Il posto del prosciutto


Sì, quella che vedete è la taglia della mia gonna Promod.

Una 40*. 


Nessuna di voi, nemmeno nelle ipotesi più al ribasso, ha osato proporre tanto. E nemmeno io. Infatti la stavo lasciando in negozio, anche se a malincuore ( c'erano la 42 e la 44, ma in un altro colore e non in saldo...).

E' stata la commessa che mi ha detto di provarla lo stesso, ricordandomi che le loro taglie sono "gentili": decisamente, chiamarle gentili è dir poco!!

Credetemi: la gonna non solo mi va, ma mi calza perfettamente. Non mi stringe, non mi segna, non mi obbliga a lunghissime apnee...

Eppure io sono sempre la stessa:  quella che nel loro stesso negozio veste una M se si parla di abiti, che secondo Diez Lunas veste una L/44 e che non entra in una quinta se si parla di costumi da Calzedonia....

Non so bene se questo sistema di taglie sia più schizofrenico o ruffiano. In entrambi i casi, non mi piace. E so che ha perso qualsiasi senso e qualsiasi valore. Conoscere il proprio corpo non vi aiuterà a sapere di che taglia siete, perchè non sarete mai la stessa, nemmeno nello stesso negozio. 

Le taglie, come prova questo post, ormai si indovinano, come se fossero un gioco... Dite un numero, così, alla cieca: magari è la vostra taglia di oggi.

Ma è un gioco sleale, le cui regole cambiano in continuazione unilateralmente e senza avvertirci, secondo criteri che non ci vengono mai spiegati.  Misteriosi parametri stabiliti da malati mentali per cui all'improvviso ci si può permettere di definire "sovappeso" una campionessa olimpionica....

Ovviamente fotografata in una posa in cui sembrerebbe sovrappeso anche uno scheletro...

Un puro gioco d'azzardo che, per una volta, proprio non riesce a piacermi.

Per cui no, grazie, io di tanta arbitraria gentilezza non so che farmene. Preferisco la verità, alle inutili lusinghe. 

E il prosciutto mi piace sul melone, non sugli occhi.




* ma voi lo sapevate che il numero 40 è un numero abbondante??? Una definizione quantomeno ironica.....



43 commenti:

  1. Ciao Hermosa,
    si è bello entrare in un negozio e alla domanda che taglia le do...rispondo boh??? Una volta ero una 44 ma ora che sono dimagrita dipende dal modello riesco a passare da una 42 a una 38 con estrema facilità e mi dico non è che ho perso chissà quanti kg, e non sono anoressica ho i miei 56kg, una volta nella 42 era un vero traguardo da raggiungere, invece ora sembra che vari...boh non capisco. Questa campionessa australiana forse hai uno kg o due sull'addome che comunque non la si può definire in sovrappeso, e le scheletriche non possono fare record si ha bisogno di una certa fascia muscolare e di una certa potenza, perchè continuiamo a idolatrare persone che se mettiamo contro luce ci possiamo fare la radiografia invece di mettere sulle copertine donen che hanno le loro rotondità?
    Essere in forma è una cosa ed essere anoressiche è un'altra, ho optato per la prima per sentirmi meglio.Baci buona giornata Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima scelta:) Buona giornata a te, Alex

      Elimina
  2. ho sempre snobbato promod, pensavo che fosse un negozio per anoressiche... proverò a farci un salto...
    ah, bentornata!
    ciao - gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè..come vedi è l'esatto contrario ( bentrovata)!

      Elimina
  3. Non sai quanto mi trovi d'accordo. Sono alta 176, quarta di seno e fisico normale e quest'anno da Sisley e Benetton indossavo la taglia S!
    Veramente uno non ha più riferimenti!! finisce che ogni volta devi provarle tutte..

    ..e per quanto concerne i costumi ho il tuo stesso identico problema :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dico che chi decide le taglie è malato. Ma sul serio.

      Elimina
  4. Hai perfettamente ragione, in tutto e per tutto.

    RispondiElimina
  5. Anche io odio 'sta storia delle taglie porcaccia la miseria, le fanno proprio alla cavolo!

    RispondiElimina
  6. Mah, alla fine secondo me dipende dal negozio, io porto la 40 ma tipo da Zara mi va larga! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh..Zara: se i vestiti sono fatti in Messico porto la S, altrimenti no....

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Capire qual è la propria taglia è veramente impossibile! Ma poi quand'è che la 40 è diventata abbondante?

    RispondiElimina
  9. Bene, mi hai appena fatto capire che è ora di consultare un nutrizionista o rischio l'obesità da portatrice di taglia 42!!
    Che comunque io odio quando devo provare mille taglie perchè non corrispondono mai, insomma, le taglie non sono lì per dirti "sei grassa" ma per evitarti di sudare e perdere tempo a cercare quella che ti vada bene!

    (bentornata!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La definizione dello scopo delle taglie...Lamia, forse è proprio questo il punto: forse per loro davvero servono solo a dire se sei grassa o no!

      (bentrovata a te!)

      Elimina
  10. Sì... e questa cosa sta diventando vera anche sulle taglie delle scarpe... spazio da 35 a 37 (anche se in rari casi) ma si può??
    Sono d'accordo su tutto, infatti sono una seguace di moda per principanti! i suoi articoli sulle forme del corpo sono ottimi!
    io non ho grossi problemi con le taglie.. o sono una 40 o una 38 (specialmente da promod) ma spesso mi capita di trovare delle M che mi stanno... e mi chiedo chi diavolo le abbia disegnate!?

    la mia vera disperazione solo le lunghezze... ho caito che i ggiovani d'oggi sono alti... ma io non posso passare la vita a fare orli! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io agli orli sono rassegnata: essendo 160 cm da SEMPRE ho dovuto farlo. Ed è un peccato perchè a volte si perde la linea dell'abito/vestito etc.

      Moda per principianti la seguo anch'io però confesso: io che tipo di donna sono non lo so ancora XD

      Elimina
    2. idem... anche io sono alta 160cm! anzi forse 159 ma arrotondo!

      dalle foto mi sembri una clessidra. Hai le spalle e i fianchi delle stesse proporzioni un bel seno e il punto vita segnato.... ma non sono proprio un'esperta quindi non te lo so dare per certo.
      anche io avevo difficoltà e mi ha aiutato lei a capire. Le ho mandato delle foto e risposto a delle domande via email.

      Elimina
    3. Davvero? Ma io la contatto subitissimo!!!

      Elimina
    4. Mi sa che devi avere un po' di pazienza ora perchè è un po' sommersa dalle richieste.
      ... hmmm se ritrovo le domande che mi ha fatto te le giro così parti avantaggiata. =)

      Elimina
    5. c'è scritto tutto qui:
      http://modaperprincipianti.blogspot.it/p/consigli.html
      XD

      Elimina
    6. Grazie mille!! Mi sono anche rivista un po' il post base con le varie forme del corpo e mi sa che hai ragione, sono clessidra (ovviamente, con tutte le umane sfumature del caso)!!

      Le scriverò comunque, perchè sono curiosa di capire meglio alcune cose...ma devo prima osare fotografarmi in costume da bagno;)

      Elimina
    7. io ti avevo pronosticato il potenziale clessidra tempo fa, ricordi? XD
      sostanzialmente, più che le foto dille dove prendi o perdi peso prima, perché è la domanda chiave.

      Circa quella gonna, considera che di vita va la 40 anche a me... io però ho più fianchi e mi scende a stento (bianca non l'avrei comprata manco sotto tortura), il punto non sono i numeri, sono i MODELLI.
      A una clessidra e a una pera le gonne svasate con la vita segnata stanno da dio.

      Elimina
    8. tornavo per dirti che ho comprato un costume taglia 44... non ci volevo credere e mi sei venuta in mente tu e questo articolo! o.O
      la tizia ha detto si in effetti vestono un po' piccolo... ma cosa vendi a una che ha una 44? una 48? che magari nemmeno ce l'hai e la fai sentire grassa???

      c'è da dire che io odio le cose che mi stringono troppo e magari mi sarei potuta accontentare della 42 se non avessi avuti questa fissa... però insomma, perchè devo fare la salsicciotta???

      Elimina
    9. Hai fatto benissimo a prendere il costume con cui ti sentivi più comoda!Tanto ormai è ovvio che le taglie sono solo un numero inserito a caso, nemmeno mermente indicativo...L'altro giorno ho preso delle magliette da Zuiki: taglia S!! E mi è arrivato il famoso pacco Diez Lunas (nell'apostrofo rosa di oggi vedi uno dei vestiti) e nemmeno aver chiesto lumi al servizio clienti è bastato: parte dei vestiti tornerà indietro.....Insomma, io le taglie non le guardo più: vado a occhio!!

      Elimina
    10. Dimenticavo: ogni volta che qualcuna di voi mi dice che gli sono venuta in mente fuori "dal contesto blogger" mi sciolgo, e il caldo non c'entra. Credo sia uno dei complimenti più belli che si possano ricevere. Grazie <3

      Elimina
  11. Sono perfettamente d'accordo! Io ormai provo sempre tutto, non mi fido mai solamente di quello che c'è scritto sull'etichetta perchè a seconda del negozio la taglia cambia in maniera allucinante! Non solo, cambia anche da pantaloni a magliette. Un esempio su tutti: è un po' che non ci vado, ma ricordo che Bershka proponeva delle taglie per pantaloni/gonne veramente piccole (chissà a quale scopo, forse quello di far venire più complessi possibile?) mentre per le magliette esageratamente grandi! Ma mettetevi d'accordo almeno nello stesso negozio!

    RispondiElimina
  12. Ah, i bei tempi in cui le tagli erano universali!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh..vabbè..vogliamo parlare di quel mistero incredibile della "taglia unica"???:D

      Elimina
  13. Nei negozi "normali" (Zara, pimkie, Bershka e simili) solitamente indosso una 46 o una 48, dipende dalla vestibilità del pantalone. A volte mi sento davvero enorme!
    Invece da promod mi va bene una 40/42, una S. Valli a capire!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D Benvenuta nel mondo dove le taglie NON servono a nulla....

      Elimina
  14. stra d'accordo e gli stessi problemi -.-'' ho notato che soprattutto nei negozi spagnoli ho problemi di taglie, tendono a fare tutto un po' più piccolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ??? Davvero??? Strano..la Spagna ha imposto una "riforma delle taglie" pochi anni fa, unificando e normalizzandole proprio per evitare il gioco delle taglie. Infatti una 40 equivale a una 36 (si vede anche nell'etichetta). Io quando vivevo lì portavo una 42 il che significa dover prendere una 38.

      Perchè ovviamente, nel gioco delle taglie c'è anche il sotto-gioco delle equivalenze tra i vari paesi....:S

      Elimina
    2. beh Hermosa tu stai parlando di taglie europee, le medesime che usa promod (francese) e anche H&M per dire... ma è vero che gli spagnoli (Inditex su tutti, Mango meno! da Mango di recente ho comprato un vestito taglia 38 italiana...) fanno tutto un filo più piccolo, e anche meno svasato, infatti Zara mi odia, per dire...

      Elimina
  15. le riforme delle taglie mi fanno sempre sorridere, mentre mi fanno proprio crepare dal ridere gli stilisti che parlano di lotta all'anoressia, ma poi bocciano una modella alta 180cm che pesa 60kg! Riguardo alle taglie 'diverse' nei negozi, quello dipende dalle linee. Lavorando in un grande magazzino ho imparato che esistono linee giovani (in cui devo acquistare una L o una 46 se mi va bene), 'donna' in cui ho una M o 44, e lady in cui sono una fantastica 42 o S... facile no?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD..Facilissimo!!!!

      Comunque la differenza taglia/target di riferimento l'ho notata anche io;)

      Elimina
  16. E' un mondo malato, dove io che sono diciamo XL, quando sono entrata in un negozio per stuzzicadenti per comprare un regalo alla cognata, mi son sentita dire dalla commessa, con aria quasi sdegnata, che NO....loro non vendono di certo abbigliamento per quelli come me.
    Dopo averle detto COME si chiama, semmai se lo fosse scordato, ho girato i tacchi e me ne sono andata gridando che quello era un negozio di razzisti ignoranti.
    Per fortuna esiste Fiorella Rubino.
    Io sto benissimo nella mia XL (sarebbe poi una L in USA......quasi quasi mi trasferisco li solo per le taglie LOL) e non cambierò idea solo perchè questo mondo malato manovra le taglie ed il pensiero alimentare come se fossero le corde di noi poveri burattini!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sottoscrivo tutto..e adesso mi cerco Fiorella Rubino:)

      Elimina
    2. parte dalla 46, è del gruppo Miroglio, lo stesso di Motivi, Oltre, Elena Mirò e duemila altri... io non riesco più a comprarci, mi sta tutto enorme (meno i pantaloni, ma io non ho pantaloni in armadio)

      Elimina
  17. Fiorella Rubino però è per taglie morbide ;-)
    L'ultimo acquisto è stata una tshirt con stampa Marilyn Monroe, molto bella e molto in tema!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero