The lady is not for turning

Quando lunedì ho saputo della morte di Margaret Thatcher, ho subito saputo che questo "A cinema con Hermosa" sarebbe stato dedicato a lei.

Io di questa donna per lungo tempo ho saputo molto poco. La associavo instintivamente alla guerra perchè quando ci fu quella delle Falkland io ero alle elementari  e ne parlammo in classe: era la prima volta in vita mia che parlavo di una guerra che stava succedendo in quel momento e non veniva da polverosi libri di storia e mi colpì molto.

Poi sono cresciuta e di guerre vere, anche più vicine a me, ne ho viste altre. E quando sono diventata davvero politicamente consapevole, lei era già al suo declino.

Ma che sia stato un personaggio politico di enorme impatto sulla storia, non c'è dubbio. E anche estremamente controverso. Io stessa non sono riuscita a farmene un'idea definitiva: se da una parte non posso non apprezzare una donna che è riuscita ad affermarsi in un campo così spietatamente maschilista come quello della politica degli anni 70-80, dall'altra non posso dire di condividere le sue scelte, che fecero pagare all'Inghilterra di quei tempi prezzi altissimi. Enormi.

Per questo di film oggi ve ne propongo due: Grazie, Signora Thatcher e The Iron Lady


Due punti di vista estremamente distanti, che personalmente ho trovato molto interessanti.





Io posso dirvi che solo con uno di questi due film ho pianto. 


14 commenti:

  1. Aah, la Thatcher. Potrei parlarne per ore, è un personaggio su cui ho letto moltissimo. I film però ancora non li ho visti, non so perché. Tra l'altro conoscevo solo Iron Lady, li guarderò entrambi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendola bene, sono curiosa di conoscere la tua opinione sui due film.

      Elimina
  2. Io non so molto di questa donna, ma vorrei approfondire quella è stata la sua politica, le sue scelte, perchè ho sentito alcune cose che mi hanno messo davvero curiosità, e credo sia doveroso farmi una cultura visto che sono in ritardissimo.
    Nonostante non guardi film da oltre 1 anno (ma anche più), quello con la Meryl devo assolutamente vederlo (la amo); dato però che dici che l'altro citato offre un punto di vista diverso, sarebbe interessante vederli entrambi e confrontarli con altro materiale scritto.
    Vedrò di rimediare, grazie per i suggerimenti :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Signora Thatcher è solo uno dei film che ti avrei potuto citare: esiste una buona filmografia indipendente che racconta l'Inghilterra di quegli anni. Basta pensare a Ken Loach: hai mai visto un suo film?

      Elimina
  3. Un tributo dovuto... Ho visto Iron lady, guarderò anche l'altro che suggerisci tu.
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Tyta, il secondo è molto meno incentrato su di lei e molto più su quello che fu vivere ai suoi tempi ..fammi sapere poi!

      Elimina
  4. Non sono mai stata una fan della Thatcher e non condivido molte delle sue scelte politiche, però guarderò i film molto volentieri ;)

    Miss Piggy di insanebazar.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io le condivido. Pure The Iron Lady aiuta a farsi un'idea meno pregiudiziale su di lei.

      Elimina
  5. Ho visto solo The Iron Lady e la sensazione che mi ha lasciato coincide con l'idea che mi sono fatta negli anni di questa donna. Sono assolutamente d'accordo con te, tanto di capello per essere riuscita ad affermarsi in un mondo spetatamente maschile, ma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri leggevo che gli UK non sarebbero la potenza che sono se non ci fosse stata lei. Forse è vero. Però, che volete che vi dica, io credo ancora che valga la pena lottare perchè non siano queste le soluzioni necessarie..

      Elimina
  6. Io invece ho visto solo Grazie, signora Thatcher e tuttora non so molto su di lei. La clip che hai scelto mi ricorda molto quello che sta accadendo adesso, gente che addirittura pensa al suicidio perchè non sa come andare avanti...da casa mia vedo l'Ilva e questa domenica ci sarà il referendum...respirare ma non lavorare o lavorare ma avvelenare....si può chiedere così tanto???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ILVA è una delle ferite più dolorose della nostra storia. Dover scegliere tra la salute e il lavoro è inaccettabile e rende bene l'idea di quanto mal messi siamo.

      Elimina
  7. E' stato un personaggio controverso, è vero, ma non mi sento di giudicarla in quanto solo chi vive situazioni di potere e responsabilità del genere sa quanto possano essere difficili anche se dovute alcune scelte. Ho visto solo The Iron Lady, che ovviamente l'ho trovata un po' apologistica come pellicola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sulla tendenza apologistica. E' pur vero che fino ad allora, se ben ricordo, si erano girati solo film sostanzialmente contro di lei e questo è stato un tentativo di essere equidistanti o quasi. Un po' come quello sulla regina, che però io apprezzai di più.

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero