzare una piccolissima lancia a favore di H&M, devo dire che rispetto agli altri marchi un po' low cost (tipo Bershka, Stradivarius ma anche Zara) sono gli unici ad avere taglie più abbondanti, arrivano fino alla 44, la 48 italiana. Forse avrebbero potuto evitare di fare una linea apposita visto che le taglie più abbondanti di solito le trattano comunque...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ha qualche merito in piú...ma, come dite in molte, sembra più commerciale che reale la loro attenzione:)

      (e per me, siamo normali tutte, finchè siamo in salute)

      Elimina
    2. Bhè però, non diciamo nemmeno che la 40-42 debbano diventare taglie anormali ^_^'; la 40 è la mia taglia naturale, e non sono nè anoressica, nè malata nè fissata, mai fatte diete...Ricordiamo che le donne hanno corporature diverse, a volte essere molto magre o normalmente magre è costituzione. Non vorrei che per lottare contro insani modelli (perchè l'anoressia si riconosce), si finisca per puntare il dito su altre persone normalissime :). La normalità è la taglia che la naturale costituzione dà ad ognuna di noi, ecco tutto ^^! Comunque è vero che quella bella ragazza, l'hanno insaccata in modo osceno -.-' e che soprattutto è la creazione di qualcosa ad hoc che di per sè crea differenze ingiustificate.

      Elimina
    3. Tyta, infatti io ho specificato finchè siamo in salute. Personalmente trovo che la vera discriminante sia quella: non avere fiatone, non mettere a dura prova ginocchia e cuore, non ritrovarsi con un tasso di glicemia e colesterolo spaventosi. Perchè il problema del sovrappeso (del vero sovrappeso) è che riduce la qualità e la quantità di vita. Il resto, è fuffa.

      Elimina
    4. Buondì. Mi spiace se il tono del commento sia risultato più aggressivo di com'era in realtà. Rispondevo soprattutto al commento in alto, senza sognarmi di farlo in modo cattivo. Inoltre è stata mia colpa non aver letto per bene il tuo appunto sulla salute. E' un argomento che mi preme anche perchè sai, da un bel pò di tempo inizio a sentire un nuovo tipo di discriminazione, cioè contro le taglie di cui parlavo prima. Mi sento chiamata in causa, e forse il tono è stato peggiore di come credevo...non era mia intenzione. Non posso fare a meno di notare che molto spesso il concetto salute e costituzione viene lasciato da parte, e ci si scaglia contro dei numeri, che hanno dietro persone. Come non trovo affatto corretto e normale farlo per le taglie più grandi, non vedo perchè additare le più piccole. Ci si deve unire contro chi vuole inculcare concetti sbagliati, non dividersi ulteriormente in tipologie che si odiano...Una 40 può essere sanissima tanto quanto una 50, non ci sono sempre dietro patologie alimentari, nè dietro l'una nè dietro l'altra. Perchè determinata gente deve sentirsi male con sè stessa se ha una bella morbidezza naturale da mostrare? E perchè io devo sentirmi dare, anche sottinteso, dell'anoressica per la taglia (quando ho dei bei fianchi ed un seno decente, tutto tranne che uno stecco informe, anche qui di natura...)? Volevo solo dire di non cadere nella trappola e credere che tutti i magri siano insani fissati; dobbiamo stare unite contro chi, come dici tu, crea abiti per manichini, che non si adattano se hai una forma che non sia piattezza a 2 dimensioni. Concordo pienamente sul concetto che esprimevi ora sulla qualità della vita, e guardando la prima foto del post ancora mi chiedo perchè mortificare in quel modo un seno meraviglioso come quello.....
      Saluti e di nuovo scusate.

      Elimina
    5. Oddio Tyta, ma ti sono sembrta offesa??? No perchè io non mi sono offesa per niente e ho apprezzato come sempre il tuo intervento: sensato e ragionato. Ho precisato del fatto che l'avevo detto solo per sottolineare che siamo d'accordo:) Certo che non bisogna credere che tutte le 40 siano anoressiche, ci mancherebbe. E hai fatto benissimo a raccontarci la tua esperienza, è un punto di vista diverso che a volte si tende a dimenticare proprio perchè il diktat è che "magri è bello" e si tende a credere che gli unici a sentirisi dimscriminati siano i sovrappeso. Aspetto curiosa il tuo commento sul post che sto per pubblicare. Un abbraccio enorme:)

      Elimina
    6. io quoto Tyta comunque... la normalità è quello che c'è al mondo e al mondo ci sono taglie dalla 38 alla 50 in salute? allora la normalità è quella e i negozi non dovrebbero discriminare.... H&M purtroppo ha sempre fatti modelli poco vestibili e modellati sui rettangoli... ma è vero che ha sempre pensato anche a chi ha qualche kg in più (perchè in Svezia sono tanti!)

      Elimina
    7. Verissimo. La normalità è quello che c'è al mondo. <3

      Elimina
  9. Ti racconto la mia storia (scusa in anticipo lo sfogo).
    Fino all'anno scorso ero una 42 abbondante (a volte 44), con una bella pancetta ma ora sono finalmente tornata alla 38/40 la taglia giusta per me che sono bassina (160 cm) e di corporatura piccola. Nonostante questo, capisco perfettamente cosa vuol dire non trovare i vestiti che ti stanno bene e girare giornate intere negli outlet o per centri commerciali a cercare qualcosa di accettabile da indossare perchè tutto ti fa sembrare grassa o goffa... Non ero proprio Curvy, ma entrando in alcuni negozi mi ci facevano sentire!! Mi sono chiesta se era un problema mio o dei singoli marchi, ma visto che la cosa era pressochè generalizzata ho iniziato a pensare che fosse tutta colpa del mio fisico: in realtà ho scoperto solo adesso che la colpa era 50/50 visto che molti di quegli abiti non mi stanno bene neanche ora che è quasi sparita la pancetta e con una taglia e mezzo in meno...
    E quando finalmente trovavo un brand che sembrava costruire i suoi vestiti sul mio fisico, ci spendevo mezzo stipendio anche se colori e modelli non mi piacevano pensando "...ma addosso mi stanno bene, è un buon compromesso...". Anche per questo ho deciso di dimagrire: basta compromessi! Adesso sono io che scelgo, non gli stilisti e compro solo quello che mi sta bene E mi piace. Punto.
    Questa è la mia esperienza, volevo condividerla senza offendere nessuno, spero di esserci riuscita... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di sicuro non mi sono offesa,anzi grazie per averla condivisa con noi. So bene come ti sentivi: io adesso che Promod non sta facendo più il mio modello di abitino (quello wrap) sono disperata....

      Elimina
    2. Io mi trovavo bene con gli abiti Sandro Ferrone (vestiva la Ferilli e la Arcuri) ma poi hanno chiuso il negozio dove andavo di solito... Prova a vedere se ti piacciono, in passato diversi modelli erano adatti per fianchi e seno abbondanti e non erano linee "diverse" ma la collezione normale con le solite taglie s,m,l,xl...

      Elimina
    3. Grazie per il consiglio! Li cercherò di certo:)

      Elimina
  10. Indimenticabile la scena cui ho assistito da HM a Bari circa due anni fa: due ragazzine in fila alla cassa che perculano la loro amica dicendo "tu compri Big is Beautiful! Ah! Ah! Ah!". (Peraltro magre da spavento).
    Non credo che lo dimenticherò mai.

    RispondiElimina
  11. La modella è una bella ragazza, ma ste robe le stanno malissimo. E ci vuole bravura per mortificare così il suo fisico...
    Anche io mi rivedo nel manichino (ho più pancia purtroppo ma dopo due gravidanze non è che ci sia molto da fare, se non pancere a go go XD) e prendo una 46 circa, però dissento su questo punto: curvy non è sinonimo di plus size, vuol dire con le curve, a mio parere la definizione è calzante per quel manichino. E' triste che ci voglia una linea apposita per una tipologia di fisico perfettamente nella norma, questo si.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curvy è una definizione vaga ed è divenato molte cose, soprattutto da noi, purtroppo. Io non trovo triste che ci siano abiti pensati per un certo fisico e altri per uno diverso. Trovo triste che non si possa dire che abbiano pari dignitá (so che siamo d'accordo)

      Elimina
  12. Certo che siamo proprio messi male se ormai una 44 è considerata già obesa, praticamente! Io sono 1,68m ed ero una 44 circa 15kg fa (adesso sono una 48 direi) e non ero certo grassa!! Anzi! Ero perfetta per il mio fisico! E adesso mi vengono ad instillare lo sconcertante concetto che la 44 è già una taglia abbondante?? Ma stiamo scherzando?!? Tutte anoressiche le vogliono?
    Ma poi, sinceramente, agli uomini davvero piacciono le "non curve"? Se fossi un uomo, non saprei dove mettere le mani, sinceramente... Perdonate la battuta, ma ci stava...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho provato a chiedere ai miei amici: nella vita reale, di queste scheletriche e appuntite non sanno che farsene...;)

      Elimina
    2. Però attenzione che non tutte le 40 sono scheletriche e appuntite!! io non ne ho di spuntoni, giuro!

      Elimina
  13. Big is Beautiful è veramente un nome orrendo e dopo aver letto il commento di Paola sono rimasta anche piuttosto basita o_o'''
    io mi sono incicciottita un po' e ora sono una 46, quindi spesso e volentieri mi demoralizza non trovare taglie o modelli adatti, certo è che questi qui a me non sembrano adatti per niente e come hai detto tu sembra piuttosto che le forme siano mortificate e insaccate!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu pensa che io trovo il nome precedente migliore dell'attuale....

      Non trovare un abito che ci stia bene demoralizza sempre. Ma il punto è che sono loro ad essere sbagliati, mica nooi!

      Elimina
    2. ah si HM+ è ancora più orrendo!! XD solo che big is beautiful lo trovo un po'.. come dire? un po' troppo etichettante!

      Elimina
  14. e qui andiamo a toccare un tasto dolente... dolente perchè proprio ieri ho deciso di andare da un dietologo... non mi vedo più nel mio corpo... sono praticamente come quel manichino (ho la 44), a parte la vita che ho più sottile e le gambe che ho molto meno toniche (sì, sono una donna pera)... sono ingrassata di quasi 15 chili in 3/4 anni e voglio "tornare indietro", non perchè consideri la 44 una taglia plus, ma perchè soffro per quello che vedo allo specchio... è da 3 anni che non vado al mare (pur avendone la possibilità) perchè non riesco a mettermi in costume... non so cosa siano i vestiti (anche d'estate), indosso sempre e solo i jeans, non me ne importa niente del caldo, tanto l'ho sempre sopportato bene, ci sono abituata... nascondermi non è la soluzione giusta, me ne rendo conto, ma non riesco proprio a fregarmene... poi non sono alta, solo 1,60 m e peso ormai quasi 65 kg... in teoria, secondo l'indice di massa corporea, sono ancora normopeso, ma purtroppo l'imc non considera la percentuale di grasso corporeo, che è quella che mi frega, diciamolo pure... spero di farcela...
    comunque scusa lo sfogo, spero di non aver annoiato nessuno... e anche di non aver offeso nessuno...

    tornando al tuo post, sono d'accordo, questi costumi non le donano affatto... la modella è bellissima ma (soprattutto nel costume intero) non è valorizzata... quando ho visto la prima foto non ho capito subito che fosse lei la modella della linea +, perchè ero presa dal suo bellissimo viso e dal suo portamento elegante... poi ho visto meglio e solo ad una seconda occhiata ho notato che non era una di quelle solite modelle magre (anche se secondo me non è una 50, al massimo, ma proprio al massimo, una 46, e ha anche le gambe toniche, beata lei!)...
    come però hanno detto in tante, trovo che h&m sia una marca accessibile anche alle taglie 48, e non è facile trovarne in giro...
    hanno anche la sezione "mama"... lo so perchè una volta presi una canottiera tanto carina (taglia m) ma una volta provata (ovviamente a casa, la fila da h&m per provare le cose è troppo lunga a volte) ho notato che mi stava molto lunga e un pò larga sulla vita (sui fianchi no, ho già detto di essere una pera? :) ) e non riuscivo a capirne il motivo... quando l'ho tolta vidi sull'etichetta che c'era scritto "h&m mama" e ho capito!! non so perchè abbia scritto questo episodio, diciamo che mi è venuto in mente e l'ho scritto... ho riportato un aneddoto, forse utile soltanto a farvi capire quanto io non faccia molto caso ai dettagli quando vedo qualcosa di carino (ma da allora ho imparato, giuro!)... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In bocca al lupo: hai fatto benissimo a decidere di fasrti seguire e non improvvisare nulla! Io , ti dirò, dai numeri che hai dato non ti trovo per nulla "da nascondere".

      Elimina
    2. ehm... mi sa che è meglio che ti rispondo all'altro post, altrimenti scriverei la stessa cosa due volte!

      Elimina
  15. Non credo che fare una linea per donne con le forme e le curve sia male, non dovrebbe esserlo se effettivamente lo si fa per valorizzare un fisico giunonico e morbido di alcune donne, ciò che non mi piace è che siano sempre pensate per coprirle, per nascondere queste forme che poi sono il simbolo per eccellenza della femminilità a parer mio!
    Io sono piccolina di statura (160cm) e porto una 42, ma ho diversi problemi anche io nel trovare vestiti adatti a me, questo perché ormai i vestiti sono concepiti per donne senza curve, curve che invece io ho e che sono fiera di avere. La mia è la classica forma a clessidra, vitino stretto stretto, fianchi larghi così come le spalle (grazie nuoto -.-) e di conseguenza per me trovare un semplicissimo paio di jeans che mi entri è complicatissimo e spesso mi ritrovo a dover prendere una taglia in più se no non salgono oltre le cosce tanto li fanno stretti!
    Purtroppo il problema non è solo per chi porta la taglia 42/44, ma anche per chi come me porta una 42 pur non essendo affatto uno stecco ma con curve ben visibili (di cui io vado fiera) e questo mi fa pensare che ormai viene considerato "buono" tutto ciò che ha taglia 38/40 e tutto il resto cattivo.
    Poi ovviamente non vanno nemmeno discriminate taglie più piccole, la costituzione varia da donna a donna, lo preciso ma so che lo sai ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio il tuo commento conferma il mio pensiero. Molti di questi abiti sono pensati per rettangoli geometrici. Non è solo una questione di taglie: è che le curve "infastidiscono" e sono trattate, nel processo produttivo, come un disturbo. Salvo poi, ovviamente, dirci di comprare un push up!

      Elimina
  16. A parte la linea fatta davvero male che sfido io a mettersela senza sembrare un parallelepipedo...a volte nemmeno la 42 è normalità...in giro vedi dei jeans con la gamba talmente stretta che manco la coscina di mia figlia ci starebbe dentro >_<
    Alla fine quello che conta non è tanto la taglia ma la tonicità del fisico e io amo un minimo di muscoletti fatti bene. No alle gambe troppo secche, no alle braccia striminzite, e viva le curve! Che poi alla fine gli uomini quelle vogliono ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh..i jeans!!! Ne ho un paio in cui, stranamente, entro. Ma quanti ne ho dovuti provare che si sono fermati a mezza gamba??

      Elimina
  17. Io ti racconto la mia storia al contrario: sono sempre stata una taglia 44 con un pò di pancetta e fianchi pronunciati. Non mi sono mai sentita a disagio, ho sempre indossato il bikini al mare, mi sono sempre ritenuta una ragazza normale. 5 mesi fa è mancata mia nonna alla quale ero legatissima. Ho perso una taglia sono una 42 niente più pancetta, niente più fianchi. Ora posso indossare tutto ciò che voglio sono rientrata in magliette che non mettevo da anni.
    Ad essere sincera mi vedevo meglio prima, prima ero più io, ero più me stessa. Non odiatemi per quello che dico ma io rivorrei le mie forme! Perchè quelle forme erano parte di me...

    RispondiElimina
  18. Diva, qui non ti odia nessuno, tranquilla:) La tua storia è l'ulteriore dimostrazione che ognuna di noi ha il suo peso forma e che essere 42 non vuol dire essere "a posto". Datti tempo, senza ansie, e ritroverai il tuo equilibrio.
    Mi spiace per tua nonna, un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  19. Questo articolo è davvero lampante! la modella è stupenda e concordo con te che sono riusciti a renderla anonima e goffa :(
    io sono una taglia 38/40 dopo un periodo in cui ho visto ri-lievitare il mio fisico alla 44/46 (uso la parola come eufemismo perché ero gonfia per varie intolleranze)... ora cerco di restare nel peso ideale in base alla mia massa seguita dalla nutrizionista e dal mio medico specialista poiché soffro di tiroide e il peso giusto con una dose di attività fisica/alimentazione corretta aiutano a non impazzire, visto che gli ormoni non sono facili da domare! Gli sbalzi d'umore ed i mille cambi allo specchio sono propri di noi donne per tanti motivi, dall'eccessiva magrezza a quel piccolo difetto magari che nessuno vede ma per noi è un semaforo rosso...
    Come dici tu H&M ha cose che nemmeno ora riescono a piacermi, tranne gli stupendi maglioni disney natalizi ;) (sono più che trentenne tesoro lo ammetto!!!), per cui mi comincio a chiedere quando davvero faranno abiti a "misura di donna" ovvero con gambe non scheletriche e magari un busto di un'altezza che vada bene ad una altezza di 166 cm come la mia (con tendenza a stare gobbina) anziché per stanghe kilometriche... A volte credo che l'unico reparto bello sia il premaman, almeno lì non partono coi paraocchi devi credermi! Per il resto questa è il mio semplice pensiero, felice di sentire tutte queste belle donne che parlano di un argomento così serio, un abbraccio e continua così :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, parli a una quasi 40enne che ama i brillantini..tranquilla, la tua passione per i maglioni Disney è al sicuro;)

      Tu avevi delle esigenze precise, e hai seguito i consigli dei tuoi dottori: hai fatto benissimo!

      Elimina
  20. ciao Hermosa :)
    Io porto una 32/34 (ebbene si..hoq ualche problemino) e le prime taglie a sparire sono proprio quelle hihi...alcuni brands neanche li propongono (anzi mi emoziono quando vedo una 32! O_O)

    ma è anche vero che vedo spesso 44 e stop..e le altre persone scusa?, è lo stesso discorso che faccio io...xk non fare taglie per TUTTI??
    Ogni volta che vado a comprare faccio molta fatica e spesso mi arrabbio/divento nervosa e alla fine quello che doveva essere uno shopping per rilassarmi finisce per farmi diventare più depressa.
    Io credo che ci sono molte cose da sistemare sisis!! e quella curvy di cury proprio NADA...non fa risaltare nessun punto a favore e non ti sembra che la faccia sia molto diversa dal resto del corpo? non socome mai..mi vien da pensare a un PHOTOSHOP PAZZESCO!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bambi, ma tu sei uno scricciolo tenerissimo!!!!

      Come diveva Manuki più su: ci vorrebbero taglie per tutte:)

      Elimina
    2. scricciolo si ma tenero no :P hahaah
      taglie per tutte anche se capisco che è difficile per una marca poi diciamo la verità: H&M guarda molto le figure delle modelle svedese che sono molto alte e magre, e ovviamente non tutti sono così..ogni paese ha le sue forme, altezze e standards =)

      Un bacio bella hermosa

      Elimina
    3. Vabbè..sei uno scricciolo monello. Peró adorabile:)

      Elimina
  21. a me non piace il nome della linea (che in Italia per altro hanno pochissimi negozi), ma che ci sia sì perché sembrerà strano ma tanti negozi oltre la 48 non vanno e se guardi pure asos... dalla 50 è considerata ormai taglia plus size, per cui niente di nuovo sotto al sole.

    In generale H&M non riesco a demonizzarlo perché è un negozio che si fila le pere. Comprese quelle che se guardi una tabella pensi che non si vestiranno mai come me.
    Ho diversi vestiti e gonne presi là (taglie dalla 36 alla 40 loro... ossia dalla 40 alla 44 nostre) che mi vestono bene... ho persino un trench (e lo sai come sono i miei fianchi XD) e diverse magliette (da loro spesso porto la XS... nonostante le spalle larghe e le tette XD).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco il tuo personale gaudio nel trovare un negozio che "si fila le pere". Ognuna i suoi crucci..;)

      Elimina
  22. io sono una plus size e ogni tanto acquisto da h&m+ e ci trovo cose carine spesso, anche se i costumi non mi fanno impazzire, ma li fanno solo da quest'anno. Inoltre, è quasi impossibile trovare un bikini per una taglia oltre la 50 in italia, figurati se è anche prosperosa come me. Comunque in Italia le aziende plus size continuano a sbagliare anche più di H&M, vogliono identificarsi solo con un'immagine sotto la 48, propongono modelli non studiati per un fisico abbondante (cosa che invece vedo in inghilterra e america e talvolta in germania) e pretenfono di far pagare un occhio della testa cose da signora anziana solo perché pensano che una plus size non abbia altra scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La parte finale del tuo commento apre un intero universo: spessissimo ho visto abiti plus size di una tristezza sconfinata. Brutti, ma brutti davvero e a prezzi alti. Perchè ovviamente pensano che se non porti la taglia 40 devi per forza vergognarti di come sei e volerti insaccare e nasconderti....E in un pessimo circolo vizioso ci stanno riuscendo.

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero