Scent of a woman

Il mondo si può dividere in molti modi, uno è quello tra chi ama Al Pacino e chi no. 

Io faccio parte della prima fazione. Con questo film, Scent of a Woman appunto, gli fu finalmente dato anche un Oscar, anche se ne avrebbe meritati molti di più...



In realtà è un remake di un altro bellissimo film italiano del 1974, Profumo di donna con un Gassman (un altro che amo tantissimo) strepitosamente diretto da Dino Risi. 

Ma la nostra versione è più amara e dolorosa di quella americana, sebbene bellissima e stupenda.  Meno favola e più vera. 

La versione americana invece, come spesso capita, sfuma e diluisce la storia di un uomo diventato cieco eppure ancora incredibilmente vitale che non sa come adattarsi alla vita che gli si prospetta. 

Un uomo che ama le donne, un seduttore vero: ogni donna dovrebbe essere così fortunata da incontrarne almeno uno nella vita  e così saggia da sapere che non durerà.

Ma, soprattutto, la versione americana contiene questa incredibile, mozzafiato scena di tango: Al Pacino è perfetto nel rendere la meraviglia del corteggiamento e la gioia di vivere che ritorna ad assaporare, per un breve momento,  il suo personaggio. 

E voi state lì chiedendovi fino all'ultimo secondo se un uomo cieco ballerà davvero un tango senza cadere, senza inciampare (e chiedendovi se sarete disposte a credere alla finzione cinematografica).

Ci crederete. Al punto di non sapere se poi in fondo è davvero così impossibile...   

E un'altra cosa, parlando di finzioni cinematografiche: proverete a dire, giusto per darvi un tono, per non cedere del tutto le armi di fronte a una seduzione così perfetta, che non si può non aver mai ballato il tango e farlo così bene come la ragazza nella scena, che appunto dice di non averlo mai ballato. 

Lo credevo anche io, finchè non ho incontrato qualcuno che davvero sapeva ballare. E ho ballato, senza problemi, anche io. Perchè la storia dell'uomo che guida, del lasciarsi andare etc etc...beh, non sempre è una finzione. Certe volte è vera.

Questa è la scena: lasciatevi sedurre.


4 commenti:

  1. Alzo le mani e mi unisco ufficialmente alla parte del mondo che ama Al Pacino!
    Lo adoro, è poliedrico e riesce a far di tutto..questa scena è magnifica *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io me la riguardo spessisimo e la amo infinitamente:)

      Elimina
  2. Io AMO Al Pacino, di cuore... ma in questo caso la versione di Profumo di donna italiana non ha eguali!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li trovo molto diversi tra di loro, e mi piacciono entrambi:)

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero