La Triplice Alleanza

Mie care hermose lettrici,

come avrete intuito dai post che pubblico in questo periodo, nonchè dalle foto dell' Apostrofo rosa (a parte la prima, nessuna viene mai ritoccata) ultimamente la mia pelle è in piena fase adolescenziale.

Sono quindi ricorsa a drastici rimedi utlizzando non solo il Sapone di Aleppo e il tonico al Rosmarino dell' Erbolario ma anche il Naturally Tea Tree della Botanicus, preso durante il mio ultimo viaggio a Praga (qui il bottino, qui il racconto).

Purtroppo, sebbene abbia sguinzagliato il fido google non sono riuscita a reperire nessuna foto nè notizia di questo prodotto on line. Ecco perché vi beccate una delle mie "professionalissime" foto.







Doppio purtroppo e capo cosparso di cenere (no, non é da blogger serie una disavventura del genere...) non ho trovato nemmeno l'INCI. E la mia confezione, subito dopo il rientro, era ridotta così:






Evidentemente, i signori della Botanicus sono così attenti all'ambiente da usare anche inchiostro totalmente biodegradabile!

Quest’azienda infatti non si limita a creare prodotti bio ma, come spesso succede con questi marchi, ha dato vita a un progetto molto più ampio e complesso. Nata ai primi degli anni 90, si è andata man mano espandendosi, con particolare attenzione all’oriente (nel negozio c’era una commessa giapponese che si dedicava alle orde di acquirenti presenti. E ovunque c’erano spiegazioni in ceco e giapponese mentre l’inglese andava cercato con il lanternino…) fino ad avere giardini visitabili, ricostruzioni medievali, villaggi- scuola e molto. 

Il tutto ruota attorno a una fattoria biologica di oltre 30 ettari.  

Diciamo che, a occhio e croce e sulla base di quello che lessi lì prima di prenderlo e che un poco ricordo, l’INCI non dovrebbe essere niente male.

La confezione è bella grossa, in plastica opaca scura: questo è un punto a favore nei prodotti con pochi conservanti, perché la luce può rovinarli. Io credevo fosse un’acqua o similare, invece è un detergente classico, cremoso  senza essere troppo denso, e bianco bianchissimo.

Per sentirmi “pulita” dopo ho necessariamente bisogno del tonico, dato che, pur non essendo grassa non viene assorbita dalla mia pelle. 

Usata nella formazione Tonico Erbolario e Sapone Aleppo, che io chiamo la “Triplice Alleanza”, da buoni risultati. I brufoli presenti non scompaiono magicamente, ma nel giro di una settimana, se siete così virtuose da non toccarli, li vedrete ritirarsi lentamente e non ne appariranno altri.

Peccato che i vantaggi finiscano qui e che ci siano molti contro.

Per prima cosa, vuoi a causa del mio tipo di pelle o per abitudine mentale, non amo i prodotti che non vanno sciacquati alla fine: a me, una sana lavata di faccia garantisce sempre una certa soddisfazione!

Inoltre, questo prodotto specifico pare introvabile al di fuori della Repubblica Ceca e Giappone: non esattamente due zone dietro l’angolo.

Per ora, dato che il risultato finale c’è e che la mia pelle continua inopportunamente a fare la giovinetta, continuo ad usarlo, ma guardando in rete ho visto che esistono molti prodotti che sfruttano le proprietà della Tea tree, per cui credo che proverò, una volta finito questo bel boccione, a usare qualche prodotto più facilmente reperibile. 

A proposito, se come me all’inzio leggendo Tea tree avete pensato alla pianta del tè, sappiate che siete totalmente fuori strada. Ecco com’è



Il suo vero nome è Melaleuca e, tra le altre cose, è un potente antisettico. Viene detta del tè perché gli aborigeni australiani la usavano per infusi rinfrescanti.


Last but not least, come dicono quelle che parlano l’inglish, l’odore. Avete presente la resina degli abeti? Ecco, di questo profuma, facendomi sentire un taglialegna.

Se unite quest’effetto a quello del Tonico, io, dopo la beauty routine della Triplice, mi sento molto taglialegna che ha mangiato pollo arrosto per cena!



Lo ricomprerei: no, e non solo per la difficoltà nel reperirlo

Lo consiglierei: No. Il principio attivo è interessante, ma non mi piace in questo prodotto.

Lo regalerei: No


 (Comunque, per tutti gli altri prodotti che ho preso, sono immediatamente corsa ai ripari e ho fotografato tutti gli altri INCI prima che scomparissero anche loro)

13 commenti:

  1. ahahahhaahah l'inchiostro biodegradabile! XD hai fatto bene a fotografare le altre confezioni!!!
    io ho il tonico lush al tea tree ma purtroppo non profuma di abete!!! Cioè.. per capirci.. l'odore è come quando entri nel magazzino ikea??? di legno?? perchè se fa quel profumo lì ne voglio una cassetta anche se non funziona!!! :D
    comunque per i brufoletti io mi trovo benissimo con il detergente erbalibera sempre di lush, su di me ha fatto miracoli, son spariti tutti!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia, quasi quasi...Me lo segno da prendere!

      Elimina
    2. E per il profumo, no, non sa di abete, sa di resina di abete: hai presente quando si spezza un rametto? Ecco, piú o meno quello. E' molto più rustico di Ikea, per intenderci...

      Elimina
    3. Ahhhh ok... :D va beh pazienza allora! :D prova Lush, il 90% dei prodotti sono proprio ottimi e naturali e funzionano!! ;)

      Elimina
  2. la mia pelle è uscita dall'età adolescenziale a 36 anni... ora sono poco più che una giovincella!
    ciao
    gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devono essere amiche, le nostri pelli ...

      Elimina
  3. Incredibile: abbiamo scritto due post diversi nella stessa giornata (io sull'acqua micellare SVR) ed entrambe abbiamo espresso il medesimo concetto. Che siano o meno a risciacquo, noi i detergenti li laviamo sempre via :-)

    RispondiElimina
  4. Dicevo: io ho usato il tea tre di Liz Earle e quello di Bottega Verde ed entrambi sapevano di medicinale. In più, su di me non avevano alcun effetto, mentre su Frank facevano miracoli: ce n'è abbastanza per odiarli entrambi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, non a caso siamo compagnelle! A quanto leggo, comunque, il tea tree profumato è un miraggio:(

      Elimina
  5. Grazie per le recensioni sempre utilissime! Anche io ultimamente ho problemi di pelle ho provato comunque a postare un make up anche se mi viene voglia di cancellare la foto!! Pazienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho appena commentata...(le foto del propio make up sono difficilissime da fare!!)

      Elimina
  6. io mi sono trovata molto bene con i prodotti fitocose, tanto che non appena potrò ordinerò di nuovo tutto. Anch'io preferisco i prodotti a risciacquo, mi sembra che gli altri mi lascino la pelle impiastricciata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bubi, anche tu del club dell'acqua fresca:)...Questa Fitocose...tutte ne parlate e tutte ne parlate bene: dovrò decidermi a provarla!

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero