I ♥ lipsticks! tag


Taggata dalla Santa Protettrice di questo blog (assieme a Trotula, sia chiaro) non potevo venire meno….

Premessa: credo che il rossetto, tra i trucchi,  sia il più bello e gratificante che ci sia. La quintessenza della femminilità con un potenziale di richiamo seduttivo, in negativo come in positivo, altissimo. E’ l’unico prodotto che non ho mai smesso di usare e con il quale non esco MAI senza. Ed è l’unico di cui credo non se ne abbia mai abbastanza. 



1. Quanti rossetti hai?

Grazie a questa domanda ho finalmente fatto una ricerca tra le mie borse/beauty e cassetti chiamando a raccolta tutti i rossetti: dovrebbero essere  56. Dico dovrebbero perché sono pressochè certa che tra casa dei miei e angoli nascosti qui ce ne siano ancora….pensando alle riflessioni di cui sopra, dovrò comprarne di più :-)

2. Qual è il primo rossetto che tu abbia mai comprato?

Il primo primo in assoluto fu un gloss roll on della Debby. Ma il primo degno di questo nome è stato a 17 anni circa fu uno chanel rossissimo.. ebbene sì, ho sviluppato precocemente la mia passione per il rosso…


3. Qual è l’ultimo rossetto che hai acquistato?

Che sia già tra le mie mani un Kiko dell’ultima edizione, red padauk mat lipstick..ma ne sono in arrivo altri…


4. Qual è la tua marca preferita di rossetti?

Chanel, ma più per un fatto di “idea” che altro. E poi Dior e MaxFactor (una statua per il creatore del LipFinity in ogni profumeria!)

PREMESSA PER LE DOMANDE 5/10

La percentuale di rossi, in ogni sfumatura e gradazione, è pari al 90% o quasi. Sono consapevole che non ci si può mettere lo stesso rosso per una sera a teatro o per una riunione a lavoro, ma sfumando e andando di gloss si possono raggiungere ottimi compromessi!
E poi è più forte di me: per un rossetto rosa che prendo compenso con almeno tre/quattro rossi! Last but not least, non sono del tutto sicura che quello che io chiamo rosa sia rosa anche per voi…

5. Rossetto rosa preferito?

Un Maybelline  Watershine Volume XL Lip Plumper, red’up (ecco, vedete cosa intendo? Secondo loro sarebbe sul rosso…). 

Essendo labbrona lo presi solo perché in mega sconto su BuyVip, ma poi mi è piaciuto davvero. Ed é uno dei pochi volumizzanti che non mi pizzica al puto di farmi sembrare una tarantolata :-)


6. Rossetto nude preferito?

Forse si può considerare “nude” questo vecchio  n.834 della MaxFactor???


7. Rossetto pesca/corallo preferito?

Non ne ho nemmeno uno di questo colore. Mi sta così male, ma così male, che faccio prima a prendere direttamente a cazzotti chi mi guarda.

8. Rossetto rosso preferito?

ARGH, DOMANDONE.  Probabilmente un Helena Rubistein, n. 95 Rock Star (di cui ne ho due). 



Ma anche il mio Inglot si difende bene…

9. Rossetto viola preferito?

Viola davvero viola, ne ho solo uno: un Layla n.6. Ma non lo metto mai così com’è, sempre con gloss o matite che ne alterano il colore…

10. Rossetto fucsia preferito?

Un Calvin Klein, credo refuso di un vecchio stock, n. 34. Non sembra fuscia ma sulle mia labbra sì!!!


11. Colore inusuale preferito?

Di nuovo, a rischio di sembrar banale: mi piacciono i rossi, i rossi e i rossi. Dico i celestini tanto di  moda quest’estate, soprattutto per l’effetto sbiancante;-)


12. Colore scuro preferito?

Un Rouge Baiser scurissimo, quasi nero, Mat Mitique n. 103. L’ho preso molti anni fa, quando certo non era tanto di moda. E ho davvero avuto il coraggio di uscirci più e più volte, come testimonia il livello d’uso!!!




13. Texture/finish preferito?

Cremoso, pastoso, lucido ma non troppo e di lunga, lunghissima durata: insomma, i bei vecchi rossetti di una volta. I gloss vanno bene per un avventura di una volta, non per tutta la vita…

14. Altri preferiti?

Mi piacciono le confezioni ingombranti e appariscenti, quelle gioiello: piú grandi, scomode e poco pratiche sono, piú le desidero.

***********

Curiosità: molte di voi sapranno che esiste il Lipstick Index: creato dall’amministratore delegato della Lauder come strumento di valutazione dell’andamento dell’economia, si basa sul concetto che in tempi di crisi le vendite di rossetti aumentino, essendo un piacere relativamente economico che ne sostituirebbe altri più cari e offrirebbe “conforto” a chi lo acquista. 


Quello che meno si sa è che in realtà i due dati, recessione e vendita rossetti, tenendo conto dei pochi studi davvero fatti, non hanno nessuna stretta correlazione tra di loro.

Peccato, perché l’idea non fa un plissè:D


E, ovviamente, tag libero per tutte!!



7 commenti:

  1. mmmm... ma per caso ti piacciono i rossi? :P :P

    RispondiElimina
  2. ma..ma...ma da cosa l'avrai intuito???

    RispondiElimina
  3. c'ho i superpoteri, ecco, adesso l'ho detto! tutto so e tutto vedo... chiamami pure grande sorella :D

    RispondiElimina
  4. TAG figherrimo! voglio farlo anch'io!!! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi lasciami il link, mi raccomando;)

      Elimina
  5. Perché perché mi sono persa questo Tag!?
    Bellissimo, ho preso le domande e appena finisco di commentare sui blog lo faccio.
    Il Rouge Baiser <3 aaah sono passati così tanti anni da quando avevo quel rossetto!!!

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero