Il pane e le rose (e il salame!)


No, questa foto non è la pubblicità di una riproduzione in scala tipo "Italia in miniatura" di una donna vera.

Questa foto è l'abbraccio tra una donna vera e una falsa.  


Torno sul tema dopo che ieri vi ho parlato della campagna "Donne Vere" di Donna Moderna  ma questa volta con una campagna, questa sí, vera. Ovviamente non italiana...

Trovo che non solo questa foto, ma anche quelle che seguono e le loro didascalie, siano davvero impressionanti e si commentino da sole.

Per molte di noi, nessuna di queste notizie è una novità: eppure, pur essendone perfettamente consapevoli, lo dimentichiamo spesso.Vi confesso che io per prima ho un certo disagio a guardare queste foto. Sono talmente disabituata che mi sembra strano.

Per questo non perdo mai l'occasione per ricordare a tutte (me stessa inclusa) quanto distorti, manipolati e mortificanti siano i modelli di bellezza fisici imposti dal mondo della moda. 






L'inziativa è di Plus Model Magazine, una rivista totalmente dedicata alle donne over taglia 44.

Ecco, io credo che il giorno in cui non ci sarà più bisogno di riviste "specializzate" per le donne di una certa taglia e che non ci sembrerá insolito vedere foto come queste, QUELLO sarà davvero un bel giorno.

Nel frattempo, non smetteremo di chiedere: vogliamo il pane e le rose (e  il salame)!!




15 commenti:

  1. Decisamente si. W lo sfilatino! ( il panino ovviamente)

    RispondiElimina
  2. Che impressione la prima foto...

    RispondiElimina
  3. Corcondo pienamente! E spero di vedere presto il giorno in cui non ci saranno più riviste specializzate e si proporranno modelli realistici. Per ora è pura utopia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se continuiamo a chiedere,se non smettiamo di tenere la guardia alta, succederá.:-)

      Elimina
  4. Oddio che belle foto :) e che belle donne, viva la carne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Donne vere, davvero! Che poi non se l'avete notato: ma le secchissime, fuori dalle passerelle, piacciono meno delle rotonde...

      Elimina
    2. vero, le secchissime piacciono solo in passerella, il problema è che non ho memoria di altri modelli estetici: far crescere le bimbe a suon di barbie NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE.

      Elimina
    3. :) Infatti mia madre la Barbie non me la voleva mai comprare...una di queste volte vi racconto come mi faceva "controinformazione"!

      Elimina
  5. Lasciando le Barbie nella scatola dei giochi - le amo tuttora ma non sono certo il mio modello estetico - trovo vergognoso che una 44 sia considerata taglia forte... Quest' anno la ridicola manifestazione chiamata "miss italia", scritta volutamente in minuscolo, ha concesso il privilegio di partecipare a una minoranza etnica ossia una piccola rappresentanza delle taglia 44.... Ebbene, per me il voler "dare la possibilita' di essere come le altre" e' di per se' discriminante, una donna bella e' bella a prescindere. Il problema e" che fino a quando la donna stessa accettera' questo e altri compromessi, ogni dibattito sara' inutile.... Deve partire da noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ape, benvenuta. Sono d'accordo con te, soprattutto quando dici che riservare una categoria a parte per le taglie 44 è ridicolo...rifiutare certi schemi e costruirne di nuovi è compito nostro:)

      Elimina
  6. ma vai al diavolo. Non esistono donne false. Le donne hanno la ciccia, e a volte invece non ce l'hanno. Le donne il seno, e a volte invece non ce l'hanno. Le donne hanno l'utero, e invece a volte non ce l'hanno. A volte hanno due cromosomi X, a volte uno X e uno Y. Hanno corpi sottili e corpi formosi e corpi di tutte le fogge e sono tutte
    TUTTE
    TUTTE
    TUTTE
    DONNE VERE
    e al diavolo te che parli di donne false
    sei la rovina della nostra società

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero