Inglot: gli ombretti anarchici

Nel corso della mia sfrenata spedizione cracoviana ho ben pensato di sperimentare il famoso free system della Inglot. I loro ombretti li avevo giá testati, ma questi mi facevano molta gola, soprattuto il rainbow.

In pratica, scegliete voi gli abbinamenti e le quantità di cialde e create la vostra palette, in assoluta libertà. 

Le cialde sono interamente calamitate, il che rende molto più fermo il loro posizionamento e anche la confezione lo é (personalmente la trovo abbastanza scomoda: 9 volte su dieci quando la apro finisco con un dito su un ombretto…).

A differenza della palette della E.L.F, qui tutta la base é calamitata, il che garantische maggiore stabilità. 

Fin troppa direi: io test anti-gravitazionali in giro non ne faccio, e se per caso voleste cambiare posto alle cialde...beh, buona fortuna!! 






Gira che ti rigira, dopo averne provati una quantità immane, ce ne sono 158 disponibili, ne ho presi 3 similissimi e uno mediamente simile, ma della collezione Rainbow. 

Questo a riprova di come alla fine i colori che una usa siano sempre gli stessi. 

Giuro che nel negozio ero convinta di stare prendendo 4 cialde differentissime tra loro….

Sfumati sulle mie mani corrispondevano a un blu oltre mare con brillantini azzurri, marrone chiaro con pagliuzze dorate e nero con riflessi dorati, come si vede nelle foto. 

Vi riposto anche quella del delirio polacco, con la stella ad indicarvi i colori in questione




Sono belli luminosi no? E lo sbrilluccichio è evidente, vero???


Peccato che sui miei occhi, siano tre neri di profondità diverse e lo sbrilluccichio è impercettibile. Anzi: è del tutto assente.

Per gli INCI vi rimando qui e qui . A me personalmente sembrano buoni, ma fatico a vedere la differenza tra gli sbrulluccicosi e l'opaco...

Comunque, all’inizio ho pensato fosse colpa mia: ho cambiato pennello, ridotto infinitamente la quantità, aumentato la quantitá, sfumato moltissimo, sfumato per niente, l'ho messo senza base, ho cambiato base, ho studiato gli allineamenti dei pianeti ed aspettato che Venere coincidesse in Saturno.....  Niente.

Il risultato è sempre un nero più o meno opaco, del tutto privo di brillantezza.

La durata è buona e il colore, tutto sommato, carino ma il problema è che, una volta di piú con la Inglot, i prodotti non sono quello che mi aspettavo. 

Mi è successo con il rossetto gel, che non è gel ma mi piace lo stesso, e con gli ombretti trio, anche loro privi di brillantezza. 

In tutti i casi i prodotti sono buoni ma insomma: se compro un ombretto sbrilluccicoso, mi aspetto che sbrilluccichi.

Vi assicuro che non so cosa pensare: io li guardo e li trovo bellissimi. Perché loro non rendano bellissima me, è un mistero….

Questi ombretti non sono un inno alla libertá, ma all'anarchia: fanno un po' come gli pare e piace!

Li ricomprerei: no

Li consiglerei: sí, ma testateli sulle vostre palpebre!

Li regalerei: no, il rischio che siano traditori come con me è troppo alto  


7 commenti:

  1. Ho una palette Inglot da 5, magari prima o poi me ne faccio un'altra ;-)

    RispondiElimina
  2. Ecco...io mi sa che l'esperienza non la bisso ( bentrovata Dama)

    RispondiElimina
  3. Adoro Inglot *_* come Dama ho una palette da 5 .. fortunatamente però dalle mie parti non c'è o andrei in bancarotta ahah xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo quando arrivate a spulcaire vecchi post:) Comunque, tutte ne dite bene e io continuo a non amarli troppo...gli dò una nuova possibilità??? Mi sa di sì...

      Elimina
  4. io ipotizzo: non hai preso degli shimmer, hai preso dei double sparkle. A guardarli dalla cialda, dico, perché se nel post ci fossero i codici aiuterebbe.
    (o qualche AMC con effetto DS)
    Ebbene, i DS nel codice inglot sono anche detti "i matte con gli sbrilli".
    I glitter nei DS hanno un effetto contenuto sulla palpebra (io ne possiedo qualcuno), se vuoi qualcosa di shimmer devi prendere i Pearl, non questi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è, come hai letto, che è la seconda volta che mi capita di non rimanere del tutto contenta. Piuttosto che continuare a provare preferisco prendere i loro prodotti che mi piacciono (vedi le matite labbra).

      Elimina
    2. il problema è che con le matite labbra hai avuto culo alla prima botta, a trovare qualcosa che ti ha soddisfatta subito. ma sono, imho, più facili degli ombretti, non avendo finish.
      Se io non avessi conosciuto i finish degli Inglot prima di comprarli sarei rimasta perplessa come te (e invece... me li son scelti apposta ^^;;; )

      Elimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero