I piaceri della (tonalitá) carne -Kiko nail lacquer n° 220

C’è un mistero negli smalti che non ho ben compreso che fa sì che diversi colori della stessa marca e della stessa collezione abbiano consistenze diverse e rese diversissime. Di questa linea della Kiko ho diversi colori: tanto sono scivolosi e quasi inapplicabili alcuni, tanto da ridurmi con anche i polpastrelli laccati, tanto è facile e a prova di imbranata (vedi la sottoscritta) questo.


In realtá cercavo un colore ancora più effetto nudo di questo e ho esitato a prenderlo per la presenza di glitter: invece l’effetto è molto piacevole e sobrio in perfetta e splendida controtendenza rispetto a certi colori urlati di questa stagione.

2,50 € di pura classe, signore mie.

4 commenti:

  1. Non per nulla, il mio smalto nudo preferito è di Kiko :-)

    RispondiElimina
  2. Non per nulla, è con te che sono entrata per la prima volta da Kiko...

    RispondiElimina
  3. Molto bello questo colore!! Grazie per essere passata da me, ricambio!! ^_^
    Ciaooooooo...

    RispondiElimina
  4. Grazie a te per essere passata di qui!!! Questo posto, senza essere visitato, perde un pò di senso;-)

    RispondiElimina

 

La risata di Piggy

La risata di Piggy
dedicata a Anto

Ovunque proteggi

Ovunque proteggi
Trotula de Ruggiero