Ogni notte, alle cinque

Dopo avervi mostrato ieri il mio bottino ceco, potevo fare a meno di raccontarvi del mio viaggio??

Praga credo sia nota a tutte voi: la Praga di Kafka, del Ponte Carlo e dell'orologio astronomico e del  Castello. 






Monumento a Kafka (il cui museo, pur povero di materiali, è davvero ben fatto)

Ovviamente, ho visitato tutti questi posti. E mi sono piaciuti molto. Così come mi sono piaciuti i mercatini di Natale e il vino caldo e le incredibili scorpacciate di carne che ci siamo fatti 

Prosciutto di Praga..YAM!






Se andate in questa bella cittá per un fine settimana, non riuscirete a vedere molto di piú.

Io ci sono stata piú a lungo e ho potuto vedere molto altro. E devo dire che sono state le cose che ho amato di piú....

Durante la mia settimana praghese ho avuto modo di scoprire la Praga Liberty e i suoi palazzi dai portoni e nomi incantevoli  e incomprensibili




e il suo nuovo municipio, progettato da un uomo ricco e di successo che tornó in patria perché sognava per il suo paese indpendenza e autonomia. 

Un uomo che non solo era un sognatore, ma uno dei piú grandi esponenti del Liberty, Alphonse Mucha


Ho avuto occasione di vergognarmi del mio essere italiana sull'isola di Kampa

I danni di Moccia nel mondo...

 

e da esterna ho osservato un intero paese, che è ancora lontano dal fare i conti con il suo pú recente passato, piangere un suo ex Presidente, Havel, con affetto vero



Vaclav, grazie
Sono andata all'opera spendendo la folle cifra di 17€ in due (posti loggione, ma sempre solo 17 €..)


e ho visitato lo Josefov, il quartiere ebraico, uno dei pochi in Europa ad essere rimasto  pressocchè intatto in quanto Hitler voleva farne un "Museo della razza estinta"...fortunatamente oggi é "solo" un museo

Qui la vostra Hermosa, alla sinagoga Pinkas, si é particolarmente commossa...L'interno della sinagoga è infatti ricoperto dagli oltre 80.000 nomi dei deportati moravi e boemi sterminati, e giá questo metterebbe a dura prova i condotti lacrimali di chiunque, ma poi al secondo piano ci sono esposti i disegni dei bambini imprigionati nel campo di concentramento di Theresienstadt

Sono particolarmente orgogliosa di dirvi che ho pianto senza vergogna.





Di alcune altre esperienze, molto piú frivole e amene, che ho fatto, invece, ve ne parleró con dei post dedicati.

Vi lascio con un paio di foto gastronomiche (ovviamente ho bevuto un grog in una una taverna di  Švejk.)




A mia discolpa posso dirvi che non sono mai andata al di sotto dei 10 kilometri giornalieri per cui erano calorie prontamente bruciate!!!
Sí, il pane è fritto!!!

TRDLO (magari comprare una vocale in ceco...)

p.s. il titolo di questo post é una citazione di Praga magica, «Ancor oggi ogni notte, alle cinque, Franz Kafka ritorna a via Celetnà (Zeltnergasse) a casa sua, con bombetta, vestito di nero.»  

...Se non potete andarci di persona, niente potrá impedirvi di volarci con la fantasia! 

17 commenti:

  1. mi attira molto questa città...prima o poi vorrei fare questo viaggetto :-)

    RispondiElimina
  2. Se mai avessi bisogno di informazioni pratiche, chiedi senza problemi!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, vorrei tanto poter viaggiare all'estero anche io. Almeno ogni tanto.

    RispondiElimina
  4. Dama, per moltissimo tempo nemmeno io ho potuto viaggiare tanto..vedrai che ti rifarai:)

    RispondiElimina
  5. Mucha è il mio artista preferito! Sento che Praga mi sta chiamando...

    RispondiElimina
  6. Da Napoli ci si può volare con davvero poco,mia cara;-)

    RispondiElimina
  7. Ma che bello... Voglio assolutamente andarci, prima o poi!

    RispondiElimina
  8. senz'altro :-) grazie mille un bacio .-)

    RispondiElimina
  9. Ho sempre desiderato vedere Praga, ancora non ci sono riuscita, ma ci andrò prima o poi :) Deve essere davvero bella!!

    RispondiElimina
  10. Wow, grazie per aver condiviso un po' di Praga con noi :) se penso che 10 anni fa ero in Germania per studio e non ci sono potuta andare perchè non avevo ancora il passaporto....GRRR! Mi autoconsolo pensando che ci sarei andata con le amiche e Praga è famosa come meta romantica...:P

    RispondiElimina
  11. @All: se pianificate il viaggio e volete dettagli, non esitate a chiedere!
    @Desert: é davvero molto romantica, ma con la persona giusta é romantico tutto;)

    RispondiElimina
  12. che nostalgia!!! ho adorato anche io praga e non vedo l'ora di tornarci! Muchaaaaaa *___*

    RispondiElimina
  13. @Susi: ti capisco: io sono appena tornata e giá vorrei ripartire!!!!

    RispondiElimina
  14. Mi hai portato alla memoria tanti ricordi... il mio fidanzatino dei primi due anni di università era ceco. Grazie al lavoro di suo padre ha fatto le superiori in italia (era un mio compagno) e poi è nato l'amore proprio quando è dovuto tornare per fare là l'università... Ho passato a Praga tanto tempo e ho visto tutto quello che hai descritto ed in più ho vissuto in parte ,a vita del tipico studente universitario. Parlo di più di dieci anni fa quindi posso capire come sia cambiata... Ma le hai mangiate le Oplatky fatte per strada? Le adoravo... forse ora saranno state soppiantate da altre cose più moderne...
    Attendo anche le review sui prodottini che hai acquistato! =)

    RispondiElimina
  15. Di Oplatky non ne ho visto nemmeno l'ombra:-( Ma anche mio marito che ci era giá stato 16 anni fa mi dice che Praga é molto cambiata...e poi con una persona del posto dev'essere stato davvero bello!!

    RispondiElimina
  16. mi piacerebbe tanto andare a Praga, specialmente in inverno, nonostante il freddo. penso che le città dell'est abbiano un fascino tutto speciale in inverno!

    RispondiElimina
  17. Che belle foto! Praga mi tenta sempre di più!!!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero