2 volte al giorno, ogni giorno

Due volte al giorno, ogni giorno.

Non è la posologia di una nuova crema nè di un medicinale. Non è una cura. E' un malattia.

Due volte al giorno, ogni giorno di questo 2012, una donna è morta per mano di un uomo a lei vicino.

Un ex fidanzato geloso, un marito violento, un padre che si crede padrone, un corteggiatore che non ha messo in conto un no come risposta.

Due volte al giorno, ogni giorno. 

Nessuna di noi crede mai che le capiterà , o che capiterà a qualcuna che conosce, finchè non sarà troppo tardi: e andrete al funerale di una "brava normale ragazza", o scoprirete cosa c'è nell'aldilà.

Non è certo firmando una petizione che obbligheremo gli uomini, e la società,  ad essere migliori: ci vogliono leggi e scuole e madri e modelli diversi. Ci vuole un impegno costante, che duri molto più di due volte al giorno, ogni giorno, per molti anni. 

Non esistono cure magiche per una malattia come questa. Ma è comunque un primo passo: andate qui, e iniziate a curarci.


11 commenti:

  1. Hermy come hai ragione... questo post mi ha fatto venire la pelle d'oca... hai fatto benissimo, parlare di queste cose non è mai abbastanza! Ti abbraccio tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cifre sono davvero da pelle d'oca, purtroppo...Un bacio a te, Simo.

      Elimina
  2. Questo post fa pensare, grazie di averlo scritto.

    RispondiElimina
  3. da tanto ho la sensazione che siamo tornati indietro, che sia sempre più forte la discriminazione e questi dati lo confermano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non per essere troppo acida..ma io ho la sensazione che non siamo più andate avanti da circa 30 anni...

      Elimina
  4. Mamma mia, le cifre sono assurde.
    Mai avrei pensato a un numero del genere!
    L'Italia certo non si distingue per la sua eguaglianza tra i sessi, iniziare a fare qualcosa di concreto almeno contro la violenza sarebbe un'ottima cosa...

    RispondiElimina
  5. Purtroppo è tutto vero, resto sempre anche io sbalordita di leggere notizie simili. E ci definiscono la parte del mondo "civile"

    RispondiElimina
  6. Brava di averlo ricordato, sono andata subito a lasciare anche la mia firma!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero